Crumble di rabarbaro e… nostalgia dell’Australia

Vi racconto quando ho assaggiato la prima volta un crumble di rabarbaro? Era una nuvolosa e piovosa giornata di ferie, in Australia, lungo la Great Ocean Road, ovvero la strada costiera panoramica, che da Melbourne porta verso Adelaide. Bellissimo posto, panorami mozzafiato, da scattare una foto ogni 10 metri. Perché le foto sono belle da tenere come ricordo e da mostrare a parenti ed amici durante una bella seratona con tanto di proiettore dove scorrono le mille mila foto scattate (di cui agli altri dopo la 10a non interessa più niente ;)). Comunque… tra foto e semplici sguardi incantati difronte a tanta bellezza si era fatto un po’ tardi. Si era fatto buio, pioveva e noi sulla nostra macchina a noleggio proseguivamo verso un posto dove poter trovare un albergo. Sì perché è bello viaggiare all’avventura, senza prenotare, in un posto come l’Australia dove in certe zone, come la Great Ocean Road ad esempio, non si trova anima viva per centinaia di chilometri. Oh se è bello. E quando ormai avevamo perso le speranze e già pensavamo di passare la notte in macchina, siamo arrivati in un piccolo paesino. Dai che troviamo da dormire… siii, una bella camera con terrazzino ed ingresso direttamente dall’esterno. Meno male, abbiamo un letto dove passare la notte (che in Australia non sai mai che animali strani trovi in mezzo al nulla), se non troviamo da mangiare stasera pazienza, anche se… avrei un certo languorino… Così abbiamo chiesto alla padrona dell’albergo dove poter mangiare, e ci ha indicato quello che penso fosse l’unico ristorante del paesino. Ok, ci andiamo. Entriamo, un posto piccolo, con appena 7 o 8 tavolini, ma molto accogliente. La cameriera ci ha subito salutati con gentilezza (come sempre in Australia…). Ci sediamo, ordiniamo e mangiamo una delle cene più buone di tutta la vacanza. Per il dolce non mi sono affidata al menù, ma direttamente al signore seduto al tavolo accanto. Non so voi, ma io sbircio sempre i piatti che hanno in mano i camerieri quando passano. E quella ciotolina con la superficie croccante e la pallina di gelato sopra mi ha subito colpita. Così, quando la cameriera è venuta per chiedere quale dolce avevamo scelto, io ho detto che prendevo quello che aveva il signore del tavolo accanto. E lei, divertita mi ha risposto: “Oh, the rhubarb crumble!” …e così, crumble di rabarbaro fu. E non potevo scegliere di meglio per terminare l’avventurosa giornata che ancora oggi ricordiamo con un sorriso… e, con l’acquolina in bocca!

Crumble di rabarbaro e… nostalgia dell’Australia
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni1 pirofila 30×20 cm
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaBritannica

Ingredienti

Per la base di frutta

  • 400 gRabarbaro
  • 200 gFragole
  • 1Limone (succo)
  • 25 gZucchero

Per il crumble

  • 40 gMandorle
  • 75 gFarina
  • 75 gZucchero
  • 1 pizzicoCannella in polvere
  • 100 gBurro

Preparazione

  1. Per preparare il crumble di rabarbaro, preriscaldate il forno a 175 gradi (ventilato).

  2. Lavate e pulite le coste di rabarbaro e le fragole. Eliminate la parte finale del rabarbaro, più legnosa. Tagliate a pezzi di ca. 2 cm sia il rabarbaro che le fragole.

  3. Trasferite in una pirofila imburrata, cospargete con 25 g di zucchero e il succo di limone e mescolate.

  4. Tritate finemente le mandorle e mettetele in una ciotola insieme alla farina. Aggiungete i restanti 75 g di zucchero, la cannella e il burro freddo e lavorate il tutto con le dita fino a ottenere un composto bricioloso.

  5. Distribuite il crumble sulla frutta e infornate a 175 gradi per ca. 40 minuti, fino a doratura.

  6. Sfornate e servite il vostro crumble di rabarbaro caldo o tiepido.

    Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram.

Suggerimenti

Accompagnate il crumble con del gelato o della panna montata per renderlo ancora più goloso. Potete prepararlo anche con solo il rabarbaro, vi basterà utilizzarne 200 g in più, al posto delle fragole.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.