Burger buns morbidissimi con patate

Oggi vi lascio la ricetta di questi magnifici burger buns, morbidissimi grazie alle patate nell’impasto e si mantengono morbidi anche fino a 2 giorni.

Non usciamo spesso la sera, ma sabato scorso avevamo programmato di andare tutti insieme a mangiarci un hamburger, di quelli ben farciti, in centro a Bolzano, dove ci sono dei burger stratosferici, preparati con 100 % di carne altoatesina. Poi invece una delle bimbe si è ammalata, quindi niente uscita. Ma l’hamburger, a quello mica abbiamo rinunciato, ma ce lo siamo fatti in casa, farcito come piace a noi, ognuno in base ai suoi gusti. Poi nei prossimi giorni vi lascio la ricetta anche del burger farcito 😉

Burger buns morbidissimi con patate
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 Minuti + lievitazione 14 ore
  • Cottura:
    22 minuti
  • Porzioni:
    10 buns

Ingredienti

Per l’impasto

  • Patate 200 g
  • Farina 0 500 g
  • Lievito di birra secco (ca. 3/4 di cucchiaino) 2 g
  • Latte 50 ml
  • Acqua di cottura delle patate 125 g
  • Sale 1,5 cucchiaino
  • Zucchero 30 g
  • Uovo 1
  • Burro fuso tiepido 60 g

Inoltre

  • Tuorlo 1
  • Latte 1 cucchiaio
  • Semi di sesamo q.b.
  • Semi di papavero q.b.

Preparazione

  1. Per preparare i burger buns, lavate e sbucciate le patate, tagliate a pezzi e cuocete a vapore, o in acqua, fino a quando saranno morbide, ci vorranno ca. 10-15 minuti, a seconda della grandezza dei pezzi.

  2. Quando saranno cotte, mettete da parte l’acqua di cottura delle patate e schiacciate le patate ancora calde con lo schiacciapatate. Mettetene 150 g nella ciotola della planetaria.

  3. Aggiungete la farina e mescolate. Mescolate il latte con 125 g di acqua di cottura delle patate. Badate che il mix di acqua non sia troppo caldo, ma solo tiepido, ed aggiungetelo alla farina.

  4. Unite il lievito ed iniziate ad impastare. Aggiungete il sale e quando l’impasto sta per formarsi, aggiungete lo zucchero e poi l’uovo. Quando l’uovo sarà stato assorbito, unite il burro fuso tiepido e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico, che si sarà staccato interamente dalle pareti e dal fondo della ciotola.

  5. L’impasto dovrà risultare molto morbido, ma non appiccicare alle dita. Se dovesse servire aggiungete un altro po’ di farina, o un goccio di acqua se dovesse essere troppo secco.

  6. Formate una palla con l’impasto, rimettete nella ciotola, coprite con pellicola e lasciate lievitare in frigo da 12 a 24 ore.

  7. Trascorso il tempo di riposo, togliete l’impasto dal frigo e lasciate a temperatura ambiente per una mezz’oretta. Quindi impastatelo per qualche secondo su una superficie leggermente infarinata, poi dividetelo in 10 pezzi uguali. Aiutatevi con una bilancia, pesate tutto l’impasto e poi dividete il peso per 10, pesando ogni singolo pezzo in modo da avere buns uguali, per una cottura uniforme. Ogni mio bun pesava 94 grammi.

  8. Formate quindi una pallina con ogni pezzo di impasto, tirando indietro l’impasto e pizzicandolo sul retro, poi fate rotolare sulla spianatoia per creare una superficie uniforme ed adagiate su una teglia foderata con carta da forno. Appiattite leggermente con l’aiuto delle dita.

  9. Quando avrete formato tutti i buns, coprite la teglia con un canovaccio pulito e lasciate lievitare fino al raddoppio, ci vorranno ca. 1,5 ore.

  10. Quando saranno raddoppiati, preriscaldate il forno a 180 gradi (statico).

    Mescolate tuorlo con il latte e spennellateci i vostri panini. Cospargeteli quindi con semi di sesamo o papavero.

  11. Infornate i vostri burger buns a 180 gradi per ca. 22-25 minuti. Per verificare la cottura girateli e picchiettate sul retro con un dito, se suona vuoto, vuol dire che sono pronti.

  12. Sfornate i vostri panini e lasciateli raffreddare prima di farcirli come più vi piace.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram.

  13. Burger buns morbidissimi con patate

Suggerimenti

  • Grazie alle patate nell’impasto, questi burger buns resteranno morbidi più a lungo, conservateli fino a due giorni in un sacchetto per alimenti ben chiuso.
  • Se invece pensate di non usarli entro i prossimi due giorni, potete anche congelarli, sempre negli appositi sacchetti per alimenti. Una volta scongelati saranno come freschi.

Precedente Insalata coleslaw con cavolo e carote Successivo Pasta con barbabietola e ricotta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.