Tiramisù di Massari senza uova crude

Tiramisù di Massari alla mia maniera, semplice, per rifarlo tutti a casa. Un goloso tiramisù preparato dal grande maestro Massari, il tiramisù goloso di Massari, preparato con savoiardi fatti in casa, crema al mascarpone molto particolare, con panna e con crema pasticcera oltre che mascarpone, io ho semplificato un po’ le cose usando savoiardi confezionati, e al posto della panna fresca ho usato panna da montare, già zuccherata quindi, ma la crema pasticcera l’ho usata per poter sostituire una massa più consistente alle uova che di solito si usano crude per la crema al mascarpone.

Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sulla fan page FACEBOOK, sugli altri social e sul mio canale Youtube Ornella Scofano dove trovi tutte le video ricette.

  • Preparazione: 60 Minuti
  • Cottura: 10 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 8 Persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Savoiardi (3/4 di confezione grande) 300 g
  • Panna (da montare) 300 g
  • Mascarpone 250 g
  • Cacao amaro in polvere q.b.
  • Zucchero 1 cucchiaio

Bagna al caffè

  • Acqua 100 g
  • Zucchero 2 cucchiai
  • Caffè 4 tazze da caffè

Crema pasticcera

  • Tuorli 2
  • Zucchero 2 cucchiai
  • Frumina 1 cucchiaio
  • Latte 300 g
  • Colla di pesce 2 fogli

Preparazione

  1. Tiramisù di Massari

    Per prima cosa prepariamo prepariamo ila crema pasticcera e lo sciroppo al caffè, così mentre prepariamo poi il resto avremo già tutto freddo per poter assemblare il dolce.

  2. Ovviamente come anticipato io ho usato i savoiardi pronti, in effetti li avevo già in casa, quindi non ci ho neanche pensato a farli così come invece ha fatto il grande maestro Massari, ma penso che per molti di voi sarà più semplice così.

  3. Prepariamo le 4 tazze di caffè, intanto mettiamo sul fuoco 100 g di acqua con 2 cucchiai di zucchero in un pentolino, portiamo a bollore per qualche minuto, fino a che lo zucchero non si scioglie, aggiungiamo il caffè, lasciamo andare un minuto e poi spegniamo, mettiamo lo sciroppo in un contenitore largo, così raffredderà in un attimo, e sarà più facile inzuppare i biscotti.

  4. Prepariamo anche la crema pasticcera. Mettiamo in un pentolino 2 tuorli, 2 cucchiai di zucchero, la frumina, un cucchiaio, mescoliamo, aggiungiamo il latte poco per volta, un po’ di aroma alla vaniglia, poi passiamo alla cottura su fuoco medio ,sempre mescolando con un cucchiaio di legno, il maestro consiglia la cottura a bagnomaria, io non ho mai usato il bagnomaria per la crema pasticcera, a limite per la crema inglese, che vi ricordo è preparata senza farina e quindi non va portata a bollore.

     

  5. Addensata la crema, la trasferisco subito in una zuppiera fredda e ampia così si raffredda velocemente, ma prima che si raffreddi aggiungo i 2 fogli di colla di pesce così si scioglie in un attimo, senza bisogno neanche di metterla a bagno.

     

  6. Prepariamo lo stampo per il tiramisù, uno stampo a cerniera, imburrato e rivestito tutto di carta forno, pure ai bordi, basta ritagliare delle strisce della giusta misura. Lo stampo è da 24 cm.

     

  7. Ora non ci resta che mettere in una ciotola il mascarpone, lavorarlo con le fruste elettriche ad ottenere una crema morbida, aggiungiamo un cucchiaio di zucchero, e un po’ di panna e lavoriamo. Non mettiamo tutta la panna in una volta, sia mai che poi non monti bene, meglio poca per volta. Alterniamo al composto anche la crema pasticcera, che a questo punto dovrebbe essere raffreddata, ancora un po’ di panna e continuiamo a montare, alla fine otterremo una crema bella densa e non liquida, che possiamo usare subito per la composizione del dolce, nel nostro caso il tiramisù di Massari, come lo definisce lui, il tiramisù goloso, e quando lo assaggerete capirete il perchè.

  8. Inzuppiamo i biscotti uno ad uno, da entrambi i lati, nello sciroppo al caffè, e li posiamo sulla base della teglia, a rivestirla tutta. Copriamo con uno strato di crema, abbondante, poi spolveriamo con cacao e procediamo al seocndo strato, i biscotti vanno sempre bagnati da entrambi i lati, ancora crema al mascarpone con panna e crema pasticcera, cacao ,e via con l’ultimo strato, tre in totale, uno per ogni pacchetto di savoiardi, da confezione grande. copriamo ancora con crema, se volete potete usare la sac a poche per dare un effetto diverso, io sbadata me ne son dimenticata, ho rimediato con dei ciuffetti qua e là sul cacao, ma alla fine oltre ad essere abbastanza presentabile, era buonissimo. Lasciamo riposare in frigo per 2-3 ore prima di servirlo, ma vi assicuro che il giorno dopo è ancora migliore, di una consistenza perfetta, non troppo umido, ma morbido al punto giusto, così buono che se potessi allungherei la mano per prenderne una fetta, anche tramite pc, peccato che non si possa, vi assicuro che è il tiramisù più buono che ho mai mangiato, e ne ho mangiati tanti. Aveva ragione il maestro a dire che è il tiramisù goloso, golosissimo.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.