Roastbeef in pentola

Il roastbeef in pentola è un ottimo secondo piatto, perfetto sia per le occasioni che per un semplice pranzo domenicale. La ricetta originale prevede la cottura in forno, ma per me l’ideale è quella in pentola, poiché si riesce meglio a decidere il grado di cottura se al sangue, media o completa. Inoltre anche per i meno esperti in cucina si riesce ad avere una carne tenera senza il rischio di asciugarla troppo come spesso accade con la cottura in forno.

Roastbeef in pentola
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kglombata di vitello
  • 200 mlvino bianco
  • 1carota
  • 1 costasedano
  • Mezzacipolla
  • 2 fogliesalvia
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe nero

Preparazione

  1. Per preparare il roastbeef iniziate prendendo una pentola capiente e versateci all’interno un cucchiaio abbondante di olio evo. Sistemate all’interno il pezzo di lombata di vitello e fate rosolare da tutti i lati. Aggiungete ora sedano, carota e cipolla tagliati a pezzettoni. Quindi salate e pepate a vostro gusto, e coprite con un coperchio. Mettete su un fornello di grandezza media e a fiamma bassa. Dopo un paio di minuti versate il vino sul pezzo di carne, tenete senza coperchio per un minuto. Appena l’odore dell’alcol sarà diminuito, aggiungete le foglie di salvia, quindi coprite e lasciate cuocere girando di tanto in tanto.
    Durante la cottura la lombata rilascerà dei succhi, e cuocerà con questi stessi, quindi non servirà aggiungere acqua.
    Se preferite il roastbeef al sangue serviranno solo 20 – 30 minuti di cottura. Per una cottura media ci vorranno dai 40 ai 50 minuti a fiamma bassa.
    Per una cottura completa invece 60 minuti, anche un’ora e 10 minuti. In questo caso per capire se è cotto basterà infilzare il roastbeef con uno stecco per spiedini, se dopo averlo estratto uscirà un liquido bianco/trasparente allora è cotto, se uscirà un liquido rossastro deve state ancora una decina di minuti.

  2. Una volta che la carne sarà cotto secondo i vostri gusti procedete ad estrarla dalla pentola. Tagliate a fettine di vostro gradimento e servite cosparsa del sughetto di cottura rimasto in pentola.

    Buon appetito!

Consigli e conservazione

Il roastbeef può essere consumato sia tiepido che freddo. Una volta tagliato potete anche condire e servire con della glassa di aceto balsamico, o preparare una salsina all’aceto balsamico.

Il contorno ideale con cui accompagnare questo piatto sono le patate al forno, a tocchetti, a spicchi, novelle, con o senza buccia, scegliete voi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.