Pesto con i gambi di broccoli – Ricetta antispreco

Pesto con gambi di broccoli, ricetta antispreco

Ho fatto il pesto di gambi di broccoli perché sono stanca di buttare i torsoli dei broccoli. Sono un po’ fibrosi, ma sono tanti e fanno bene. Perciò li ho bolliti in pentola a pressione, poi li ho frullati con pomodori secchi, mandorle e acciuga. Ho ottenuto un pesto cremosissimo, perfetto per condire la pasta o i ravioli magri, per riempire vol au vent o una tartellette oppure per dei semplici crostini da aperitivo. Quando ho pubblicato sui miei canali l’anteprima di questa ricetta antispreco, qualcuno ha commentato che l’idea di un pesto di broccoli era strana da parte di una genovese. Perché mai? – mi domando io – Genova è la culla dell’antispreco, il posto dove le ricette a spreco zerozero waste, come si dice talvolta – sono di casa da molto prima che qualcuno coniasse le espressioni spreco zero o zero waste. Certo, non possiamo paragonare nessun altro pesto al nostro fiore all’occhiello, il pesto di basilico ligure, ma questo non era certo in discussione. Invece trovo che le creme di gambi, di broccoli come anche di cima di rapa, siano ottime e che tutti dovremmo imparare come riutilizzare gli scarti delle verdure, ove possibile.
Se sei d’accordo con me, guarda cosa puoi fare con i gambi degli asparagi e dei carciofi:

Come utilizzare i gambi degli asparagi – cucinare senza spreco
Soufflé di gambi di asparagi e groviera
Pâté di gambi di carciofo: ricetta antispreco per non buttare gli scarti dei carciofi
Gambi di carciofo fritti e maionese di albumi al lime

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
104,58 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 104,58 (Kcal)
  • Carboidrati 6,52 (g) di cui Zuccheri 2,88 (g)
  • Proteine 3,01 (g)
  • Grassi 8,27 (g) di cui saturi 0,94 (g)di cui insaturi 0,12 (g)
  • Fibre 2,23 (g)
  • Sodio 22,99 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 66 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Cosa occorre per il pesto con i gambi di broccoli

Lo stesso pesto si può fare con le coste delle cime di rapa, ed è buonissimo anche con parmigiano e nocciole.
  • 300 gbroccolo (solo il gambo al netto delle parti legnose)
  • 30 gpomodori secchi (morbidi. Sono circa otto)
  • 2 cucchiaiolio extravergine d’oliva
  • 1 spicchioaglio (piccolo)
  • 20 gmandorle pelate
  • 3 filettiacciuga (alice) (sott’olio, o sotto sale ben lavate)

Strumenti

Io uso la pentola a pressione e cuocio spesso a vapore. Con le altre pentole occorreranno tempi di cottura più lunghi. Inoltre per il pesto serve un frullino a immersione o un piccolo mixer. Spesso sono venduti insieme, il modello che ho io è questo.

    Come si prepara il pesto con gambi di broccoli – Ricetta antispreco

    Immaginiamo di aver cucinato la pasta coi broccoli, usando le foglie e le cimette di broccolo. Avremo un generoso avanzo di torsoli.
    1. Pesto di gambi di broccoli

      Per prima cosa, se non lo abbiamo già fatto, cuociamo in pentola a pressione i gambi di broccoli per almeno quindici minuti dal fischio. Lasciamo raffreddare brevemente, poi frulliamo, aggiungendo pian piano i vari ingredienti fino ad ottenere un vero e proprio pesto, morbido e cremoso.

      I filetti di acciuga stanno benissimo coi broccoli. Usati in alternativa al formaggio, rendono questo pesto adatto alle persone intolleranti al lattosio.

    Note della cuoca

    Non so voi, ma io cerco sempre di più il modo di non buttare le parti più dure delle verdure. Spesso lo scarto è veramente cospicuo. Il pesto di gambi di broccoli è un’ottima ricetta. Buono anche con mandorle, formaggio e buccia d’arancia.

    Tornando alla HOME, troverai una sezione di ricette vegetariane: pasta con le verdure che ho imparato dalla parte siciliana della mia famiglia e torte salate che, invece, ho imparato dalla parte ligure. Seguimi anche su Facebook e su Instagram. Le mie pagine sono piene di ricette veloci e consigli utili, così non ti capiterà più di rimanere senza idee per cena.

    Note: In questa ricetta sono presenti link di affiliazione.

    3,2 / 5
    Grazie per aver votato!

    Pubblicato da lareginadelfocolare

    Mi chiamo Silvia e vivo a Genova. Da tanti anni cucino per amore. Se volete conoscermi meglio, venite a fare quattro chiacchiere in cucina.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.