Crea sito

Crostata con fragole e crema al limone senza burro

crostata con fragole e crema

Se c’è un dolce che amo tanto è la crostata! Facile da fare e così golosa che non ti tradisce mai! Oggi vi propongo questa deliziosa crostata con fragole e crema al limone. Semplice ma così buona che piace a grandi e piccini! La frolla è senza burro e la crema ha un sapore di limone davvero golosissimo! La crostata con fragole e crema è il dolce perfetto per ogni occasione! Un compleanno, una cena con amici, come dessert della domenica. Se vi piacciono le crostate nel blog ne troverete davvero tante! Con crema Diplomatica e crema al cioccolato. Con mascarpone ricotta e gocce di cioccolato. Oppure al cacao con ricotta e confettura di amarene. La classica con mele crema pasticcera e pinoli. Vi piacciono in versione mini? Provate queste strepitose Tartellette con crema e frutta fresca. Preferite la crostata con base morbida? Provate la versione con fragole e crema al limone. Ma ora veniamo a noi e prepariamo la crostata con fragole e crema al limone.

crostata con fragole
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzionicirca 8-10 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la frolla all’olio

  • 350 gfarina 00
  • 2uova (medie intere)
  • 90 gzucchero
  • 90 golio di semi di mais
  • q.b.scorza di limone
  • 1 cucchiainolievito in polvere per dolci
  • ceci secchi (o fagioli secchi, circa 700 grammi, per la cottura in bianco)

Per la crema al limone

  • 500 glatte intero
  • 50 gamido di mais (maizena)
  • 4tuorli (di uova medie)
  • 130 gzucchero
  • q.b.scorza di limone

Per la decorazione

  • 250 gfragole
  • 10 fogliementa (circa)

Preparazione

Preparazione crema

  1. Mettete sul fuoco una casseruola con il latte e la scorza grattugiata di mezzo limone.

  2. Ormai da tempo per aromatizzare le mie creme utilizzo la scorza grattugiata del limone invece della semplice buccia.

  3. Inserisco la scorza grattugiata un po’ nel latte e un po’ nel composto di uova.

  4. In questa maniera il sapore di limone è più intenso e inebriante!

  5. Se se siete abituati ad usare la buccia non vi dimenticate di toglierla prima che la crema comincia ad addensare.

  6. Fate scaldare il latte a fuoco minimo. Nel frattempo separate i bianchi dai rossi.

  7. Mettete da parte gli albumi in una ciotola, coperta con pellicola per alimenti e conservate in frigo.

  8. Potrete usarli per preparare frittate light o dolci per la colazione (Ciambellone solo albumi con gocce di cioccolato) leggeri e golosi.

  9. Sbattete i tuorli con lo zucchero e la scorza dell’altra metà di limone con una frusta a mano o elettrica.

  10. Unite l’amido di mais setacciato (oppure farina 00), un po’ alla volta amalgamarsi bene al composto.

  11. Appena il latte sarà ben caldo (NON bollente) versatelo nel composto di uova e zucchero e mescolate subito.

  12. Versatelo di nuovo nella casseruola, rimettete sul fuoco e fate cuocere la crema, a fuoco basso, mescolando di continuo.

  13. Non appena il composto si addensa e comincia a “sbuffare” spegnete il fuoco (ci vorranno circa 10 minuti).

  14. Versate la crema in una ciotola (di vetro o ceramica, non di plastica) e fatela raffreddare.

Preparazione frolla all’olio

  1. Prendete una ciotola capiente e rompete le uova (medie intere) all’interno.

  2. Aggiungete lo zucchero e sbattete energicamente per qualche minuto. Poi unite l’olio di semi e sbattete bene.

  3. Io utilizzo l’olio di semi di mais, evito l’olio d’oliva che darebbe alla frolla un sapore troppo forte.

  4. Se siete abituati ad usare l’olio d’oliva fate pure, meglio se è un olio dal sapore delicato.

  5. Mescolate bene tutti gli ingredienti tra loro e poi unite la farina 00. Continuate a mescolare.

  6. Infine unite anche un cucchiaino di lievito per dolci e mescolate con prima con un mestolo e poi con le mani.

  7. Versate l’impasto su una spianatoia, lavorate velocemente con le mani fino ad ottenere un panetto morbido e omogeneo.

  8. La frolla all’olio è pronta per essere usata e non ha bisogno di riposo in frigo 😉

  9. Prendete uno stampo per crostate (26 cm, vanno bene anche da 24 oppure 28 cm).

  10. Stendete la frolla con un mattarello e sistematela nello stampo.

  11. Con i rebbi di una forchetta bucherellate il fondo per evitare che gonfi troppo in cottura.

  12. Stendete sulla frolla un foglio di carta forno e sopra sistemate i ceci o fagioli secchi per la cottura in bianco (ne serviranno circa 600/700 grammi per uno stampo da 26 cm).

  13. Questo metodo di cottura si chiama “in bianco” e serve per cuocere la pasta frolla senza facitura.

  14. Il peso dei ceci o fagioli secchi serve per impedire che la frolla si gonfia troppo durante la cottura.

  15. Fate cuocere in forno preriscaldato, modalità statica, a 180° per circa 20 minuti.

  16. Trascorso il tempo eliminate la carta forno con tutti i ceci (conservateli per le prossime occasioni) e rimettete in forno per circa 10 minuti.

  17. Una volta cotta la frolla sfornate e fate raffreddare.

Assemblaggio

  1. Prendete le fragole, lavatele e tamponatele con carta da cucina.

  2. Io ho scelto di lasciarle intere ma se preferite potete tagliarle a fettine.

  3. Riprendete la crema al limone. Se si è rappresa troppo vi basterà montarla un paio di minuti con un frullino elettrico.

  4. Mettete la crema in una sac a poche e poi farcite la crostata realizzando tanti ciuffi.

  5. Decorate con le fragole (intere o a fettine) e con qualche fogliolina di menta.

  6. Fatto! La vostra bellissima e golosissima crostata con fragole e crema al limone è pronta!

  7. Un piacere per gli occhi e per il palato! Un dolce semplice ma così goloso che il successo è assicurato!

  8. Spero che questa ricetta vi sia piaciuta! Tornate presto a trovarmi!

    Ricetta e Foto Gabry – tutti i diritti riservati

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.