Crea sito

Ravioli al nero di seppia

Kcal 3260 circa totali
I ravioli al nero di seppia, è una ricetta che consiglierei per stupire i vostri ospiti nei giorni di festa, io l’ho preparati per la Vigilia di Natale e anche per il cenone di Capodanno….negli anni li alterno nelle varie festività, ma li preparo, anche perché piacciono tantissimo a tutti !!!
Li potete preparare in anticipo, congelarli e tirarli fuori al momento opportuno, infatti io quando li preparo e ne faccio sempre una quantità maggiore proprio per congelarne una parte.
Per la realizzazione di questa ricetta ho utilizzato il nero di seppia granulare della Tec-al che vi consiglio di provare, ovviamente un commercio si trova anche in crema, ma questo è davvero di ottima qualità e vi consiglio di provare.
Realizzate la ricetta seguendo le foto passo passo per aver un risultato ottimo e mi raccomando fatemi sapere cosa ne pensate !

Ravioli al nero di seppia
  • DifficoltàMedia
  • CostoCostoso
  • Porzioni4-5 persone
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la pasta dei Ravioli al nero di seppia

  • 4Uova medie
  • 200 gFarina 0
  • 200 gSemola
  • 2 cucchiainiNero di seppia in polvere
  • 1/2 cucchiainoSale
  • 50 gFarina 0 per la lavorazione

Ingredienti per il ripieno

  • 300 gPatate lesse (pesate a crudo)
  • 300 gCode di gambero sgusciate
  • 600 gMerluzzetti decapitati
  • 200 gPolpetti
  • 2 cucchiaiOlio extravergine d’oliva
  • 1 ciuffoPrezzemolo tritato
  • q.b.Sale
  • 2 spicchiAglio
  • Insaporitore per pesce se necessario

Ingredienti per il condimento

  • Crema di salmone (reperibile già pronta) oppure circa 200 gr di salmone norvegese affumicato a fette tritato
  • 3 cucchiaiPanna da cucina
  • q.b.Erba cipollina
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe

Preparazione dei Ravioli al nero di seppia

  1. Preparazione del ripieno

    Per prima cosa mettere a lessare le patate in una pentola a parte, in un’altra far lessare il merluzzo.

    Una volta che il merluzzo sarà cotto in modo che si toglie la pelle, possiamo diliscarli, pulirli della pelle e metterli da parte.

    Prendere una padella antiaderente, aggiungere 2 cucchiai di olio e.v.o. e far imbiondire un aglio per poi toglierlo e far raffreddare l’olio qualche minuto.

    A questo punto aggiungere i polpetti con un pochino di acqua e lasciar cuocere per circa 12 minuti, poi unire i gamberetti e lasciar cuocere per altri 7-8 minuti

  2. Ravioli al nero di seppia

    a questo punto uniamo il merluzzo, l’insaporitore per pesce se necessario, il prezzemolo tritato, aggiustiamo di sale, mescoliamo il pesce e rompiamo un po’ il merluzzo così da farlo insaporire meglio e lasciar cuocere fino a completamento.

  3. A cottura completata, lasciar raffreddare

  4. per poi frullare il tutto nel robot da cucina in modo da ottenere una pasta omogenea ma non troppo omogeneizzata, aggiungere le patate lesse e mescolare bene.

  5. Completamento ricetta

    A questo punto, come detto all’inizio, abbiamo di sicuro pronte le sfoglie per la pasta, le stenderemo sul piano da lavoro e formeremo dei cerchi leggeri giusto da delineare la posizione per poter mettere il composto e poi chiuderli a formare un raviolo.

  6. La seconda alternativa è mettere il composto a mucchietti distanziati sulla sfoglia, posizioniamo un’altra sfoglia sopra aiutandoci con le mani per togliere l’aria, tagliamo dei cerchi e ottenuti i nostri ravioli, chiudiamoli con la punta di una forchetta.

  7. Prepariamo un tegame con acqua salata e portiamola ad ebollizione.

    Intanto prendiamo un wok capiente e mettiamo la crema di salmone (reperibile già pronta in barattolo), oppure acquistare il salmone affumicato a fette, frullarlo quasi ad ottenere una crema, aggiungere la panna da cucina, sale, pepe e scalderemo 2 minuti prima di scolare la pasta, per poi completarci la cottura dei ravioli.

  8. Ravioli al nero di seppia

    Appena bollirà l’acqua per la pasta versare i ravioli e una volta cotti, scolarli al dente, versarli nel wok con il condimento e lasciare insaporire fino a quando la crema non si sarà rappresa senza far scuocere la pasta.

    Servite e stupite i vostri ospiti.

    Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter InstagramYoutube Telegram

    Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da loscrignodelbuongusto

Ciao a tutti mi presento - Lo scrigno del buongusto e' il nome del mio blog, mi chiamo Francesca, sono abruzzese doc, e dopo alcuni anni con un sito web di cucina, ho deciso di aprire un blog, quindi molti di voi mi conoscono già' ! Mi piace cucinare e non sono ne' una chef ne' una cuoca di professione, ma c'e' solo la voglia di cucinare, preparare e inventare nuovi piatti. Le ricette non sono copiate,anche le foto non sono scaricate da internet, ma sono mie. Per i piatti che sono super conosciuti mi informo su come deve essere la base di quella data ricetta e ne realizzo una mia. Ho la passione per la cucina da quando ero piccola e adesso la condivido con tutte le persone che mi seguono ogni giorno. Questo blog e' dedicato alla cucina italiana e estera, e troverete ricette suddivise per categorie, per la cucina estera dove mi piace molto realizzare piatti di altri stati e vedere cosa mangiano e spero di incuriosire anche voi ! Non per questo tralascio la cucina tradizionale italiana ma troverete tante ricette sia italiane che estere ! Spero che le mie ricette vi piacciano e che continuerete a seguirmi anche in questo blog, sempre con ricette nuove e a volte curiose. Spero che "Lo scrigno del buongusto" vi faccia incuriosire e provare ricette che troverete qui e magari mi farete sapere anche come vi sono venute. Potete seguirmi su tutti i social e anche su youtube con qualche video, anche se per ora non sono molti. Se vi va lasciate qualche commento e se vorrete farmi felice, seguitemi sui social e condividete le mie ricette....mi aiuterete a farle conoscere, grazie ! Seguitemi su Facebook Pinterest Twitter Instagram Youtube Se volete restare aggiornati iscrivetevi alla newsletter [wysija_form id="3"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.