Pollo fritto americano – Stile KFC

Buon venerdì ragazzi 🇺🇲
Eccoci tornati con le ricette. Questa settimana il blog si catapulta tutto negli States alla scoperta dei piatti tipici e più apprezzati della cucina Americana. Oggi voglio proporvi una versione, che si accosta molto la versione originale, di uno tra i piatti più conosciuti e apprezzati. Il pollo fritto! Il pollo fritto è un piatto classico americano che ormai spopola in tutto il mondo, al punto che sono diverse la catene di fast-food che propongono come must questa pietanza, aperte anche in ltalia.

Il pollo fritto nasce con l’arrivo degli scozzesi nel sud degli Stati Uniti, infatti è conosciuto anche come “Southern fried chicken“. Le donne arrivate negli Stati Uniti come schiave, iniziarono già nei primi anni del 1700 a vendere pollo fritto nelle strade, ma era ancora considerato un lusso, visto il costo della carne. Nelle piantagioni del sud, agli schiavi era consentito di tenere qualche pollo, cosi questo piatto continuò ad essere quello delle occasioni speciali, fino all’abolizione della schiavitù, quando si diffuse ben oltre la comunità africana in tutti gli Stati Uniti e poi anche fuori. Scopriamo insieme come avere un pollo fritto all’americana croccante e gustoso, vediamo insieme come prepararlo

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione12 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaAmericana

Ingredienti

  • 500 gcosce di pollo
  • 400 galette di pollo (E altri pezzi)
  • 252 glatticello
  • farina 00 (Q.b)
  • paprika (Q.b)
  • sale (Q.b)
  • aglio in polvere (Q.b)
  • origano secco (Q.b)
  • olio di semi di arachide (Q.b)

Preparazione

  1. • Per la preparazione del pollo fritto all’americana iniziare mischiando la farina con la paprika, l’origano e l’aglio in polvere. Mettere le ali, le cosce e i pezzi di pollo in una ciotola col latticello (un sottoprodotto ottenuto trasformando la panna in burro facilmente reperibile in commercio o nei negozi specializzati).

    • Inumidire con cura il pollo, quindi passarlo nel mix di farina e spezie avendo cura che la panatura sia uniforme e compatta.

    • Mettere a scaldare l’olio di semi nella friggitrice o, in mancanza, in una pentola da riempire d’olio in modo che ci si possa immergere il pollo completamente. Quando l’olio avrà raggiunto la temperatura di 180°, o quando mettendo un pizzico di panatura sfrigolerà, aggiungere i pezzi di pollo un po’ per volta e cuocerli circa 15/20 minuti, avendo cura di girarli a metà cottura.

    • Una volta cotto, poggiare su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso e gustate il pollo fritto americano croccante ancora caldo.

    NB. Il sale si può aggiungere a fine cottura o nell’impanatura (io l’ho aggiunto nella panatura).

Le spezie da usare possono variare a seconda dei gusti: si può usare il curry come un misto di salvia, alloro e origano da mischiare sempre alla farina o anche aggiungere del peperoncino in polvere. Al posto del latticello si può anche usare dello yogurt, mentre sarebbe meglio evitare il latte che ha una consistenza diversa. Un altro modo per panare il pollo è metterlo con la farina in un sacchetto da freezer grande e agitare. Se preferite potete anche passare il pollo prima nelle spezie e poi nella farina.

Vi consiglio di accompagnarlo con le salse che più preferite. Io l’ho gustato con maionese home made e qualche cetriolino sott’aceto tagliato sottile.

Inoltre ci sono tantissime varianti che si accostano alla ricetta classica. Ad esempio se si vuole aggiungere una nota ancora più cruncky si possono aggiungere, nell’impanatura, pezzi di corn flakes sbriciolati.

Insomma un piatto gustoso, tipico, che mette d’accordo grandi e piccini.

Chi di voi non ha mangiato almeno un volta il pollo fritto? 😋

Un medico ai fornelli.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.