Vruocculu affucato

Sono finiti ormai i bagordi dei giorni di festa ed è ora di fare i conti con i chili di troppo e con i classici buoni propositi di inizio anno. Come ogni santo anno il mio primo proposito è quello tornare in linea….anche se a dirla tutta più che una linea la mia è sempre stata una circonferenza! :/ Ad ogni modo… in linea con i miei buoni propositi, il primo post del 2015 riapre  ufficialmente la sezione dedicata alle ricette light perché si sa, la Befana segna la fine delle feste e il 7 gennaio puntualmente segna l’inizio delle DIETE! Se anche il vostro primo selfie post feste assomiglia al mio, allora ahimè…vi tocca cominciare a fare i conti con la “dura realtà”! :p Dimenticatevi le abbuffate e affrontate con coraggio la prima sfida dell’anno… o almeno fate finta di non avere paura e chiedete a qualcun altro di guardare il vostro peso sul display di quell’arnese infernale chiamato bilancia pesapersone! 🙂 La vostra salute vi ringrazierà!selfie post feste

E ora, bando alle ciance, ed eccovi una prima idea di contorno light, per di più vegano al 100%.
I contorni sono una di quelle cose che possono arricchire e completare un pasto senza farci spendere troppo. Nella preparazione di  questa categoria di alimenti bisogna pero’ fare molta attenzione a non esagerare con i condimenti per non rischiare di vanificare lo sforzo di tornare in linea. Viene da se’ che mai come in questo caso bisogna usare la fantasia, e cosa ancora più utile, bisogna guardare alla tradizione popolare. Rispolverare i quaderni di cucina delle nostre nonne potrebbe sicuramente tornare utile. Spesso infatti tendiamo a sottovalutare alimenti che in realtà possono rivelarsi gustosi,come ad esempio il cavolfiore. Dalla tradizione siciliana ho imparato che il cavolfiore, detto “vruocculu” in dialetto siciliano, oltre che per la pasta, può essere utilizzato per ottenere un tipico contorno contadino, sano gustoso ed economico. È questo il caso del “vruocculu affucatu” ovvero il cavolfiore cotto “affogato” nel vino che a seconda della zona può essere rosso (catania) o bianco.

INGREDIENTI

PREPARAZIONEcavolfiore affogato prep

  1. Pulire il cavolfiore e ridurlo in cimette.
  2. Far soffriggere l’aglio, il peperoncino e l’acciuga in 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva.
  3. Aggiungere il cavolfiore e farlo soffriggere qualche istante.
  4. Sfumare con il vino.
  5. Aggiungere le olive.
  6. Salare, pepare e portare a cottura coperto.
  7. A cottura ultimata cospargere con prezzemolo tritato e un  filo di olio extra vergine di oliva a crudo per esaltare il sapore.

I vrocculi affucati possono essere consumati sia caldi che freddi e personalmente a me piacciono tanto a temperatura ambiente. Sono un ottimo contorno: gustosi e leggeri rappresentano un diversivo alle solite verdure bollite. Una porzione di cavolfiore così preparata avrà un apporto calorico di circa 160 Kcal (porzione da 280 g).b5b7108c6ea4ea5c6006689b508797a4_m (1)

Al seguente link potrete visionare la scheda nutrizionale della ricetta e controllare di persona la composizione in macronutrienti della stessa.vrocculu affucato 3

Con la ricetta dei miei “vruocculi affucati” e con la gentile partecipazione di Olio Dante,  e Olive Ficacci auguro a tutti voi un sereno 2015!

Oliodante_Oleifici_MataluniFicacci_RGB

Alla prossima ricetta! 🙂

Valeria

Con questa ricetta partecipo al contest Cavoli, che Ricetta! del blog Pixelicious, di Sara

bannercavolo72dpi

21 thoughts on “Vruocculu affucato

  1. Fata Morgana il said:

    Carissima,
    hai centrato proprio l’ argomento… dopo i bagordi delle feste, il mio proposito numero uno e’ assottigliare la circonferenza 🙂
    Adoro i cavolfiori, questa proposta mi mancava, certamente saporita, da gustare senza troppi sensi di colpa.

  2. Serenella Venturini il said:

    Ciao Valeria e buon anno cara!!
    Ecco proprio oggi salendo sulla bilancia mi sono detta ” dobbiamo metterci a dieta” , troppi stravizi durante queste feste!!!
    E questo contorno che ci presenti oggi è qualcosa di veramente divino..sai in questo periodo il mio orto mi regala bellissimi cavolfiori e sono così buoni!! io li adoro , li mangio anche semplicemente lessati con un filo di olio a crudo!!
    Ma la tua ricetta mi fa troppo gola e domani quasi quasi me lo preparo per pranzo!! le alici e le olive credo gli conferiscano quel gusto in piu’ e quella bontà che li fa essere irresistibili..
    Un contorno semplice, sfizioso e salutare!!
    Un bacione grande!!

  3. Marina Napolitano il said:

    Non conoscevo questa ricetta, sinceramente non amo i broccoli ma forse così hanno una nota diversa… mi incuriosiscono. Li preparerò per provarli

  4. Che buona questa tua ricetta, io adoro il cavolfiore, la proverò anche se penso di non utilizzare il peperoncino e l’aglio perchè non amo questi due sapori, ma penso venga buona ugualmente, del resto questo ortaggio ha un ottimo sapore senza bisogna di essere insaporito troppo

  5. samantha il said:

    Effettivamente dopo i bagordi bisogna rimettersi in riga, e questo capita proprio al momento giusto! Mi segno la ricetta depurativa 😀 Grazie

  6. Sabrina B. il said:

    A differenza di molti a me il broccolo piace molto e anche salutare per le sue proprietà nutrizionali ma fatto come tu lo proponi non l’ho mai assaggiato. Ti rubacchio la ricetta

  7. Solo da poco ho iniziato ad apprezzare i broccoli, ma non li ho mai provati affogati nel vino, pur essendo siciliana anche io! Fortunatamente non ho preso nulla durante queste feste, ma prima ero a dieta e quindi devo comunque tornare a perdere peso: la tua ricetta light, ma comunque gustosa, mi sembra perfetta 😉

  8. Maria Felicia il said:

    Ok, sono stupita, dalle mie parti i vruoccul sono i broccoli e dinnanzi alla tua foto, ero inizialmente perplessa…poi ho letto che parli di cavolfiore e mi sono sentita un po’ sciocca per il qui pro quo.
    L’aspetto del tuo piatto è comunque molto invitante e poi fanno benissimo alla salute!

    • solaria M. il said:

      Ciao Maria! tranquilla….. 🙂 anche io che sono napoletana quando mi sono trasferita in Sicilia ho fatto parecchie gaffe per via di questo termine. Qui il cavolfiore, che per di più solitamente è verdino nelle zone di Palermo e violaceo verso Catania, viene chiamato broccolo mentre i broccoli vengono chiamati in dialetto “sparacelli”. Quindi è facile se non addirittura inevitabile fare confusione. A presto e buona giornata
      :)Valeria

Lascia un commento

*