Variabilicontaminazioni.blog

L’amaranto comune. Questo piccolo e sorprendente cereale

L’amaranto comune. Questo piccolo e sorprendente cereale

L’amaranto comune. Questo piccolo e sorprendente cereale racchiude al suo interno una sorprendente ricchezza nutrizionale.

È una fonte eccellente di proteine, superando in quantità persino il classico grano.

Non solo, ma apporta anche un’incredibile diversità di minerali essenziali come calcio, ferro, e magnesio, e vitamine, principalmente quelle del gruppo B.

Un aspetto che lo rende particolarmente pregiato è il suo elevato contenuto di lisina, un amminoacido essenziale spesso scarso nei cereali.

Inoltre, l’amaranto è completamente privo di glutine, rendendolo un ottimo compagno alimentare per chi è intollerante o ha scelto di escluderlo dalla propria dieta.

Origini e storia dell’Amaranto Comune

L’amaranto vanta una storia millenaria, con origini che si perdono nella notte dei tempi delle civiltà precolombiane dell’America.

Cultivato come alimento base dalla civiltà Azteca, era ritenuto talmente sacro da essere impiegato persino in cerimonie religiose.

Dopo l’arrivo degli spagnoli, la sua coltivazione subì un declino a causa delle politiche di oppressione culturale

ma non fu mai completamente eradicato e continuò a essere coltivato in piccole parcelle isolate, custodendo gelosamente il suo incredibile valore nutrizionale

fino ai giorni nostri, quando sta conoscendo un’impennata di popolarità a livello mondiale.

Metodi di coltivazione

L’amaranto è noto per la sua sorprendente resilienza e capacità di adattamento. Può crescere in diversi tipi di suolo, anche in quelli meno fertili, e resiste bene alla siccità.

Queste caratteristiche lo rendono particolarmente interessante per la sostenibilità ambientale, poiché necessita di minori apporti di acqua e fertilizzanti rispetto ad altri cereali.

La sua coltivazione può avvenire sia in modo intensivo che in piccoli appezzamenti familiari, adattandosi così a diverse realtà agricole e contribuendo alla biodiversità vegetale.

Benefici per la salute

Il consumo di amaranto può apportare molteplici benefici al nostro organismo.

Grazie al suo alto contenuto di fibre, contribuisce a regolare la digestione e a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, facendolo considerare un alleato nella prevenzione del diabete tipo 2.

Le sue proprietà antiossidanti aiutano a contrastare l’azione dei radicali liberi, sostenendo la salute cardiovascolare e contrastando l’invecchiamento cellulare.

Il ricco apporto di minerali supporta la salute delle ossa e l’alto contenuto proteico lo rende un alleato prezioso per muscoli e recupero fisico, specialmente per chi segue un’alimentazione vegetariana o vegana.

L’amaranto comune. Questo piccolo e sorprendente cereale.

Curiosità

Sapevate che l’amaranto può raggiungere i 2 metri di altezza e che i suoi fiori possono essere di diversi colori, dal rosso al viola, fino al dorato?

Questa pianta non smette mai di stupire, tanto che in alcune culture viene utilizzata anche a scopo ornamentale. Un’altra curiosità riguarda il suo uso nelle festività:

per esempio, in Messico, durante il periodo del “Día de Muertos”, si prepara una specialità chiamata “alegría”, un dolce fatto appunto con amaranto, miele e zucchero, per celebrare la vita e il ricordo degli antenati.

Ricette popolari con Amaranto Comune

La versatilità dell’amaranto in cucina è notevole.

Può essere facilmente integrato in svariate ricette, dalla preparazione di pane e dolci, fino a diventare protagonista in insalate o piatti a base di cereali.

Un classico è l’amaranto soffiato, che può essere gustato al mattino con latte o yogurt, oppure impiegato nella preparazione di barrette energetiche fai-da-te.

Risotti, zuppe, e persino hamburger vegetali possono essere arricchiti con questo incredibile cereale, fornendo non solo gusto ma un notevole apporto nutritivo.

Sostenibilità e impatto ambientale dell’amaranto; questo piccolo e sorprendente cereale.

l'amaranto comune in fiore

In un’epoca dove la sostenibilità ambientale è più che mai al centro delle nostre preoccupazioni

l’amaranto rappresenta un’opzione agricola promettente.

La sua capacità di crescere in condizioni di scarsa fertilità del suolo e con basse necessità idriche lo rende un alleato contro l’erosione e la desertificazione.

La coltivazione dell’amaranto, favorisce la diversità delle colture e contribuisce a strategie agricole più resilienti e sostenibili

mitigando l’impatto dell’agricoltura intensiva sul nostro pianeta e apportando benefìci tangibili alla salute della terra e, di conseguenza, alla nostra.

Potrebbero anche interessarti gli articoli sotto:


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Enza Squillacioti

Bio Enza da cuoca a fonte di ispirazione nella cucina e nella vita La passione per la vita all’aria aperta e la natura ha sempre caratterizzato la sua vita che, pur avendo lasciato il mondo professionale della cucina alcuni anni fa, non ha mai smesso di nutrire l’amore per il cibo, specializzata nella tradizionale cucina piemontese e italiana rustica. La sua dedizione la porta ad essere non solo un’apprezzata cuoca ma anche una stimata coach di cucina, organizzando corsi per turisti desiderosi di scoprire i segreti di piatti genuini arricchiti da erbe spontanee edibili, le cui virtù sa valorizzare nelle sue preparazioni. La decisione di coltivare un proprio orto, ponendo particolare enfasi sulle erbe aromatiche, e l’allevamento di galline, le sue “polle” per avere sempre a disposizione uova fresche, manifesta il suo profondo legame con la terra. Questa stessa passione è stata trasmessa ai suoi figli, i quali hanno abbracciato la vita agricola, dedicandosi all’allevamento di pecore e capre e alla produzione di formaggi e carni di qualità. Nel corso degli anni, ha scoperto la poesia come forma di espressione personale, nella quale riflette non solo su se stessa ma anche sulla società, condividendo poi queste riflessioni attraverso il suo blog Variabilicontaminazioni.blog che diventa punto di incontro tra la passione per la natura, l’amore per il cibo e la creatività artistica e il benessere. La sua vita è un chiaro esempio di come le passioni possano tessere assieme gli aspetti più disparati dell'esistenza, creando un tessuto ricco di esperienze e condivisioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »