Crea sito

Panzarotti abruzzesi

PANZAROTTI ABRUZZESI un antipasto di pasta fritta a base di formaggi salame sfiziosi e golosi, senza lievito si preparano in pochissimo tempo.

Per la Rubrica Cibo e regioni un antipasto unico e goloso. Oggi parleremo dei dolci e salati ripieni, e ho fatto una bella ricerca per trovare una ricetta deliziosa, e alla fine ho ritrovato un fascicolo a casa che addirittura era una raccolta indetta dalla coop, sulla cucina abruzzese, una raccolta di ricette di nonnine abruzzesi che adoro! 

Panzarotti-abruzzesi

Rubrica Cibo e regioni: Panzarotti abruzzesi

Costo: basso

Tempo:45/50 minuti

Gruppo ricette: I regionali – Gli antipasti

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 200 gr di farina setacciata
  • 2 uova
  • 50 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
  • sale qb

Per la farcia: 

  • 150 gr di mozzarella 
  • 2 salsiccette secche oppure del salamino secco
  • 2 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 1 uovo
  • olio per friggere

Preparazione:

Disponi la farina setacciata a fontana sulla spianatoia, al suo interno versa le uova, il sale, ed il burro ammorbidito a pezzettini, ed impasta bene fino ad ottenere una pasta liscia.

Non lavorare troppo il composto, lascialo riposare nella pellicola trasparente per 30 minuti circa.

Nel frattempo prepara la farcia, scola la mozzarella e tagliala a cubetti stessa cosa con le salsiccette secche. Versali in una ciotola con l’uovo il pecorino grattugiato, mescola bene fino ad ottenere un composto omogeneo.

Prendi la pasta, stendila molto sottile. Forma dei cerchi di circa 7/10 cm, farcisci con il composto e chiudi a mezzaluna, pressando bene ai lati, e ritaglia con il taglia pasta in modo tale da sigillare bene.

Friggi i panzarotti ambo i lati in abbonante olio e scolali su carta assorbente da cucina, servi caldi.

Con questa ricetta ho partecipato al programma Quel che passa il convento!

Ecco il video:

Qui le altre due ricette:

Crostata salata ai funghi

Biscotti al limone e zenzero glassati

Qui l’articolo della bella esperienza dove trovi anche la seconda puntata.

Ecco i passaggi fotografici di come si preparano i Panzarotti abruzzesiPanzarotti abruzzesi

Panzarotti-abruzzesi

Torna alla Home per vedere le ultime ricette.

Vuoi seguire i mie aggiornamenti? 

Ti aspetto su: **FACEBOOK** TWITTER ** GOOGLE ** YOUTUBE ** PINTEREST**INSTAGRAM **

Ti aspetto anche nel gruppo facebook, In cucina da Eva & amici foodblogger

dove troverai tante ricette e potrai scrivermi per chiedere informazioni su ricette ed altro.

Vuoi trovare altre ricette interessanti o con ingredienti specifici? Vai nel menù a tendina e cerca la voce che ti interessa, o cerca con la lente d’ingrandimento. Troverai tante ricette dagli antipasti al dolce, per intolleranti al lattosio e al glutine oltre a tanti utili consigli! Che aspetti? Cerca la tua ricetta. E se provi una mia ricetta inviamela la metterò tra le ricette dei fan nella mia fan page!

42 Risposte a “Panzarotti abruzzesi”

  1. I tuoi panzerotti sono una favola Eva!!! Io li cucino ma non così, proverò la tua ricetta:-) bravissima e al prossimo appuntamento regionale:-) un abbraccio CInzia

    1. grazie Cinzia! ho trovato questa ricetta in una raccolta realizzata dalla coop tutte ricette abruzzesi.

    1. immagino! devo ancora passare dai voi, scusatemi, ma oggi il tutorato mi ha occupato tutta la giornata, è stata una giornata intensa ma bellissima!

    1. mio fratello ha gradito molto, mi ha chiesto quando li ripreparo ahahahah grazie e buon inizio settimana anche a te!

    1. ah chi lo dici! pensa che io ora sto a dieta forzata e non li posso mangiare!li preparo li guardo li fotografo e ciaooo che amarezza! ma almeno ci sto guadagnando di salute, e poi amo cucinare per i miei

  2. I panzerotti fritti sono quanto di più buono si possa trovare! Estremamente versatili, si prestano con qualsiasi abbinamento… ci sta bene tutto quello che ci metti. 🙂 Davvero squisita la tua versione.

    1. si vero io li adoro! mi mancano tantoooooo non vedo l’ora di stare meglio e di poter mangiare tutto, ma con moderazione

  3. Vado matta per i panzerotti, li ho sempre mangiati fatti di pasta lievitata, questa tua è decisamente diversa, ti sono venuti benissimo, ottimo anche il ripieno.

    1. si vero! sai non conoscevo questa ricetta, è veramente facile da preparare e gli ingredienti sono poveri ma buoni

    1. grazie Nadina! anche le vostre ricette sono fantastiche me le sto gustando ora, anche se qualcuna forse la vedrà dopo cena

  4. Eva cara… questi panzerotti sono fantastici…con la pasta all’uovo devono essere supergustosi!
    noi li facciamo sempre senza uova…insomma una bella ricetta da provare e variare i nostri soliti!
    bacioni

  5. Ciao Eva, questi panzerotti bucano lo schermo!!!
    Hanno un aspetto così invitante che è difficile resistere e poi ti è venuta una frittura perfetta!

    Hai ragione le nostre cucine sono come quelle di due gemelli siamesi separati , in fondo l’origine è la stessa! 😉

    1. ahahah ma dai mi fai arrossireeee!!! grazie tante! si vero è bello confrontarsi, mi piace riscoprire qualche ricetta che magari nemmeno ricordo, ma poi quando le vedo mi mettono tanta felicità!

    1. e si, anche se anche io ho scoperto che si fanno anche in altre parti d’Italia! grazie per essere passata alla prossima!

  6. Adoro i piatti della tradizione italiana, troppo spesso dimenticati o accantonati per mille invenzioni.
    Questi me li segno e li propongo alla prima occasione!
    Buona giornata cara!

  7. Ero qui a girovagare per il tuo blog quando mi sono imbattuta in questi panzarotti…e non sono più riuscita a scrollargli gli occhi di dosso! Che buoni! E che buona la cucina abruzzese, la adoro! E’ povera nella materia prima, quasi tutta originaria di quei luoghi, e per questo di un gusto favoloso!

    1. grazie Manu, provali sono veramente fragranti, se ti va puoi fare anche la versione pomodoro e mozzarella anche quelli molto buoni, in alcune zone li fanno anche con spinaci o biete tritate e mozzarella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.