Torta Angelica dolce

La Torta Angelica è un dolce soffice e goloso di pan brioche al burro dall’aspetto di una torta intrecciata o ad un ciambellone intrecciato profumatissimo, una ricetta davvero carina e non troppo complessa da realizzare. Quella che vedete è la Torta Angelica Sorelle Simili, di Margherita e Valeria Simili, note fornaie e pasticcere di Bologna. La ricetta è tratta dal loro libro Pane e roba dolce. Un classico della tradizione italiana. Le ricette delle Sorelle simili sono sempre una garanzia!

Come da ricetta originale e tradizionale, ho farcito la torta Angelica con uvetta e arancia candita: l’uvetta serve per dare umidità all’impasto e mantenerlo morbido e soffice, mentre l’arancia candita regalerà tutto il suo profumo. Più sotto vi dirò come sostituire questi ingredienti, per es. con gocce di cioccolato.

Molto simile ad una treccia dolce con uvetta e con lo stesso metodo di lavorazione della Treccia con Nutella, la Torta Angelica dolce non presenta particolari difficoltà, anche se, come tutti i lievitati bisogna prendersi del tempo per realizzarla. Vi assicuro che vi darà tante soddisfazioni e l’impasto si lavora davvero bene e non serve lavorarlo a lungo.

La Torta Angelica è un dolce invernale, per il suo profumo di arancia, ma potete prepararlo tutto l’anno per colazione o merenda. In fondo alla ricetta vi farò vedere come presentarla nel periodo natalizio: una perfetta ghirlanda di Natale dolce. Ecco la ricetta della Torta Angelica dolce.

Torta Angelica dolce, la Torta Angelica Sorelle Simili

Torta Angelica dolce, la Torta Angelica Sorelle Simili
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    Lievitazioni + 40 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    6-8 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per il lievitino

  • Farina Manitoba (o altra farina forte) 135 g
  • Acqua 75 ml
  • Lievito di birra fresco 13 g
  • Miele (acacia, millefiori) 1 cucchiaino

Per l’impasto

  • Farina Manitoba 400 g
  • Latte intero (tiepido) 125 ml
  • Burro (morbido) 120 g
  • Zucchero 75 g
  • Tuorli medi 3
  • Sale 5 g
  • Uvetta 75 g
  • Arancia candita 75 g
  • Burro (per spennellare) 50 g

Per la glassa

  • Albume 20 g
  • Zucchero a velo 75 g

Preparazione

  1. Torta Angelica dolce: l’impasto

    Estraete il burro dal frigo 1 ora prima della preparazione e mettete l’uvetta in ammollo in acqua tiepida.

  2. Per prima cosa preparate il lievitino. Mettete in una ciotola l’acqua leggermente tiepida e fate sciogliere il lievito di birra e il miele. Unite la farina e impastate a mano o con la planetaria (frusta K o a foglia), fino ad ottenere un impasto omogeneo.

  3. Mettete il lievitino, coperto con pellicola, nel forno spento con luce accesa per 30 minuti.

    Potete partire nel frattempo con l’impasto vero e proprio della vostra Torta Angelica dolce.

  4. In una ciotolina amalgamate i tuorli con il latte e sbattete con una frusta o una forchetta.

    Nella ciotola della planetaria mettete la farina, lo zucchero, il sale e unite il composto di latte e tuorli. Iniziate ad impastare con il gancio per impastare.

  5. Dopo qualche minuto, aggiungete un pezzetto alla volta di burro, attendendo sempre che il precedente venga assorbito. Impastate il tutto per ca. 10 minuti, fino ottenere un impasto elastico ed omogeneo, che si staccherà dalle pareti della ciotola.

  6. Quando il lievitino avrà raggiunto la lievitazione, unitelo all’impasto principale. Impastate il tutto per qualche minuto e formate una palla. Adagiatela in una scodella imburrata, copritela con della pellicola trasparente e fate lievitare per 2 ore nel forno spento con luce accesa, fino al raddoppio.

  7. Torta Angelica: preparazione della treccia

    Trascorso il tempo, versate l’impasto sul piano di lavoro infarinato. Stendetelo subito con il mattarello senza lavorarlo con le mani. Vedrete che si stende benissimo.

  8. Formate un grande rettangolo spesso ca. 2-3 mm. Il mio era davvero enorme 60 cm x 40 cm (non mi stava neanche nelle foto!).

    Spennellate tutta la superficie con il burro fuso raffreddato (tenetene un po’ meno di metà da parte per la superficie) e aggiungete l’uvetta scolata e tamponata con carta assorbente e l’arancia candita.

  9. Arrotolatelo su se stesso dal lato più lungo, formando un salame piuttosto lungo.

    Con un coltello dalla lama sottile e infarinata, tagliate il rotolo a metà per lungo (come vedete in foto) e intrecciate le due parti tra di loro, tenendo sempre la parte tagliata verso l’alto, in modo che siano ben visibili gli strati che caratterizzano questa torta intrecciata.

  10. Unite a cerchio le due estremità e formate un ciambellone intrecciato che andrete a posizionare su una teglia da forno. Io l’ho lasciata abbastanza larga, in modo da creare anche la ghirlanda di Natale dolce. Potete sempre aggiustare dopo la lievitazione.

  11. Spennellate tutta la treccia con il burro fuso avanzato e lasciate lievitare la vostra Angelica dolce nel forno spento con luce accesa per 30-40 minuti, fino al raddoppio.

  12. Trascorso il tempo, se il buco centrale fosse troppo ampio, potete stringere un po’, spingendo con la mano sulla base del dolce.

  13. Infornate nel forno statico preriscaldato a 180°C per ca. 40 minuti. Vi consiglio di coprire, gli ultimi 10 minuti, con un foglio di carta stagnola, in modo da non far bruciare la frutta secca.

  14. Torta Angelica dolce: completamento

    Estraete la Torta Angelica dal forno e attendente che si raffreddi per glassarla (da fredda, la glassa rimane più densa sopra il dolce).

    Preparate la glassa, mescolando l’albume con lo zucchero a velo. Io vi ho indicato mezza dose rispetto alla ricetta della Sorelle Simili, dato che me ne era avanzata più della metà.

    Con una forchetta distribuite la glassa in maniera disordinata su tutto il dolce. Attendete che si indurisca prima di servirla.

    La vostra Torta Angelica dolce è pronta! Sentirete che soffice e golosa!

    Torta Angelica dolce, la Torta Angelica Sorelle Simili
  15. Torta Angelica: conservazione

    Potete conservare la treccia angelica coperta con pellicola trasparente oppure a pezzi in un sacchetto alimentare per congelatore, a temperatura ambiente, per un paio di giorni. Si può anche congelare!

  16. Ecco la mia versione natalizia: la ghirlanda di Natale dolce! Ho aggiunto solo dei nastrini e un rametto di abete, ma fa molto Natale!

    Ghirlanda di Natale dolce

Leyla consiglia…

Per il ripieno potete utilizzare anche solo uvetta (140 g) senza canditi, oppure sostituire uvetta e arancia candita con 100 g di gocce di cioccolato. Io vi consiglio di tenere la versione originale, morbida e profumata all’arancia.

Da provare anche:

Da non perdere lo speciale Torte e dolci da colazione.

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

Precedente Salatini di pasta sfoglia veloci per aperitivo (100 pezzi in 30 minuti) Successivo Come si puliscono i calamari, cottura, usi e curiosità

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.