Crea sito

Baffospaghetto con crema di pistacchi e tartare di tonno rosso

Ciao ragazzi 👋🏻

L’ospite settimanale di oggi é Mastrogiacomo Nicola alias Baffettochefacose. Nicola ha 29 anni originario della calorosa Puglia per l’esattezza di Bisceglie, é un irreverente studente di Medicina e Chirurgia in quel di Ferrara. Volontario croce rossa impeccabile ha molteplici interessi, molti inerenti a varie forme artistiche. Ama ad esempio le mostre d’arte, conoscere la cultura di ogni città che visita, viaggiare, leggere e da un po’ di tempo a questa parte ha coltivato una forte passione social. Proprio sui social infatti spesso si identifica con questa sorta di “alter ego” che ha chiamato Baffettochefacose. Questo nome così simpatico ebbe origine quando, nel lontano Novembre del 2014, Nicola decise di tenere su i baffi come simbolo di prevenzione della salute maschile, che ha molto a cuore. Da lì infatti Nicola ha iniziato a creare contenuti come rubriche, dirette, ospitate e collaborazioni trattando tematiche scientifiche di facile comprensione.
Lui stesso dice: <<Il mio obiettivo nel mio piccolo é che le persone, attraverso i social, capiscano l’importanza fondamentale della prevenzione>>.
I suoi contenuti infatti sono sempre di spessore, originali e ben curati. É talmente attento ai dettagli che nelle story o nei contenuti che condivide sulle piattaforme inserisce sempre sottotitoli, in modo che il contenuto proposto sia accessibile anche alle persone affette da disabilità. Ciò non può che fargli doppiamente onore. Da diversi anni inoltre fa parte di: La medicina in uno scatto, un progetto web di divulgazione e formazione medico – scientifica. La cosa interessante é che il blog é alla portata di tutti e gli argomenti di cui si discute sono davvero scorrevoli e di facile comprensione non solo per i professionisti, ma soprattutto per il resto della popolazione che ha il piacere e la voglia di immergersi in una sana e competente informazione. In questo progetto Nicola si occupa di Medicina Sociale cioè tutte quelle misure preventive di divulgazione con il fine ultimo di raggiungere il buono “stato di salute” e il benessere sociale. Gli articoli sono davvero disparati e di piacevole lettura. Paradossalmente tutto questo é iniziato quasi come un gioco, un mettere alla prova se stessi e le proprie “capacità di scrittura”. Da lì si é aperto un mondo e ad oggi é uno degli utenti più attivi e brillanti sul sito.

Della serie: <<Great things never came from comfort zone>>.

Davvero un ragazzo ammirevole, sensibile ed appassionato che quest’oggi ci propone una ricetta che per me che adoro il pistacchio é l’apoteosi del gusto!.

Vediamo insieme come prepararla.
  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 porzioni

  • 200 gSpaghettoni
  • 100 gpistacchi (Possibilmente di buona qualità)
  • olio extravergine d’oliva (Q.b)
  • 180 gTrancio di tonno rosso
  • limone (Q.b)
  • zenzero fresco (Q.b In alternativa alla radice fresca si può usare zenzero in polvere)
  • pepe nero (Q.b)

Preparazione degli spaghetti con crema di pistacchi e tartare di tonno

  1. • Mettere sui fornelli da una parte un pentolino con sola acqua e dell’altra una pentola con acqua e sale e portare entrambe a bollore.

    • Prendere il trancio di tonno fresco e tagliarlo a cubetti. Riporlo in una ciotola a marinare qualche minuto con olio, pepe, succo di limone e tanto sentimento.

    NEL MENTRE SI MARINA LA TARTARE DEDICARSI ALLA PREPARAZIONE DELLA CREMA DI PISTACCHI:

    • Sgusciare tutti i pistacchi, quando giunge a bollore l’acqua nel pentolino versare i pistacchi e lasciarli bollire per 3 minuti.

    • Scolare i pistacchi ancora bollenti metterli in un canovaccio, chiudere e strofinarli tra loro così che la pellicina venga via, in modo tale da poter prendere solo il pistacchio interno integro.

    • Nel contenitore di un Minipimer inserire i pistacchi, un po’ d’olio, pepe, un po’ di succo di limone, buccia di limone grattugiata e lo zenzero (per pelarlo con più facilità utilizzare un cucchiaio, si lo so che sembrerà strano ma funziona davvero). Azionare e triturare il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo, simil pesto.

    • Quando l’acqua giunge a bollore versare gli spaghettoni e far cuocere fino a qualche minuto prima del tempo indicato sulla loro confezione.

    • Con una pinza prenderli e metterli in una padella calda con la crema di pistacchi e concludere la cottura “risottandoli” con l’acqua di cottura degli spaghettoni stessi, aggiunta un mestolo alla volta, fin quando non si assorbe completamente.

    NB. Assaggiare ed eventualmente aggiustare di pepe, zenzero e limone.

    • Ora come suggerisce Nicola si hanno 2 possibilità. Se piace la tartare leggermente scottata spegnere i fuochi, versare la tartare di tonno e amalgamare per qualche secondo. Se invece la si preferisce cruda metterla direttamente come guarnizione dopo l’impiattammento.

    Ora, sedetevi, gustatela e siate felici per aver mangiato questa prelibatezza.

Un piatto supergolo ragazzi provare per credere. Nicola suggerisce anche, per chi non ama la tartare di tonno cruda, o di scottarla in padella quanto si desidera oppure ometterla. Il risultato finale non sarà meno libidinoso.

Nb. Il tonno rosso può essere consumato subito solo se fresco, altrimenti va correttamente abbattuto in un abbattitore di temperatura, oppure congelato in freezer da un minimo di 48h ad un massimo di 4 giorni (Per scongiurare il rischio di un eventuale proliferazione parassitaria).

Ma parliamo un po’ dei pistacchi…

Apprezzati in ogni periodo dell’anno, questi piccoli frutti stimolano la produzione di endorfine e combattono lo stress. Apportano molti benefici poiché sono ricchi di sali minerali, in particolar modo di potassio, magnesio, fosforo, calcio, ferro e rame. Contengono inoltre molta vitamina A, ma anche vitamine B, C ed E.

Quali sono le proprietà dei pistacchi?

1. Riducono il rischio di malattie cardiovascolari: Come quasi tutta la frutta secca, i pistacchi limitano l’insorgenza di patologie cardiovascolari, alzando il livello del colesterolo buono (HDL) e riducendo quello del colesterolo cattivo (LDL).

2. Combattono la pressione alta: Merito del contenuto di potassio. I pistacchi, infatti, consentono di tenere sotto controllo la pressione alta, risultando di supporto in caso di ipertensione.

3. Prevengono il diabete di tipo 2: Il fosforo infatti, riesce a tenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue e di conseguenza a prevenire alcune forme di diabete mellito.

4. Stimolano il sistema nervoso: Il merito é della vitamina B6, che stimola la produzione di mielina (importante per il cervello, poiché supporta le fibre nervose nello scambio ottimale di informazioni tra un neurone e l’altro).

5. Proteggono i nostri occhi: I pistacchi contengono un alto tasso di antiossidanti, fondamentali per combattere i radicali liberi, prevenendo anche l’insorgere di patologie oculari.

6. Aiutano in caso di anemia: Per il loro contenuto di rame, un minerale decisivo che aiuta l’assorbimento del ferro non solo prevenendo, ma anche trattando stati anemici.

Ringrazio davvero tanto Nicola per aver condiviso con noi la sua ricetta del cuore, taggate me e Nicola su Instagram se vi cimenterete nella preparazione. In basso vi linko i suoi profili social, correte a seguirlo.

Un grande abbraccio.

PROFILO INSTAGRAM: @mastrogiacomonicola

LA MEDICINA IN UNO SCATTO: msha.ke/mastrogiacomonicola/

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.