Minestra in brodo di fagioli con pancetta

Minestra in brodo di fagioli con pancetta

Dovete sapere che la minestra in brodo di fagioli con pancetta è un primo piatto tipico della cucina povera contadina della bassa Romagna. I legumi come i fagioli cannellini e i borlotti spesso e volentieri sostituivano la carne nella pentola del brodo; la miseria era tanta ma le azdore (le donne romagnole che mandavano avanti da sole la casa) non si sono mai lasciate prendere nè alla sprovvista nè dallo sconforto. Nel paiolo sul fuoco preparavano l’acqua con i fagioli che sobbollivano insieme ad un pugno di verdure dell’orto. La donna di casa, nel frattempo, preparava la minestra da aggiungere che, altro non era che una sfoglia matta, così chiamata perchè senza uova e impastata solo con acqua e farina. La golosità di questo piatto derivava dall’aggiungere, a fine cottura, un pezzetto di sfrigolante pancetta tagliata a pezzetti intrisa del suo grasso saporito. La maestria di allora stava proprio in questo: con pochissimi ingredienti riuscire a sfamare una numerosa famiglia portando in tavola una minestra calda e sostanziosa. Oggi è tutta un’altra storia; la minestra in brodo di fagioli con pancetta che preparo alla mia famiglia è una ricetta lussuosa a confronto dell’originale, utilizzo fagioli cannellini come ingrediente principale del brodo, dove lascio cuocere una gustosa minestra imbottita o spoja lorda (termine romagnolo) ed infine un battuto di pancetta rosolata a parte senza alcun condimento va ad arricchire la minestra che in famiglia preferiscono quasi (quasi) ai cappelletti o ai ravioli.

Minestra in brodo di fagioli con pancetta
Minestra in brodo di fagioli con pancetta

Minestra in brodo di fagioli con pancetta

Minestra imbottita romagnola o spoja lorda Minestra imbottita o spoja lorda

per la ricetta clicca sulla foto

 

 

 

Ingredienti per 4 persone

  • 450 g di fagioli cannellini (i fagioli bianchi) freschi oppure già lessati in scatola
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale oppure acqua e dado vegetale
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 spicchio di aglio (facoltativo)
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 300 g di minestra imbottita frasca oppure maltagliati all’uovo
  • 1 o 2 fette di pancetta dolce oppure affumicata a piacere tagliata a dadini
  • olio extravergine d’oliva q/b
  • grana grattugiata a piacere

Procedimento

La minestra imbottita potete prepararla il giorno prima oppure se l’avete già preparata e congelata ecco la ricetta giusta per utilizzarla. In alternativa alla minestra imbottita ottimi i maltagliati, i tubetti piccoli oppure la gramigna di piccolo formato.

Se utilizzate i fagioli in scatola scolateli dal liquido di conservazione e sciacquateli sotto il getto dell’acqua, se invece utilizzate fagioli cannellini freschi i tempi restano nell’ordine dell’ora per la cottura.

In una casseruola versate il brodo vegetale con i fagioli, le carote lavate sbucciate e apezzetti come pure per il sedano. Per chi ama i sapori rustici aggiungete anche lo spicchio di aglio.

Portate al bollore con fiamma vivace poi abbassate al minimo e lasciate cuocere per 1 ora, o fino a che le verdure se testandole con una forchetta saranno ben cotte.

Passate il contenuto della casseruola dal passaverdure oppure frullate direttamente nella casseruola utilizzando il frullatore ad immersione o minipimer.

Portate al bollore il brodo di fagioli e calate la pasta lasciandola cuocere per il tempo dovuto.

A parte in una padellina antiaderente fate tostare la pancetta a dadini poi scolatela dal grasso emesso in cottura tenendola al caldo.

Impiattate la minestra, aggiungete un pochino di pancetta poi spargete il grana e portate in tavola…..buon appetito!

Precedente Biscotti rustici di frolla integrale con miele Successivo Indivia al forno farcita con salame e formaggio

Lascia un commento