Pasta e fagioli neri

Pasta e fagioli neriIl più classico dei primi preparato con una tipologia di fagioli che adoro, questa è la pasta e fagioli neri.
Cucinata con pochi semplici ingredienti, la pasta e fagioli è un piatto “evergreen” sempre buonissimo e apprezzato. Le sue origini sono molto antiche, si racconta , ad esempio, che ne fosse molto ghiotto Cicerone. Oggi sono innumerevoli le ricette che la tradizione italiana ci propone presenti praticamente in tutte le regioni, dal nord al sud della penisola (comprese le isole), preparate secondo i dettami di due principali “scuole di pensiero” al di là delle tecniche e del tipo di ingredienti utilizzati per completarle: chi lessa la pasta a parte in acqua salata e poi la aggiunge ai legumi e chi, come me, la mette a lessare insieme ai fagioli.
Altra differenza che spesso si nota tra le diverse preparazioni è la consistenza finale del piatto, chi lo preferisce brodoso o chi, come il sottoscritto, asciutto e con un tocco di piccante che gli dona quel giusto brio e lo rende ancor più appetitoso.

Pasta e fagioli neri

Ingredienti per quattro persone:
240 g di ditaloni rigati
200 g di fagioli neri secchi
5 pomodorini
Una cipolla rossa piccola
Una carota
Uno spicchio d’aglio
Olio extravergine

Preparazione:
Mettere a mollo i fagioli per tutta la notte

Sbollentare i pomodorini, pelarli e tagliarli a quarti

Fare scaldare un filo d’olio in un tegame, aggiungere un battuto fatto con la cipolla, la carota, l’aglio, il peperoncino e soffriggere qualche minuto

Versare i pomodorini e i fagioli, ricoprire d’acqua, regolare di sale e cucinare a fuoco basso e pentola coperta per un’oretta mescolando di tanto in tanto

Aggiungere i ditaloni e fare andare per il tempo di cottura della pasta rabboccando l’acqua a mano a mano che questa viene assorbita

Servire versando un filo d’olio a crudo direttamente nei piatti

Pasta e fagioli neri


Scopri tutte le mie ricette cliccando qui e seguimi anche su facebook

Precedente Vellutata di piselli allo zafferano con gamberi al rosmarino Successivo Pasta con fave e bottarga al profumo di limone