Crea sito

FORNO STATICO O VENTILATO

FORNO STATICO O VENTILATO

Ormai quasi tutti i forni hanno migliaia di funzioni diverse e tantissime manopole da scegliere che variano a seconda del modello di forno che avete ma le due funzioni più comuni a tutti i forni e sicuramente le più discusse sono sicuramente la funzione statica e ventilata. Almeno una volta nella vita ci siamo chiesti per una ricetta se è meglio usare il forno statico o ventilato e a volte siamo andati anche un po’ a caso quindi oggi ho deciso di preparare un articolo che possa aiutarvi a capire una volta per tutte quando è meglio scegliere la funzione statica e la funzione ventilata.

FORNO STATICO O VENTILATO

COTTURA IN FORNO STATICO

La cottura statica un metodo di cottura per irraggiamento quindi le parti più vicine alle resistenze verranno cotte prima.

E’ la più indicata in generale per TUTTI I TIPI DI LIEVITATI: pandori, panettoni, pane, pizza, focacce, pandispagna e DOLCI DA PASTICCERIA una temperatura di utilizzo consigliata che si aggira tra i 160 e i 180° a seconda della ricetta.

COTTURA IN FORNO VENTILATO

La cottura in forno ventilato è un metodo di cottura che garantisce la cottura uniforme del cibo in tutte le sue parti grazie a una o più ventole che distribuiscono il calore delle resistenze in modo uniforme.

E’ la cottura più indicata per tutti i PRIMI E SECONDI PIATTI al forno ma anche per CONTORNI DI VERDURE e per TORTE DA COLAZIONE E BISCOTTI.

Con il forno ventilato NON vanno mai cotti in questa modalità i grandi lievitati (pandoro, panettone, colomba) perché il ricircolo dell’aria ne inibirebbe la corretta crescita e lievitazione.

COME FARE SE HO SOLO IL FORNO STATICO MA LA RICETTA PREVEDE VENTILATO?

Potete realizzare la ricetta in forno statico anche se io uso il forno ventilato basta modificare la temperatura.

In generale tra un forno statico e uno ventilato la temperatura varia dai 10 ai 20 gradi.

Se una ricetta prevede ad esempio il forno ventilato a 180° potrete realizzarla nello stesso tempo con forno statico a 190° se si tratta di un dolce e 200° se si tratta di un primo piatto.

In generale che voi scegliate un tipo di cottura statica o ventilata è bene ricordare sempre che è assolutamente sconsigliato aprire la porta del forno durante la cottura dei cibi. Questo perché oltre a disperdere il calore e innalzare i consumi rischiate di sottoporre l’alimento a uno shock termico che potrebbe influenzare la corretta riuscita dello stesso.

Nelle cotture ventilate è bene ricordare di togliere sempre dal forno la placca che blocca la corretta circolazione dell’aria facendo da barriera.

Se i lievitati ad esempio panbrioche o cornetti vi sembrano troppo secchi in superfice con la cottura ventilata un trucco è di passarci sopra quando sono ancora caldi del latte intero aiutandovi con un pennellino.

Spero che i miei consigli possano esservi utili. Ora correte ad allacciare il grembiule e accendete subito il forno per realizzare una delle mie ricette perché ora sapete perfettamente come e quando usarlo no?

Se vi è piaciuta questa raccolta sono sicura che sarai interessato a vedere anche tutte le mie RACCOLTE DI RICETTE

Torna alla HOME PAGE
Clicca mi piace alla mia pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.