Frittelle di ricotta, dolci di Carnevale

Le frittelle di ricotta sono un altro irresistibile classico tra i dolci fritti di Carnevale, veramente squisite nella loro semplicità.

Questo è davvero un dolce dell’ultimo momento, perfetto per quando si ha fretta o si è fatto tardi ma si vuole ugualmente preparare qualcosa di particolare. Non ci sono infatti tempi di attesa o creme da cuocere: la ricotta lavorata, soffice e deliziosamente profumata, viene racchiusa nella pasta sfoglia, poi bastano un tuffo nell’olio bollente e un filo di miele per completare…davvero facilissimo e veloce, ma non per questo meno goloso! 🙂

frittelle di ricotta

 Frittelle di ricotta 

Ingredienti per 6 persone 

  • pasta sfoglia pronta, due rotoli
  • ricotta (se fresca è meglio che sia del giorno prima, lasciata sgocciolare in un cestello nel frigorifero in modo che perda il siero e resti asciutta), 400 grammi
  • zucchero a velo, 50 grammi
  • cannella in polvere, un cucchiaino
  • la buccia grattugiata di un’arancia non trattata
  • palline o codette di zucchero colorate q.b.
  • miele q.b.
  • un albume  per spennellare la sfoglia
  • olio per friggere q.b.

Preparazione

In una ciotola delle giuste dimensioni ammorbidire la ricotta lavorandola con una forchetta. 

Aggiungere lo zucchero a velo setacciato, la buccia grattugiata di arancia e la cannella, quindi mescolare bene in modo da avere un crema morbida e ben amalgamata.

Stendere i due rotoli di pasta sfoglia sul piano da lavoro.

Allineare sulla prima sfoglia tanti mucchietti di ricotta, disponendoli ad una certa distanza dai bordi (circa 4 cm).

Spennellare l’albume intorno ai mucchietti di ricotta.

Coprire delicatamente con la seconda sfoglia, premendo con le dita intorno alla ricotta, in modo da eliminare le bolle d’aria e da sigillare il ripieno.

Tagliare la sfoglia con la rotella tagliapasta, ricavandone una serie di ravioli rettangolari. 

Ripiegare le estremità di ogni raviolo su se stesse oppure attorcigliarle, come ho fatto io, chiudendo i ravioli a caramella.

In alternativa a questo sistema, si può anche tagliare direttamente la sfoglia in tanti dischi rotondi con un coppapasta. In tal caso, coprire poi metà del disco con un mucchietto di ricotta, spennellare con l’albume e ripiegare l’altra metà chiudendo il disco a mezzaluna.

Friggere i fagottini ottenuti in abbondante olio caldo, poggiandoli via via su carta da cucina in modo che l’olio in eccesso venga assorbito.

Le nostre frittelle di ricotta sono pronte: non resta che disporle sul piatto da portata, irrorarle con un filo di miele (eventualmente riscaldato a bagnomaria per renderlo maggiormente fluido) e cospargerle con le palline di zucchero colorate.

Se la ricetta delle frittelle di ricotta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter, Google+ e Pinterest!

Precedente Cannelloni alla sorrentina, ricetta tradizionale Successivo Sformato di zucca con ricotta e patate

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.