Minestra acidula di crauti-La jota triestina

La jota è una minestra acidula di crauti che ho conosciuto visitando qualche anno fa Trieste, una delle città più belle e, per me, affascinanti, d’Italia. Forse vi avevo già detto quanto ami i piatti della mitteleuropa, i suoi gusti e sapori, e questo è un nostro piatto italianissimo che li ricorda. La prima volta che l’ho mangiato ero per l’appunto a Trieste, mi trovavo  in una tavola calda/pub all’ora di pranzo fra pochi turisti e tanti impiegati che ordinavano frettolosamente il loro pasto alle indaffarate cameriere. Non faceva caldo, e la parola spesso da loro pronunciata era ‘jota’. Ignoravo cosa fosse questo piatto né immagino fosse una zuppa, allora me lo sono fatto spiegare e, dato che ho una curiosità infinita soprattutto a tavola, l’ho ordinata pure io….sorpresa tra le sorprese: la jota è una minestra acidula di crauti, ma che perfettamente si abbina al succulento prosciutto cotto triestino con cui è preparata!! Ottima mi sono detta, da rifare appena torno a casa!! E così dopo vari tentavi e varie ricette, anche deludenti, provate ecco la mia ricetta che tanto si avvicina alla jota di Trieste…..unica nota dolente, il prosciutto buonissimo e succulento non si trova con mio sommo dispiacere in tutta Italia, quindi ho dovuto ripiegare su un più comune prosciutto cotto.

Minestra acidula di crauti-La jota triestina

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di crauti;
  • 200 gr di fagioli lessi;
  • 4 patate;
  • 200 gr di prosciutto cotto in una fetta;
  • 3 spicchi di aglio;
  • alcuni semi di cumino;
  • 2 foglioline di alloro;
  • 2 cucchiai di farina;
  • 0,5 litri di brodo vegetale;
  • 6 dl di aceto bianco;
  • 1,5 l di acqua;
  • olio d’oliva;
  • sale.

La jota triestina-Minestra acidula di crautiLavate le foglie di crauto, scolatele e tagliatele a striscioline. Portate a ebollizione l’acqua con l’aceto bianco e due cucchiaini di sale. Aggiungete quindi il crauto e lasciatelo bollire per un’ora o fino a quando sarà molto ben cotto.

Sbucciate le patate, tagliatele in quarti e bollitele nel brodo vegetale a cui avrete aggiunto l’alloro, a metà cottura aggiungete anche i fagioli già cotti. Una volta terminata la cottura delle patate, spegnete il fuoco e schiacciate i fagioli e le patate fino ad ottenere una purea grossolana. Tenete da parte.

Scaldate in una padella 4 cucchiai di olio, sbucciate gli spicchi di aglio, tagliatelia a metà e fateli dorare nell’olio insieme al cumino. Eliminate l’aglio, spolverizzate nell’olio ancora sul fuoco la farina e fatela appena colorire. Quindi aggiungete la purea di patate e fagioli, mescolate e pepate. Unite a questi anche i crauti e metà dell’acqua e aceto rimasta. Mescolate ed eventualmente aggiustate di sale, aggiungete il prosciutto cotto tagliato a strisce e fate insaporire sul fuoco per 2-3 minuti ancora. La minestra deve risultare brodosa, se così non fosse aggiungete ancora altra acqua acidula di cottura dei crauti negli ultimi minuti di cottura. Servite calda e Buon Appetito!!!

…..MMMMmmmmmm Yummy!!!

Seguimi anche su Facebook cliccando qui per essere aggiornato e interagire con me e, se ti piace la fotografia e in particolare la foodphotography, puoi trovarmi anche su Pinterest e Flickr.

Sour cabbage soup-La Jota

Ingredients for 4 people:

  •      500 g of sauerkraut;
  •      200 g of boiled beans;
  •      4 potatoes;
  •      200 g of cooked ham in a slice;
  •      3 cloves of garlic;
  •      some cumin seeds;
  •      2 bay leaves;
  •      2 tbs flour;
  •      0.5 l of vegetable stock;
  •      6 dl of white vinegar;
  •      1.5 l of water;
  •      olive oil;
  •      salt.

La jota triestina-Minestra acidula di crauti

 

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato da Say Yummy

Mi chiamo Emanuela e sonoun ingegnere, ma con la passione per la cucina. La preparazione dei pasti per me è sempre stata la parte creativa e rilassante della giornata. Mi piace mangiare sano ed equilibrato senza dimenticare il gusto e con un occhio di riguardo anche al portafoglio. Vi propongo, nel mio blog, varie ricette della tradizione italiana e altre che ho scovato in giro per il mondo, mi permetto anche di consigliarvi alcune mosse frutto della mia esperienza sperando che vi possano essere utili nella riuscita delle vostre preparazioni. Seguitemi e scrivetemi se anche voi avete consigli o suggerimenti da darmi!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.