Focaccia ripiena con esubero di lievito madre

La focaccia ripiena con esubero di lievito madre è un’idea per riciclare il lievito madre non rinfrescato che vi dovesse avanzare.

Nonostante non abbia i lunghi tempi di lievitazione tipici della pasta madre, vi assicuro che, anche grazie ad una accurata lavorazione dell’impasto, il risultato è ottimo.

Potete decidere di utilizzare la vostra focaccia o stendendola in un unico strato, spennellandola con olio e insaporendola con sale grosso e rosmarino oppure, come ho fatto io, dividendo l’impasto in due parti e farcendolo con un goloso ripieno!

Se volete provare anche voi questa ricetta, che ho tratto dal blog Come a casa tua, seguitemi in cucina e prepariamo insieme la focaccia ripiena con esubero di lievito madre!

Focaccia ripiena con esubero di lievito madre

focaccia ripiena con esubero
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    25 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per la focaccia

  • Lievito madre (non rinfrescato) 125 g
  • Acqua (tiepida) 375 ml
  • Malto d’orzo 5 g
  • Olio extravergine d’oliva 30 g
  • Farina Manitoba 500 g
  • Semola 75 g
  • Sale 10 g

Per la farcitura

  • Prosciutto cotto di praga (a fette) 100 g
  • Scamorza affumicata (a fette) 150 g

Per la finitura

  • Olio extravergine d’oliva 30 g

Preparazione

L’impasto con il metodo tradizionale

  1. In una ciotola capiente sciogliete il lievito madre non rinfrescato nell’acqua.

  2. Aggiungete l’olio e il malto e mescolate con una forchetta.

  3. Unite la semola, la farina e il sale e iniziate ad impastare, prima con una forchetta e poi con le mani: lavorate l’impasto a mano per almeno 10 minuti, fino ad ottenere una consistenza morbida e non appiccicosa.

L’impasto con il Bimby

  1. Mettete nel boccale il lievito madre non rinfrescato e l’acqua e mescolate per 30 secondi a velocità 3.

  2. Unite il malto, l’olio, la semola, la farina e il sale e impastate per 3 minuti a velocità Spiga: dovrete ottenere un panetto morbido e non appiccicoso.

La lievitazione e la cottura

  1. Mettete l’impasto in una ciotola leggermente unta, copritelo con la pellicola e fatelo lievitare per 3 ore nel forno spento con la luce accesa.

  2. Trascorso il tempo di lievitazione, togliete l’impasto dal forno e portate la temperatura a 200 gradi, in modalità statica.

  3. Dividete l’impasto in due parti, una leggermente più grande dell’altra.

  4. Usate la parte di impasto più grande per fare la base della vostra focaccia: ricoprite una teglia rettangolare (la mia è di cm 23×16), con carta da forno, spolverizzatela con la farina e stendete l’impasto fino a ricoprire tutta la superficie della teglia.

  5. Aggiungete il vostro ripieno: io ho utilizzato il prosciutto cotto di Praga e la scamorza affumicata.

  6. Aiutandovi con un altro foglio di carta da forno spolverizzato con la farina, stendete la seconda parte di impasto e ricoprire la vostra focaccia, sigillando bene i bordi con le mani.

  7. Spennellate la superficie con l’olio rimasto e infornate la vostra focaccia ripiena con esubero di lievito madre nel ripieno centrale del forno caldo per almeno 25 minuti: quando la superficie sarà dorata, la focaccia sarà pronta e potrete gustarla!

Note

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Precedente Pasta con broccoli e salsiccia Successivo Piadina con esubero di lievito madre

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.