Crea sito

Cavolfiore fritto

Cavolfiore fritto, una ricetta molto versatile, che può essere utilizzata come antipasto, secondo o contorno. Una preparazione semplicissima per portare in tavola un piatto molto gustoso. Una volta sbollentate, le cime di cavolfiore vengono tuffate nelle uova sbattute, a cui viene aggiunto del formaggio, per renderle ancora più gustose. Il cavolfiore è un ortaggio che non è amato da tutti, ma cucinato come vi suggerisco in questa ricetta, diventerà saporitissimo e, ne sono certa, grandi e piccini lo mangeranno senza fiatare. Per non parlare, poi, delle proprietà benefiche di quest’ortaggio. Esso è  ricco di fosforo, acido folico, potassio, calcio e vitamina C, ha, inoltre, parecchi poteri curativi. Dobbiamo stare molto attenti, quando acquistiamo il cavolfiore, a comprare un prodotto davvero molto fresco, per poter avere la certezza che esso abbia le proprietà benefiche per la nostra salute. Il cavolfiore dovrà, quindi avere le foglie croccanti e accartocciate sul fiore, non deve avere macchie e le cime devono essere ben sode. Ma andiamo a vedere come preparare il Cavolfiore fritto.

cavolfiore cime fritte
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il Cavolfiore fritto

  • 1 kgCavolfiore
  • Uova
  • 4Uova
  • 60 gFormaggio grattugiato
  • 1 ciuffoPrezzemolo
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio di semi di girasole

Cosa serve per il Cavolfiore fritto

  • 1 Pentola
  • 1
  • 1 Ciotola
  • 1 Forchetta
  • 1 Colino / Scolapasta
  • Carta assorbente

Preparazione del Cavolfiore fritto

  1. Come detto prima, preparare il Cavolfiore fritto è molto semplice. Con un coltello, tagliare le cimette e lavarle sotto l’acqua corrente. Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e aspettare che arrivi ad ebollizione.

  2. Buttarvi dentro il cavolfiore e lasciare cuocere fino a quando, infilzandolo con i rebbi di una forchetta, non risulti tenero. Mi raccomando di non farlo scuocere, perché pregiudicherebbe il risultato finale.

  3. A proposito della cottura vorrei suggerire, se ne avete la possibilità, di cuocerlo a vapore o in una pentola a pressione, per ridurre i tempi, dato che, una cottura prolungata, fa perdere a questo ortaggio molte delle sue qualità benefiche.

  4. Una volta cotto, tirare fuori le cime di cavolfiore ad una, ad una dalla pentola e metterle a scolare in un colapasta. Aspettare che si intiepidiscano, prima di continuare con con la ricetta. Se sono calde, infatti, a contatto con l’uovo, lo farebbero rapprendere.

  5. Mettere abbondante olio in un padella dai bordi alti e lasciare scaldare. In una ciotola, sbattere le uova assieme al formaggio, al prezzemolo sminuzzato e ad un pizzico di sale. Tuffare le cimette, poche alla volta nell’uovo, rigirarle bene nel composto e metterle nell’olio caldo.

  6. Una volta che il cavolfiore sarà dorato da tutte le parti, tirarlo fuori dall’olio e metterlo a perdere l’unto in eccesso su dei foglia di carta assorbente da cucina. Il Cavolfiore fritto è ottimo caldo, ma lo si può gustare anche tiepido o freddo. Buon appetito!

I consigli di Annamaria

Si può utilizzare indifferentemente il cavolfiore verde, il violetto e il bianco. Io per questa ricetta preferisco il bianco, perché ha delle cime più grosse e più tondeggianti. Qui ho usato il verde, perché mi trovavo questo a casa.

Potete anche leggere: Cavolfiore gratinato Polpette di cavolfiore Pasta cavolfiore e mollica tostata Pasta e cavolfiore al forno Baccalà in bianco con cavolfiore Manicotti al farro con cavolfiore Pasta con cavolfiore al forno Pasta pomodori secchi cavolfiore e tonno

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.