Crea sito

GUAZZETTO DI MARE SU PURE’ DI FAVE

IMG_20160601_204111

Ecco una rivisitazione succulenta e prelibata del famosissimo purè di fave, piatto povero della cucina pugliese ormai diventato icona. Servito con il guazzetto di mare ha un gusto unico ed originale, una vera delizia! Io ho usato seppioline e piccoli totani, tutto rigorosamente freschi, ma si possono usare altri tipi di pesce o di frutti di mare a seconda di quello che più vi piace.

Ed ora….buon appetito !

  • 200 gr. di fave secche;
  • 1 patata di medie dimensioni;
  • Seppioline e totanetti;
  • 4 o 5 Pomodorini pachino o piccadilly;
  • 1 spicchio di aglio;
  • Olio evo;
  • Prezzemolo tritato;
  • Frisella o crostone di pane a piacere;
  • sale q.b.

In una capace pentola (meglio se di coccio) mettete le fave secche e la patata tagliata a pezzettini, coprendo di acqua e sale quanto basta. Mettere la pentola sul fuoco basso e fate cucinare: le fave saranno pronte in circa due ore, tempo durante il quale non dovrete far altro che mescolarle finchè saranno ridotte in purè.

Nel frattempo, preparate il guazzetto di mare. Pulite le seppioline e i totanetti. In una padella rosolate l’aglio in abbondante olio evo. Aggiungete i pomodorini tagliati a pezzettini. Dopo circa un minuto unite le seppie e i totani: in circa 15 minuti saranno pronti.

Quando le fave sono cotte, passatele con il frullatore ad immersione.

Ora, componiamo il piatto, aggiungendo il prezzemolo e la frisella (o un crostone di pane a piacere), condendo ancora con olio evo.