Risotto di bruscandoli

I bruscandoli, erba spontanea tipica di questa stagione, sono i germogli di luppolo selvatico. Sono indicatissimi per questo gustoso risotto che sa di primavera……..

Ingredienti:

un mazzetto di bruscandoli (si usano le punte della piantina)

300 gr. di riso vialone nano

mezza cipolla

olio extravergine di oliva

sale e pepe

brodo vegetale

una noce di burro

uno-due cucchiai di latte

Pulire, lavare con cura e tagliuzzare finemente i bruscandoli.

Tritare la cipolla e soffriggerla in olio extravergine di oliva, aggiungere i bruscandoli, sale e pepe e cuocere per 5-6 minuti.

Aggiungere il riso, farlo tostare e bagnare con brodo vegetale portandolo a cottura per 18 minuti circa, aggiungendo mano a mano il brodo.

A fine cottura, a fuoco spento, aggiungere il burro e il latte, aggiustare di sale e pepe e coprire per 2 minuti. Mantecare per ottenere l’effetto onda  e servire accompagnato da parmigiano grattugiato a parte.

Partecipo con questa ricetta al contest:

 

 

10 thoughts on “Risotto di bruscandoli

  1. No Sonia, sono i germogli del luppolo selvatico. A prima vista possono assomigliare agli aparagi, ma sono tutta un’altra cosa……..

  2. Anche a me a prima vista sembravano asparagi spigati, poi a vederli meglio si vede che sono diversi.

    le piante selvatiche di stagione sono formidabili in paste e risotti.

    Nonostante non abbia mai sentito queste, devono comunque dare un sapore molto particolare e squisito.

  3. Sì Stefano, è proprio come dici tu……Hanno un gusto particolare, buono buono. Ma, asparagi spigati???? Cosa sono?????? Forse quelli che noi chiamiamo asparagi selvatici, sottili sottili e usiamo nei risotti?

  4. paolo il said:

    Grande abbuffata, me ne sono mangiato due piatti … il tocco finale del latte è stato “amalgamante”.

    un abbraccio e grazie Paolo e Roberta – Michelangelo e Giulia (altri due piatti)

Lascia un commento