Crea sito

Pesto di aglio orsino e noci – ricetta veloce

Oggi vi lascio una ricetta che sa di primavera ed è una gustosa alternativa al classico pesto genovese, ovvero, il pesto di aglio orsino e noci. Si prepara con le foglie di aglio orsino, che qui si trova da circa metà marzo fino a maggio, in quanto vanno raccolte prima della fioritura. Sono belle verdi, larghe e setose. L’aglio orsino cresce anche nei boschi fino a 1000 m di altitudine, ma attenzione a raccoglierlo se non ve ne intendete, perché si scambia facilmente con il mughetto o il crocus, che sono due piante velenose invece! Si differenzia per l’odore ovviamente, che è assomiglia molto a quello dell’aglio, quindi, nel dubbio, annusate le foglie o… compratelo al mercato di frutta e verdura, come faccio io ;). La preparazione del pesto di aglio orsino è pressoché identica a quella del pesto genovese, ma in questo caso, non vi servirà aggiungere l’aglio ovviamente.

Pesto di aglio orsino e nociPesto di aglio orsino e noci

Ingredienti:

120 g di aglio orsino
50 g di noci
50 g di parmigiano
ca. 120 ml di olio d’oliva
sale q.b.

Tempo di preparazione: 20 minuti
Tempo di cottura: nessuno

Per preparare il presto di aglio orsino e noci, lavate le foglie di aglio orsino sotto l’acqua corrente e poi asciugatele con della carta da cucina. Eliminate ca. 1-2 cm dello stelo, poi tagliate grossolanamente le foglie e inseritele nel mixer. Unite le noci, il parmigiano a pezzetti, sale e una parte dell’olio. Quindi azionate il mixer e frullate, aggiungendo altro olio d’oliva, fino alla consistenza desiderata.
Il vostro pesto di aglio orsino è pronto.

Potete condirci la pasta, spalmarlo sui crostini o anche sul pesce, come i filetti di salmone ad esempio. O potete anche farcirci torte salate o metterlo sulla pizza. Insomma, potete utilizzarlo davvero per moltissime preparazioni.

Il pesto si conserva per ca. 3-4 settimane, in frigorifero, chiuso in un barattolo di vetro ermetico. Fate sempre attenzione che tutto il pesto sia coperto con uno strato di olio d’oliva per conservarlo più a lungo.

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche sulla pagina di Facebook