Arancini al pistacchio – ricetta tradizionale

Nati come innovazione, gli arancini al pistacchio fanno ormai parte della tradizione etnea in campo di arancini. Nella mia zona, in cui il pistacchio è un compagno fedele in ogni ricetta, questi arancini sono gettonati al pari di quelli al ragù. E se posso fare una piccola confessione… sono anche i miei preferiti!

Come ogni ricetta tradizionale, le versioni cambiano di casa in casa. Oggi vi darò la mia ricetta e, in fondo, vi lascerò anche qualche piccola variante super gustosa! Pronti?

arancini al pistacchio di bronte
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    2 ore
  • Cottura:
    5 minuti
  • Porzioni:
    30 pezzi
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 1 kg Riso Roma
  • 50 g Burro
  • 150 g grana grattugiato
  • 150 g Formaggio
  • q.b. Farina
  • q.b. Pangrattato
  • q.b. Sale
  • q.b. Olio di semi di girasole

Preparazione

  1. Prepariamo la besciamella seguendo la ricetta che vi scritto qui e lasciamola raffreddare completamente. Quando sarà fredda insaporiamola con 50 grammi di grana grattugiato preso dal totale.

  2. Per la cottura del riso muniamoci di un’ampia pentola e riempiamola con 2,100 litri di acqua. Aggiungiamo il riso e 2 cucchiaini di sale. Accendiamo la fiamma e facciamo cuocere fino a quando l’acqua non si sarà del tutto assorbita. Mescoliamo frequentemente con un cucchiaio di legno per evitare che il riso si attacchi al fondo della pentola.

  3. Quando il riso avrà assorbito tutta l’acqua spegniamo la fiamma, aggiungiamo il burro e il restante grana grattugiato, mescoliamo per bene e copriamo con un coperchio per 10 minuti.

  4. Trasferiamo il riso in un vassoio, in modo da appiattirlo il più possibile. Questo renderà più veloce il suo raffreddamento. Per lavorare meglio gli arancini, infatti, il riso dev’essere freddo.

  5. Mentre aspettiamo che le preparazioni si raffreddino tagliamo del formaggio a quadretti. Utilizziamo un formaggio che fonda e fili.

  6. Prepariamo una ciotola d’acqua per inumidirci le mani durante la preparazione e, appena il riso sarà freddo, passiamo alla creazione degli arancini al pistacchio. Con la mano concava appiattiamo un po’ di riso sul palmo, creando una sorta di barchetta. Farciamo il riso con la besciamella al pistacchio e qualche cubetto di formaggio. Quindi nell’altra mano appiattiamo un altro po’ di riso e richiudiamo l’arancino, dandogli la forma rotonda. Proseguiamo fino ad aver appallottolato tutto il riso. La quantità di arancini che verrà fuori dipenderà da quanto grandi li avremo fatti.

  7. Prepariamo adesso la pastella, mescolando insieme in una ciotola ampia farina e acqua, fino a creare un composto che abbia consistenza simile a quella dell’uovo sbattuto. Passiamo i nostri arancini prima nella pastella e poi nel pangrattato.

  8. Facciamo riscaldare abbondante olio di semi e friggiamo pochi arancini per volta fino a doratura.

    I nostri arancini al pistacchio sono finalmente pronti!

    arancini al pistacchio tradizionali

Un consiglio in più

Come promesso ecco alcune varianti degli arancini al pistacchio! In alcune rosticcerie, ad esempio, la besciamella è arricchita con panna da cucina, per ottenere un ripieno più consistente. In questo caso potrete preparare 300 grammi di besciamella e aggiungere 200 grammi di panna. Inoltre c’è chi aggiunge al ripieno anche il prosciutto cotto o lo speck, in piccoli dadini.

Passate a trovarmi anche su facebook, pinterest e instagram, vi aspetto!

Vi lascio di seguito anche altre ricette per preparare gustosissimi arancini in casa!

 

10 Comments

  1. Mi viene l’acquolina in bocca solo a vederli. Ho avuto la fortuna di assaggiarli e non me li sono più scordati :D. Volevo chiedere una cosa: come devono essere i pistacchi? Non credo vadano bene quelli “salati e tostati” per fare questa ricetta, giusto?

    • odoredifelicita

      Grazie Matthew! Sarebbe meglio utilizzare i pistacchi freschi, non salati. Qui in Sicilia i pistacchi salati si usano solo per gli aperitivi :p ma se proprio non riesci a trovare quelli freschi (che i miei conterranei non mi sentano! :D) usa quelli salati, ovviamente regolandoti per il sale da aggiungere. Ma il risultato sarà molto più amarognolo e sapido 🙂 fammi sapere comunque, in molti mi fanno questa domanda! 😉

  2. Ciao…ogni volta che passo da Bronte mi fermo a prendere un arancino al pistacchio (li ho provati in diversi bar ma solo uno per me è il migliore) perché come dici tu purtroppo al di fuori di Bronte sono sconosciuti…cercavo da tempo la ricetta e grazie a te adesso posso provare a farli a casa…però in quelli che compro nel ripieno c’è anche della pancetta e allora il mio dubbio è se si mette a crudo oppure magari si fa soffriggere un po’…grazie per le belle ricette e comunque pancetta o non pancetta li proverò al più presto…ciao

    • Ciao Maria! Non dirmi che i tuoi arancini preferiti sono quelli di Luca! 😀 ehehehe dunque, la pancetta potresti metterla sia a crudo sia leggermente soffritta, ma personalmente, essendo molto grassa, la soffriggerei prima senza olio, per poco in modo da sgrassarla un po’, poi magari la passi sulla carta assorbente per asciugarla. Io spesso li faccio con il prosciutto cotto a dadini, a crudo direttamente 🙂 fammi sapere se li provi! Ciao!!!

      • Ciao, da Luca a dire il vero adoro i cornetti, sono buonissimi, invece gli arancini li prendo da Crystal, non so se li hai mai provati da loro…sicuramente ti farò sapere quando li faccio…ciao e grazie per la tua gentilezza

        • Gli arancini da Crystal mai, lì in genere prendo il gelato, troppo buono! *-* la prossima volta vai di arancini! Grazie per il consiglio! 🙂 fammi sapere se provi la ricetta! 😀 ciaoooo!

  3. Preferisco le Arancine agli arancini.

  4. io sono siciliana di Randazzo…ma vivo in abruzzo da 15 anni oramai..ma gli arancini li faccio spesso…la versione classica…ma visto che nella cerchia di amici ci sono vegani….cercavo una alternativa…questa mi piace…il pistacchio lo ordino dal sito pistasta.it…se hai altre varianti vegane…vegetariane….collaudate….mi aiuteresti molto… grazieeeeee…ps:di dove sei?

    • Ciao Anna! 🙂 sono anche io delle tue zone, vicino Bronte 😀 attenzione però che questa versione non è vegana 🙂 se prepari una besciamella vegetale puoi aggiungere qualsiasi ingrediente tu voglia, qui si preparano spesso anche ai funghi (facendo un leggero soffritto con cipolla, carote e funghi, quindi mescolati alla besciamella) o alle melanzane, con un ragù vegetariano e le melanzane fritte a tocchetti. Se non trovi i pistacchi, o li trovi troppo cari, puoi sostituirli con mandorle, noci o nocciole, il risultato sarà comunque buonissimo! Grazie a te del commento! 🙂

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

*