Zeppole di patate di San Giuseppe

Zeppole di patate di San Giuseppe

 Kcal 110 circa per ogni zeppola 

Le zeppole fritte di San Giuseppe, sono un dolce che viene realizzato per lo più in ricorrenza della festa del papà, ma soprattutto nelle zone del centro e sud Italia.

Queste zeppole, in alcuni posti vengono chiamate ciambelle fritte, sono una vera prelibatezza e devo dire che il giorno della festa del papà a casa mia non si festeggia se non ci sono loro, profumate, soffici e super buone.

Sono fritte, quindi un po’ caloriche, ma nei giorni di festa non si può pensare a tutto, quindi preparate e gustatele !

Allora mettiamoci a lavoro e realizziamole per il papà dei nostri figli oppure per i nostri papà le zeppole di San Giuseppe fritte……saranno apprezzatissime !!!

Zeppole di patate di San Giuseppe
  • Difficoltà:Media
  • Cottura:5 minuti
  • Porzioni:8 persone
  • Costo:Medio

Ingredienti

Ingredienti per 63 zeppole

  • uova medie 3
  • Zucchero 3 cucchiai
  • Latte intero 1 bicchiere
  • Lievito di birra fresco 25 g
  • Burro 40 g
  • Vanillina o vaniglia liquida 1 bustina
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • Patata (ridotta in purea) – circa 200 gr da cruda- 1
  • Farina 0 + quella per il piano di lavoro 600 g
  • Olio di semi di girasole per la frittura

Preparazione

  1. Zeppole di patate di San Giuseppe

    Sciogliere il lievito di birra nel latte, poi unire lo zucchero, la vaniglia, la buccia grattugiata di un limone, il burro, la patata precedentemente lessata e ridotta in purea, le uova.

    Con il composto ottenuto cominciare ad aggiungere la farina fino a che si possa formare un panetto della consistenza dell’impasto degli gnocchi.

    Lasciate lievitare per circa 1 ora e ½, poi riprendere l’impasto e formare tutti cordoncini, uniteli per formare le zeppole come in foto e lasciate riposare almeno 10-15 minuti

  2. Zeppole di patate di San Giuseppe

    poi cuocere a fuoco medio in olio di semi di girasole e girare velocemente onde evitare che si brucino.

    Una volta cotte solarle su carta assorbente per poi passarle allo zucchero.

    Servitele possibilmente calde.

    Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube
    Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

Precedente Crema pasticcera alla vaniglia Successivo Campanari dolce pasquale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.