Polpette di uova e salvia

Polpette di salvia: inusuali rispetto alle foglie fritte, ma tanto buone e dal sapore intenso.
Buone per ogni occasione, soprattutto se mangiate appena cotte.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 50 gsalvia (fresca)
  • 3uova
  • 50 gformaggio grattugiato
  • 50 gpangrattato
  • sale e pepe
  • 1 pizzicobicarbonato
  • 700 golio di semi di girasole

Strumenti

  • Pentola a bordi alti oppure friggitrice
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Prima di tutto lavare bene con acqua corrente la salvia e poi asciugarla.

    Staccare le foglie in modo da scartare la parte più dura dei rametti.

  2. Aiutandosi con un paio di forbici tagliare le foglie grossolanamente. Volendo si può fare la stessa cosa con un coltello.

    Raccogliere la salvia tritata in una ciotola.

  3. In un’altra ciotola sbattere le uova con una forchetta, aggiungere sale fino, pepe macinato ed il bicarbonato.

    Amalgamare bene con la forchetta oppure con le mani ed aggiungere la salvia, il formaggio ed il pangrattato poco per volta, per far si che assorba l’uovo.

    Aggiungere pangrattato fino a quando si otterrà un impasto consistente ma non troppo duro.

    Tutto dipende anche dalla grandezza delle uova. Solitamente si utilizzano le uova di media grandezza, ma se si utilizzano uova piccole, allora il pangrattato avanzerà; al contrario se si utilizzano uova grandi è probabile che se ne debba aggiungere altro rispetto alla dose prevista.

  4. A questo punto, far riposare l’impasto per circa 15 minuti.

    Quindi prelevare piccole quantità di impasto e formare le polpette.

    Adagiarle in un piatto ed intanto mettere sul fuoco la pentola con l’olio per friggere.

  5. Quando l’olio raggiungerà la temperatura di 175 gradi, iniziare a calare nell’olio le polpette, poche per volta in modo che l’olio non si abbassi di temperatura.

    Cuocere le polpette su entrambi i lati, dopodichè adagiarle su un piatto ricoperto di carta assorbente.

    In questo modo eventuale olio in eccesso verrà assorbito dalla carta lasciando le polpette asciutte.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.