Crea sito

Preparato staccante per stampi e tortiere

Il preparato staccante per stampi e tortiere è indispensabile e ci viene in aiuto quando si preparano dolci o salati da cuocere in forno. Gli stampi sia che siano in alluminio che in ceramica, acciaio oppure in materiale antiaderente devono essere unti affinchè l’impasto non si attacchi in maniera inesorabile alle pareti dei contenitori. Generalmente si utilizzano burro e farina (il vecchio metodo) oppure si foderano con carta da forno ottenendo spesso dolci dalle pareti inesorabilmente disuguali e imperfette. Ed ecco il preparato staccante fatto in casa con pochissimi ingredienti, si spennella in un attimo arrivando anche all’interno dei decori degli stampi e una volta preparato si mantiene, ben chiuso in un vasetto o recipiente apposito, in frigo per più di un mese.

  • Difficoltà:Molto Bassa
  • Preparazione:3-4 minuti
  • Cottura:nessuno minuti
  • Costo:Molto Basso

Ingredienti

  • 50 g burro (morbido)
  • 70 g Farina 00
  • 120 ml olio di semi di arachidi

Preparazione

  1. preparato staccante per stampi e tortiere

    Il preparato staccante per stampi e tortiere lo si trova facilmente in vendita su siti e rinomati negozi alimentari tendenzialmente liquido o in confezione spry. Saranno anche validi ma a mio giudizio contengono conservanti e additivi vari quindi perchè non prepararlo direttamente in casa? Con tre ingredienti che si trovano in tutte le dispense e un procedimento più che facile si può creare questo preparato staccante ma non solo per le stampi e tortiere: ho utilizzato questo magico prodotto anche nel fornetto Versilia e funziona alla grande.

  2. preparato staccante per stampi e tortiere

    Nella preparazione del dolce preferito basterà spennellarlo nello stampo scelto, versare il composto e voilà, è pronto ad essere infornato. Vi inserisco il doppio procedimento per realizzare il preparato staccante per stampi e tortiere sia con il Bimby che con un semplice frullatore. Collaudato con uno stampo in alluminio e funziona… altrochè se funziona!!

  3. Procedimento con il Bimby

    Versate nel boccale tutti gli ingredienti, impostate il tempo  a 20 sec. e frullate a velocità 6, otterrete un composto cremoso; spatolatelo e trasferitelo in un vasetto a chiusura ermetica oppure in un contenitore apposito e conservatelo in frigo; all’occorrenza basterà intingere il pennello nel preparato e passarlo con cura all’interno dello stampo

    Procedimento con il frullatore

    Mettete nel bicchiere del frullatore tutti e tre gli ingredienti poi frullate per qualche minuto alla massima velocità ottenendo una cremina ben amalgamata, trasferitela aiutandovi con un leccapentole in silicone in un vasetto e conservatela in frigo, sempre pronta all’occorrenza.

    Facilissimo vero? Non potrete più farne senza ..parola mia!

Note

Se ti piacciono le mie ricette seguimi sulla mia pagina FACEBOOK
basta cliccare “mi piace” e ogni giorno puoi essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate e commentare con me le varie preparazioni.

Altre ricette correlate: COME FARE TRUCCHI E CONSIGLI IN CUCINA

Seguimi anche su PINTEREST

94 Risposte a “Preparato staccante per stampi e tortiere”

  1. ciao, trucchi veramente interessanti, infornare a freddo il ,mio ricettario del forno ha la funzione pane e dice di infornare a freddo,unico neo non mi dice a che temperatura cuoce, vorrei chiederti una cosa,faccio il dado in casa,lo chiamo dado ma in effetti è un simildado nel senso che metto tutti gli ingredienti del dado ma non la dose di sale, in quanto se voglio una minestrina più saporita verrebbe troppo salata,l metto nei bicchierini di plastica del caffè e poi congelo così porzionata,ma ho dei dubbi sulla plastica a contatto con gli alimenti nel congelatore,secondo te potrebbe rilasciare qualche sostanza nociva al mio dado?
    grazie x i tuoi consigli,baci Mteresa

    1. Ciao Mteresa e benvenuta, anche io congelo nei bicchierini di plastica (quelli per alimenti indicati per bevande ecc) e ti assicuro che sono perfetti anche per congelare le uova. Procedi tranquilla la plastica dei bicchieri è come quella per alimenti delle ciotole in genere adatte per congelare. Un abbraccio e buona giornata.

      1. ciao ,ti ho scoperta x caso cercavo delle ricette x i crauti in agrodolce e sono capitata nel tuo, ricette interessanti grazie della rispost sei stata velocissima,poi commenterò quelle ricette che proverò, andrò sicuramente a spulciare x copiare,grazie ancora, baci
        Mteresa

  2. Ciao Silvana, lo staccante è favoloso!!!! Ho potuto riutilizzare gli stampi per maffin in metallo che avevo abbandonato…Lo posso usare anche per le crepes? Grazie dei tanti consigli

    1. Rosaria per le crepes non lo utilizzerei, basta un pò di burro..lo staccante è ottimo per torte dolci e anche salate ciaoo e grazie

    1. Stranissima la cosa ti assicuro che faccio e rifaccio ripetutamente questo composto e mi lascia le torte dal fondo perfetto.

      1. Ho riprovato a fare un altra torta in altro stampo e ha funzionato!!!grazie mille per tutte queste ottime soluzioni !;-)

      1. Ma che strana la cosa…..io faccio e rifaccio lo staccante e dico che senza non saprei come fare. Non lo so dove non ha funzionato hai seguito ingredienti esatti e procedimento?

      1. dimenticavo,l’ho usato pure per non fare attaccare le crepes mentre le praparavo,quindi mi e’ venuto in mente che potrei usarlo anche in sostituzione del classico burro per preparare lasagne ,crespelle…..che dici?non fosse altro che basta un pennello e la preparazione e’ gia pronta da spennellare.

      2. E’ una soluzione fantastica tanto alla fine c’è solo burro, olio e farina più semplice e naturale di così..altro che acquistare spry posti in commercio…

  3. ciao volevo sapere se dopo lo stampo va infarinato o basta lo staccante? grazie e complimenti per il tuo blog e’ utilissimo

  4. Ho provato a farlo oggi, con il frullatore ad immersione: fantastico come si stende con comodità con il pennello. E ha funzionato a meraviglia! L’ho usato per il fornetto versilia e il pane è scivolato fuori senza fatica. Grazie per questa genialata, comodissima!!!

    1. Infatti poi molto meglio fatto in casa con prodotti genuini anzichè acquistare staccanti spry o altro, chissà cosa ci mettono dentro…..bleeee. ciaooo

  5. Ciaoo una domanda cosa usi per calcolare con esattezza p.es. 120-130 ml di liquido?? Per essere precisi dato che i misuratori vanno di 50 in 50??? Pesi il liquido??
    Grazie Antonella un abbraccio

    1. Si esattamente lo peso in grammi. In genere il peso principale è l’acqua che corrisponde 1 g a 1 ml quindi lo stesso peso, In genere puoi utilizzare l’acqua come punto di riferimento: se il liquido che devi inserire in ricetta è più pesante dell’acqua (ovvero quando lo versi nell’acqua va a fondo) ha peso specifico maggiore, quindi peserà di più. Ecco che 100 millilitri saranno più di 100 grammi. Se invece il liquido è più leggero (ovvero galleggia sull’acqua, come l’olio) ha peso specifico minore, quindi peserà di meno. Infatti abbiamo detto che 100 millilitri d’olio pesano 92 grammi.Io mi regolo ad occhio a volte e va bene comunque ciao Antonella..

  6. ciao Silvana!Volevo ringraziarti di questa “genialata” perché l’ho preparata e la conservo in frigo come hai indicato ed ogni volta che faccio una torta (quella marmorizzata all’acqua è sempre la più gettonata!!!!!) lo uso e si stacca tutto meravigliosamente e la torta non si rompe più!!!Grazie!!

  7. Sai, sei una bella persona, penso che poche persone condividono le cose come fai tu.
    Le ricette le spieghi in un modo semplicissimo, mi piace anche perchè metti le misure delle teglie e poi anche se usi il bimby o altro e di questo te ne sono grata io come tante altre. Grazie

  8. Ma è una meraviglia !!!!!! Non sapevo che esistesse un preparato ad hoc ma come sempre leggendo le tue ricette si impara sempre qualcosa di molto utile 🙂 Grazie :*

    1. Daniela si per la variante dell’olio, niente farina ma una volta spennellato di composto lo stampo, versa l’impasto e inforna, facile vero?

      1. Infatti complimentoni anche da parte mia. Io l’ho preparata e condivisa sul blog prendendo spunto da chi già l’aveva provata.

  9. ciao volevo chiederti se dopo aver unto occorre anche passarci farina e se va bene margarina al posto del burro visto che ho solo quella in frigo e volevo provare….grazie

    1. No Emilia niente margarina solo burro e quando spennelli il composto nello stampo è a posto così basta versare il composto. Ottimo per dolci e salati.

  10. Grazie x il bel consiglio!!!Ho una domanda da farti: dobbiamo rispettare la scadenza del burro oppure così lavorato si può utilizzare anche dopo la data di scadenza ? Grazie.

    1. Si Antonia, come dicevo prima in un’altro commento la quantità non è eccessiva, ma se vuoi puoi dimezzare le dosi degli ingredienti e fare il preparato quando l’hai terminato, tanto ci si impiegano pochi minuti! 😉 buona serata!

    1. Si Milena basta che sia di semi…non quelli scadenti come di semi vari o quelli per la frittura puoi scegliere. Ciaooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.