Crea sito

PANETTONE

Panettone un classico di Natale, quello che non può mancare assolutamente sulla tavola delle feste. Che vi piaccia con i canditi o senza, che adoriate l’uvetta o che passiate il tempo come la mia Bb a toglierla con il dito tutta, che vi piaccia con le gocce di cioccolato o con le nocciole o con le mandorle….insomma qualsiasi siano i vostri gusti il panettone a Natale lo comprate vero? E avete pensato mille volte di farlo in casa, come l’ho pensato io in tutti questi anni ma ho sempre pensato fosse troppo lungo, di non essere all’altezza, che per me non poteva andare bene, insomma le ho pensate tutte e ho trovato mille scuse per non farlo. L’anno scorso mi sono lanciata addirittura a fare il PANDORO piuttosto che non fare il panettone e invece cosa devo dire…non è stato così difficile da preparare, la lievitazione è lunga in effetti ma basta trovare un’amica come la mia (Rachi) che ti aiuta materialmente e chiacchierando che il tempo passa in fretta e sentirete che buono! La ricetta l’ho presa da il blog “menta e cioccolato”, mi sembrava la più abbordabile. Ok adesso andiamo ad iniziare il panettone però altrimenti qui a furia di chiacchierare facciamo notte.
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

PANETTONE
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    12 ore lievitazione + 1 ora
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

per una forma da 750 grammi

  • 350 g Farina Manitoba
  • 50 ml Acqua
  • 6 g Lievito di birra fresco
  • 100 g Zucchero
  • 70 g Tuorli
  • 135 g Uova intere (circa 3)
  • 80 g Burro
  • Scorza di limone
  • Scorza d’arancia
  • Sale
  • 200 g Uvetta

Preparazione

PRIMO IMPASTO

  1. 5 g tuorlo d’uovo
    15 ml acqua
    3 g lievito di birra
    30 g farina
    1 pizzico zucchero

  2. Mettete in una ciotola l’acqua tiepida, il lievito,un pizzico di zucchero e la farina e impastate velocemente.
    Coprite l’impastino e fatelo lievitare 1 ora circa al riparo da correnti.

SECONDO IMPASTO

  1. Primo impasto +
    5 g tuorlo d’uovo
    15 ml acqua
    30 g farina
    5 g zucchero

  2. Prendete il primo impasto lievitato e aggiungete il tuorlo, acqua tiepida, zucchero e farina e impastate nuovamente.
    Mettete a lievitare il secondo impasto per 1 ora e mezza circa al riparo da correnti.

TERZO IMPASTO

  1. Secondo impasto +
    25 ml acqua
    5 g tuorlo
    50 g farina
    3 g lievito
    5 g zucchero

  2. Prendete il secondo impasto e aggiungete l’acqua, il tuorlo, la farina, lo zucchero e il restante lievito e lavorate gli ingredienti con l’impastatrice fino ad ottenere un impasto omogeneo.
    Coprite l’impasto e lasciatelo lievitare per 2 ore circa.

QUARTO IMPASTO

  1. Terzo impasto +
    250 g farina
    25 g tuorli
    135 g  uova
    90 g zucchero
    80 g burro
    Scorza limone
    Scorza arancia
    3 g sale
    200 g uvetta

  2. Prendete il terzo impasto lievitato e aggiungete le uova, i tuorli rimanenti, lo zucchero e la farina restanti, la scorza di limone e di arancia e azionate l’impastatrice per almeno 10 minuti.

  3. Unite il burro a temperatura ambiente e impastate per altri 10 minuti.

  4. Aggiungete per ultima anche l’uvetta e impastate in modo che si distribuisca uniformemente in tutto l’impasto.

  5. Fate riposare l’impasto per 30 minuti.

  6. Prendete l’impasto del panettone e giratelo con le mani in modo da formare una palla liscia e mettetela all’interno di una forma da panettone di carta da 750 grammi.

  7. Coprite il panettone con pellicola trasparente e fate lievitare per circa 7 ore.

  8. Trascorso il tempo di lievitazione formate sulla superficie del panettone una croce con un coltello e nei tagli che avete praticato mettete un po’ di burro.

  9. Cuocete il panettone in forno preriscaldato statico a 175° per 40 minuti.

  10. Sfornate il panettone, infilzatelo con dei ferri da maglia o con degli stecchini da spiedini e fatelo raffreddare a testa in giù in modo che non scenda mentre raffredda.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. La temperatura dell’acqua deve essere poco più di temperatura ambiente altrimenti troppo caldo ucciderà il lievito mentre troppo freddo non lo farà agire.

    Potete sostituire con lievito di birra secco da reidratare dovrete metterne un grammo.

    Calcolate bene i tempi di inizio e di fine del vostro panettone in modo da essere sempre a casa quando dovrete fare il passaggio successivo.

    Potete aggiungere canditi e pinoli.

    Se dovesse colorire troppo la superficie ma non essere ancora cotto potete coprirlo con carta stagnola e continuare la cottura.

  2. Se vi è piaciuta questa ricetta potrebbe interessarvi anche il PANDORO oppure il PANDOLCE GENOVESE o anche il PANDOLCE ALTO GENOVESE o il PANETTONE VELOCISSIMO o anche la RACCOLTA DI DOLCI DI NATALE.

Conservazione

Il panettone si conserva per 2 o 3 giorni coperto da pellicola e può essere congelato una volta cotto.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.