Crea sito

PANETTONE SEMPLICISSIMO

Il panettone semplicissimo…Ok non esiste un panettone veloce quindi ho messo facile. Il vero panettone di Milano ha 200 mila lievitazioni a volte addirittura con il lievito madre e voi sapete che sono un po’ allergica a queste cose così ho deciso dopo al pandolce basso genovese e al panettone alto genovese   di provare a preparare il panettone con lievito di birrama un pochino più semplice del solito anche se comunque è venuto alto e lievitato. So che molti sostenitrici delle lunghe lievitazioni storceranno un po’ il naso ma devo dire che, anche se ero davvero scettica, è venuto davvero buonissimo e anche se non è proprio velocissimo, comunque un po’ di tempo di vuole, ne vale la pena provare a farlo!
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

PANETTONE SEMPLICISSIMO

PANETTONE SEMPLICISSIMO

Categoria: dolci, pasticceria

Ingredienti:
500 g di farina manitoba
250 g di latte
80 g di zucchero
80 g di olio di semi
12 g di lievito di birra
1 uovo intero + 1 tuorlo
1 pizzico di sale
2 cucchiai di rhum
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
150 gr di uvetta
100 gr di canditi

Procedimento per fare il panettone semplicissimo:

Mettete il lievito di birra sbriciolato in una ciotolina e fatelo sciogliere insieme allo zucchero. Mettete un po’ di farina, l’uovo intero e il turolo e azionate l’impastatrice per almeno 10 minuti. Unite la restante farina e unite a filo anche l’olio di semi e gli aromi e alla fine il sale. Fate andare l’impastatrice fino a che otterrete un impasto liscio e omogeneo (più o meno 15 minuti). Mettete l’impasto sul piano da lavoro infarinato e lavoratelo un pochino con le mani fino ad ottenere una palla liscia. Mettete l’impasto a riposare nel forno spento e con la luce accesa per circa 1 ora. Riprendete l’impasto, sgonfiatelo con le mani e unite i canditi e l’uvetta impastando bene. Mettete l’impasto nella forma classica da panettone e lasciate lievitare 1 ora circa. Trascorso questo tempo praticate una croce incidendo la superficie (aiuterà la lievitazione) e spennellate di burro fuso. Fate riposare in un luogo areato per qualche minuto in modo da formare una sorta di “crosticina” sopra e infornate in forno statico a 160° per 40 minuti. A fine cottura capovolgetelo e fatelo raffreddare “appeso”. ecco una foto di una mia fan fatto con la mia ricetta
paanettoneelisabettapaceDifficoltà: media

Tempo di preparazione: 30 minuti + riposo

Tempo di cottura: 35 minuti

Consigli: mettete sul fondo del forno una pentola di acqua bollente in modo da creare l’umidità giusta per la cottura. Una volta aperto si conserva morbido per un paio di giorni chiuso dentro ad un sacchetto. Se dovesse colorire troppo prima che abbia finito di cuocere coprite la superficie con un foglio di carta argentata.
Potrebbe interessarvi anche COME SERVIRE IL PANDORO A NATALE

Torna alla HOME PAGE
Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

24 Risposte a “PANETTONE SEMPLICISSIMO”

  1. Ciao! E’ da tempo che cerco una ricetta semplice per provare a fare anch’io il panettone ed eccoti qua!!! Domani, coraggiosamente mi metto all’opera ma prima avrei una domanda da porti, ovvero, con queste dosi è meglio utilizzare lo stampo da 500 o da 1 kg? quello da 750 non l’ho trovato! Grazie mille 🙂

  2. Grazie per la veloce e cortese risposta provo a farlo anche io con le gocce di cioccolato pero ed essendo tendenzialmente maldestra lo lascio freddare normalmente…

  3. Ciao
    vorrei provare a farlo visto che sembra semplice.
    A noi non piacciono i canditi potrei ometterli?
    verrà bene?
    Grazie

  4. Ciao!! Ho appena comprato lo stampo, non appena trovo il tempo proverò la tua ricetta! Non ho però la planetaria..come posso impastare? Meglio a mano o è tanto liquido da poter usare le fruste elettriche?

  5. Ho provato questa ricetta sabato, ho usato degli stampi più piccoli e me ne sono uscriti 2.
    Fantastici, ho avuto un successo strepitoso, non mi era mai venuto così bene un panettone. E ho usato lo sbattitore elettrico perchè non ho planetaria( …spero che babo natale si ricordi di me!!!!)

    questo week end replico…

    Grazie mille
    Valentina

  6. Ciao!!!!! Questa ricetta è bellissima!!!!!
    E’ da un po’ che volevo provare a fare il panettone in casa ma tutte le ricette che trovavo mi sembravano impossibili, con farine strane e termini incomprensibili (a proposito sai spiegarmi cos’è questa benedetta pirlatura????? Mi sento sempre insultata…). Invece questa sembra proprio alla mia portata 🙂
    Ho solo una domanda, mi hanno appena regalato la planetaria 🙂 ma dentro ci sono tre tipi di ganci, quale devo usare?

    grazie

    1. USA IL GANCO DA IMPASTO….QUELLO CHE SEMBRA UNA SPIRALE PER CAPIRCI….la pirlatura è un procedimento che si fa prima di mettere la pasta nella forma….se può consolarti l’ho sempre fatto ma non ho mai saputo che si chiamasse cosi…..praticamente devi girare l’impasto sul piano da lavoro in cerchio pima di metterlo nella forma da panettone.

      1. Grazie!
        Proverò quanto prima!!!!

        Ma quindi devo fare quel procedimento anche per questa ricetta prima di mettere in forma?

      2. ciao! scusa se mi accodo a questo commento, è che anche io ho una gran confusione tra forza delle farine (a proposito che farina devo usare? Va bene una 00?), ganci, e quant’altro. Di questa pirlatura non avevo mai sentito parlare. a che serve?
        Proverò la tua ricetta in vista di Natale, spero proprio di riuscire a sfornare uno splendore come il tuo! è perfetto, ne portassi a tavola uno così mi chiederebbero dove ho nascosto lo scatolo della Bauli!

  7. Molto interessante, anche io uso il lievito di birra, ma quello in cubetti. Con la pasta madre non riesco ad avventurarmi, ho paura che a causa del tanto tempo che bisogna dedicarci, non avrei un buon risultato! Comunque il tuo sembra molto soffice, bravissima!

    1. anche io ilaria sono sempre tentata dalla pasta madre ma magari per iniziare proveròuna cosa più semplice del panettone. questa versione devodire che mi ha particolarmente stupita….certo non è proprio “velocissimo” perchè comunque deve lievitare molto ma lo trovo fattibile anche per “imbranati in cucina” come me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.