Arancini al burro

In Sicilia, oltre alla faida sempre aperta fra arancini e arancine, ce n’è un’altra di cui nessuno parla mai: la guerra fra arancini al ragù e arancini al burro. Per quanto quello al ragù sia un classico della cucina isolana, negli anni l’arancino al burro ha conquistato una grande fetta di consensi, conquistando il podio degli arancini più diffusi.

Nelle rosticcerie e nei bar si trovano tutt’e due le versioni, ponendo il siciliano di fronte ad una scelta difficile e dolorosa: quale scegliere? La soluzione più semplice, ovviamente, è prenderli entrambi :D!

Abbiamo visto la preparazione degli arancini al ragù e anche dei meno noti arancini al pistacchio (la versione etnea, che gareggia per il terzo posto sul podio), preparatevi allora per gli arancini al burro!

arancini al burro

Ingredienti per circa 15 arancini

Per il ripieno:

  • 200 ml di latte
  • 25 g di farina 00
  • 40 g di burro
  • 100 g di prosciutto cotto in un’unica fetta
  • 120 g di provola
  • 30 g di grana grattugiato
  • sale
  • pepe nero

Per l’esterno e la panatura:

  • 500 g di riso Roma
  • 50 g di burro
  • 60 g di grana grattugiato
  • sale
  • pepe nero
  • farina + acqua
  • pangrattato
  • olio di semi per friggere

Arancini al burro – Procedimento

In una pentola dai bordi alti mettiamo il riso e versiamo  l’acqua in modo da coprirlo completamente e aggiungiamo il sale. Iniziamo a cuocere e aggiungiamo altra acqua man mano che la precedente è stata assorbita dal riso. Procediamo a poco a poco, in modo da controllare la cottura di tanto in tanto. Quando il riso sarà ben cotto, lasciamo sul fuoco per fare in modo che tutta l’acqua in eccesso si asciughi. Aggiungiamo in pentola il burro, il grana grattugiato e il pepe nero e mescoliamo fino a quando gli ingredienti non saranno ben amalgamati. Spegniamo la fiamma e continuiamo a mescolare con un cucchiaio di legno, di tanto in tanto, per facilitare il raffreddamento del riso.

Lasciamo il riso a temperatura ambiente per un po’, quindi trasferiamolo in frigo e lasciamolo raffreddare completamente, è importante per poterlo lavorare in modo ottimale. Io in genere cuocio il riso la sera per preparare poi gli arancini la mattina seguente.

Passiamo ora alla preparazione della besciamella: in una pentola facciamo sciogliere il burro e aggiungiamo la farina setacciata, mescolando con una frusta. Aggiungiamo il latte a poco a poco, sempre mescolando, cuocendo a fiamma bassa fino ad ottenere una crema liscia e consistente. Trasferiamola in una ciotolina e aggiungiamo il sale e un po’ di pepe.

Nel frattempo tagliamo il prosciutto e il formaggio a cubetti e uniamoli alla besciamella. Copriamo, quindi, anche la besciamella con la pellicola e lasciamola prima intiepidire a temperatura ambiente e, poi, raffreddare in frigo per qualche ora.

Ora possiamo assemblare i nostri arancini al burro: prendiamo in una mano un mucchietto di riso e appiattiamolo dandogli una forma concava con la nostra mano leggermente piegata. Mettiamo sul riso un cucchiaino abbondante di besciamella, anche due se riuscite a farla entrare. Nell’altra mano appiattiamo un altro po’ di riso e, giungendo le mani, iniziamo a sigillarlo, facendo attenzione a non schiacciare il ripieno. Una volta che il riso è tutto unito possiamo dargli la forma tonda. (nella ricetta degli arancini al ragù ho messo il passo passo della realizzazione, potete vedere cliccando QUI come fare).

Una volta assemblati tutti gli arancini prepariamo la panatura: in una ciotola mescoliamo acqua e farina in modo da formare una pastella simile a quella delle crepes, corposa ma non troppo densa. Passiamo gli arancini prima nella pastella e poi nel pangrattato.

Friggiamo i nostri arancini al burro in abbondante olio di semi e passiamoli, prima di servirli, sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.

Ecco pronti i nostri arancini al burro, caldi, filanti e cremosi!

arancini al burro

Un consiglio in più

In alcuni panifici, gli arancini al burro sono arricchiti anche con i piselli.

Se preferite, potete procedere con la panatura che prevedere farina – uovo sbattuto – pangrattato 🙂

Passate a trovarmi su facebook, twitter e instagram, vi aspetto! 🙂

Precedente Spaghetti alla mortadella Successivo Pasta alla marinara

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.