Crea sito

Pagnotta al rosmarino con farina di grano duro

Chi mi segue da tempo sa che ogni 15 giorni circa faccio il pane in casa cotto nel forno a legna, con la ricetta tipica siciliana della mia zona e con farina rimacinata di grano duro prodotto a km0 nel mio paese. Ho sempre fatto il classico pane, ma un giorno nella mia cucina rustica mentre stavo per iniziare ad impastare i miei bei 5 kg di pane a mano (lo so, è da pazzi) sotto gli occhi avevo qualche rametto di rosmarino raccolto il giorno prima. Allora mi son detta: perché non provare a fare le pagnotte al rosmarino? Così con qualche piccola modifica alla mia ricetta tradizionale ecco qui la pagnotta al rosmarino, croccante e profumata, oltre che saporita. L’abbiamo divorata calda e senza alcun supplemento aggiuntivo.

rosmarino
  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di riposo1 Ora 40 Minuti
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni2 pagnotte da 270g
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la pagnotta al rosmarino

  • 500 gfarina rimacinata di grano duro
  • 250 gacqua
  • 10 glievito di birra fresco
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 10 gmiele
  • 2 ramettirosmarino
  • 2 cucchiainisale

Preparazione della pagnotta al rosmarino

  1. rosmarino

    Per la nostra pagnotta al rosmarino iniziamo prendendo una ciotola capiente dove andremo a versare la farina. Facciamo una fontana al centro e mettiamo il lievito sbriciolato e il miele. Versiamo metà dell’acqua tiepida poco alla volta e iniziamo con una mano ad immischiare.

    Aggiungiamo il sale e le foglie di rosmarino che avremo staccato in precedenza dal rametto. Se necessario frantumiamole un po’. Continuiamo a lavorare l’impasto aggiungendo la restante acqua sempre poco alla volta. Lavoriamo fino ad ottenere una palla liscia e omogenea. Aggiungiamo quindi l’olio e lavoriamo ancora un po’ fino al completo assorbimento.

    Lasciamo lievitare per un’ora dentro alla ciotola, coperta da un canovaccio umido in una stanza con temperatura intorno ai 25° o dentro al forno con la lampadina accesa.

    In una spianatoia spargiamo un po’ di farina. Dividiamo l’impasto ormai lievitato in due parti (dovrebbero essere circa 270 grammi l’uno) e lavoriamo una parte per volta sulla spianatoia dandogli la forma di una palla. Prendiamo una teglia, spolveriamo un po’ di farina sopra e mettiamo le due pagnotte dentro lasciando almeno 5 centimetri di spazio tra loro. Schiacciamole leggermente a facciamo un taglio sulla superficie. Io ho fatto il taglio croce perché sulle pagnotte tonde lo preferisco da un punto di vista estetico ma potete fare qualsiasi taglio. Lasciamo lievitare altri 30-40 minuti sempre coperto da un canovaccio, questa volta non necessariamente umido.

    Passato il tempo inforniamo a 200° forno statico per 25 minuti o comunque finché non è dorato.

    Io qui ho utilizzato invece il forno a legna a 250° per 20 minuti circa.

Consigli

Se avete una planetaria potete benissimo impastare tutto insieme per 2-3 minuti a velocità 1.

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.