Pasta frolla sabbiata

Oggi vi mostro come preparare una perfetta pasta frolla sabbiata. È la classica base che io uso per realizzare crostate e biscotti seguendo la ricetta di mia suocera. Gli ingredienti sono sempre i soliti: farina, burro, uova e zucchero. Diverso è soltanto il procedimento che prevede di mescolare la farina col burro prima di unire il resto. Io la trovo fantastica. Vi va di provarla?

pasta frolla sabbiata
  • Preparazione: 10/15 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: Circa 1 Kg di frolla
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 500 g Farina 00
  • 250 g Burro (freddo)
  • 2 Uova (fredde)
  • 170 g Zucchero semolato
  • 1 pizzico Sale
  • 1 Scorza di limone*

Preparazione

  1. Tagliare il burro freddo a pezzetti. Io preparo questa pasta frolla sabbiata con la planetaria, ma è possibile usare anche un comune mixer o farla a mano. In quest’ultimo caso, però, è meglio usare del burro a temperatura ambiente che è molto più facile da amalgamare alla farina.

    burro freddo a pezzetti
  2. Mettere nella ciotola della planetaria la farina ed unirvi il burro freddo a pezzetti.

  3. Con la frusta K (oppure la foglia) lavorare burro e farina a intermittenza in modo da non scaldarli troppo. Continuare fino a quando si sarà ottenuto un composto sabbioso. Stesso procedimento con un qualsiasi altro mixer: azionare le lame a bassa velocità e ad intervalli.

    pasta frolla sabbiata - procedimento 1
  4. A questo punto, aggiungere lo zucchero, le uova precedentemente sbattute, il pizzico di sale e la scorza di limone grattugiata (solo la parte gialla, mi raccomando, perché quella bianca sottostante è amara e vi rovinerebbe il sapore della frolla). In alternativa alla scorza di limone, è possibile aromatizzare la pasta frolla sabbiata con della vaniglia o con della scorza di arancia.

  5. Impastare sempre a bassa velocità e ad intermittenza fino a quando il composto si sarà ben amalgamato.

    pasta frolla sabbiata - procedimento 2
  6. Quindi trasferirlo sulla spianatoia leggermente infarinata, lavorarlo un po’ con le mani per compattarlo, formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola.

  7. Far riposare la pasta frolla sabbiata per almeno 2 ore in frigorifero, ma 12 ore sarebbero anche meglio. Maggiore è il tempo di riposo, migliore è il risultato finale. Io generalmente la preparo alla sera e la utilizzo il giorno dopo.

  8. Trascorso il tempo del riposo, battere un po’ la pasta frolla sabbiata con il mattarello in modo da renderla più malleabile. Quindi stenderla sulla spianatoia infarinata oppure tra due fogli di carta da forno e utilizzarla per la ricetta che si desidera preparare. Enjoy! Paola

  9. Nel blog potete trovare altre ricette di pasta frolla: quella senza burro (cliccate QUI), quella con il Bimby (QUI), quella agli amaretti (QUI) e quella morbida (QUI).


  10. Seguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. E sono anche su Twitter (QUI) e Instagram (QUI). Grazie di ♥!

NOTA

*Poiché in questa ricetta si utilizza la scorza del limone è assolutamente necessario utilizzarne uno biologico NON trattato. Vi ricordo che la scorza degli altri limoni non è edibile.

Precedente Crema al curry e mela Successivo Involtini di vitello alle olive e mandorle

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.