Strozzapreti romagnoli ricetta regionale

Strozzapreti romagnoli ricetta regionale

Gli strozzapreti romagnoli sono una gustosa pasta fresca tipica della Romagna appunto, creata con ingredienti semplici quali acqua, farina e poco sale. Sono davvero molto facili da preparare, basta acquisire la manualità necessaria per arrotolare su se stesse le striscioline di pasta (tipo le tagliatelle) e spezzarle nella misura desiderata per poi passare alla cottura o a congelare nelle porzioni desiderate. Dovete sapere che la storia degli strozzapreti proviene da molto lontano nel tempo; era consuetudine e obbligo che il prete del paese fosse invitato a pranzo alla domenica da questa o da quella famiglia: mentre le donne (le azdore) provvedevano a fare abbuffare il prete con questa gustosa pasta, i mariti di nascosto gli auguravano di strozzarsi. Non correva buon sangue fra la popolazione contadina romagnola in miseria e la Chiesa, infatti l’oppressione della Chiesa si perpetrò per tanti lunghi anni. Tornando però ai nostri tempi, gli strozzapreti erano e sono il simbolo di questa terra generosa di buon cibo, affiancando i più ricchi passatelli o cappelletti. La ricetta che vi propongo è quella ereditata dalla mia famiglia ma con l’aggiunta dell’uovo nell’impasto, (nella ricetta originale non compare) perchè, a mio avviso, l’uovo rende gli strozzapreti meno scivolosi. Ora siete pronti a prendere nota degli ingredienti e del procedimento per realizzare gli strozzapreti romagnoli? E allora tutti pronti e seguitemi.

Strozzapreti romagnoli

 

Strozzapreti romagnoli ricetta regionale

Ne faccio sempre in quantitativo abbondante perchè poi li congelo per averli sempre pronti, in base alla vostra esigenza dimezzate le dosi.

  • 400 g. di farina 0
  • 1 uovo intero medio  (la ricetta originale non prevede l’uovo, io lo metto per avere una pasta più compatta e meno scivolosa).
  • 150 ml. di acqua tiepida
  • 1 pizzico di sale fino
  • Se non aggiungete l’uovo aumentate in maniera graduale la quantità dell’ acqua

Preparazione

Sulla spianatoia setacciate la farina, fate la classica fontana col buco al centro, mettete l’uovo, sbattetelo bene, il sale e aggiungete piano piano l’acqua, amalgamando gli ingredienti con la forchetta, poi iniziate ad impastare fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.

Mettete il panetto di pasta in un sacchetto da congelatore e lasciatelo riposare per 10-15′ a temperatura ambiente.

Riprendete la pasta, dividetela in porzioni e stendetela col mattarello oppure con la macchina sfogliatrice, allo spessore della classica pasta fresca per tagliatelle.
Strozzapreti romagnoli

Infarinate leggermente la sfoglia tirata ed arrotolatela su se stessa, tagliatela come fossero tagliatelle, srotolate ogni strisciolina, arrotolatela fra i palmi delle mani e staccare piccole porzioni. A mano a mano stendete gli strozzapreti pronti su vassoi foderati con carta forno spolverati con farina di semola.

Lasciate asciugare bene gli strozzapreti e poi: o procedete subito alla cottura oppure metteteli così pronti nei vassoi direttamente nel congelatore, quando saranno induriti dal gelo trasferiteli  in sacchetti o in appositi contenitori a porzioni.

(Ringrazio ancora la mia mamma di 88 anni compiuti per avermi aiutata a realizzare gli strozzapreti, senza di lei non avrei potuto fotografare i passaggi della preparazione).

Se clicchi MI PIACE alla mia pagina di FACEBOOK non perderai le mie ricette e aggiungerai valore al mio lavoro!

2 Risposte a “Strozzapreti romagnoli ricetta regionale”

  1. Grazie Silvana per la ricetta. Le dosi da te indicate normalmente per quante persone sono?
    Qual è il condimento migliore da utilizzare? Grazie sei sempre la meglio.

    1. Ciao Ely per 6 persone giuste giuste. I condimenti giusti tutti quelli che vuoi: dal sugo di carne, al sugo di pesce, alle verdure, ai funghi o soltanto pomodoro e basilico non ci sono controindicazioni. Ciaooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.