Suppli di riso

Suppli di riso, ricetta per prepararli alla romana, uno dei finger food per eccellenza, immancabili insieme all’aperitivo, o nell’apericena o come antipasto. Vengono chiamati anche Suppli di riso al telefono, proprio per la mozzarella che in cottura si scioglie e nel momento in cui si dividono a metà, si formerà un filo di mozzarella a cui non saprete resistere. La parola supplì deriva dal termine francese surprise (sorpresa) per il cuore di mozzarella che racchiude al suo interno.

Come fare i suppli? La ricetta non è difficile! Si utilizza il riso cotto in un sugo di carne e pomodoro, poi si preparano delle specie di polpette di riso, di forma ovale e allungata, con all’interno un bastoncino di mozzarella. II suppli di riso vengono, in seguito, fritti, dando origine ad un cibo paradisiaco.

Se siete stati a Roma o nel Lazio, li avrete sicuramente mangiati! I suppli di riso sono un capolavoro della cucina romana e laziale ed era tantissimo che volevo proporveli sul mio blog. Per cercare di prepararli a regola d’arte, secondo la ricetta originale, mi sono affidata alla mia amica Antonella del “Noce Moscata food blog”, romana DOC e sempre attenta alle ricette della tradizione. Qui trovate la sua ricetta.

Non perderò tempo nel cercare di spiegarvi quanto sono buoni i Suppli alla romana! Provateli e ne rimarrete estasiati! Ecco la ricetta dei Suppli di riso.

Suppli di riso, ricetta alla romana: i Suppli di riso al telefono

Suppli di riso
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    20 supplì
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Per l’impasto dei Suppli di riso

  • Riso vialone nano 500 g
  • Carne bovina Macinata 300 g
  • Vino bianco secco 100 ml
  • Passata di pomodoro 500 ml
  • Olio extravergine d’oliva 3-4 cucchiai
  • Cipolla 1
  • Parmigiano 50 g
  • Burro 50 g
  • Uova medie 2
  • Brodo vegetale 1,200 l
  • Sale, pepe q.b.

E inoltre…

  • Mozzarella fiordilatte 300 g
  • Pangrattato 500 g
  • Uova medie 3
  • Olio di semi di arachide 2 litri

Preparazione

  1. Suppli di riso: ricetta e preparazione

    Nella ricetta originale e antica, il riso veniva cotto in un ragù di carne di manzo e fegatini di pollo. Ora sono sempre più diffuse le versioni senza i fegatini e anch’io ho preferito non metterli.

  2. Come riso per suppli ho utilizzato il Vialone Nano, dal chicco tondeggiante, ma và benissimo anche il Riso Carnaroli Superfino che si utilizza anche per gli Arancini.

  3. Per ottenere un perfetto Suppli di riso, dovrete rispettare bene i vari passaggi e, soprattutto, creare una frittura dorata in olio profondo, né troppo breve, nè troppo lunga, in modo che il vostro Suppli di riso al telefono abbia un cuore filante, e l’esterno sia bello dorato e leggermente croccante.

    Con queste dosi otterrete 20 supplì piuttosto grandi. Se li farete più piccoli, ve ne verrà qualcuno in più.

  4. Suppli di riso al telefono: l’impasto

    Tritate la cipolla e rosolatela a fuoco basso insieme a 3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva, senza farla dorare troppo.

    Unite la carne macinata e fatela rosolare per qualche minuto insieme alla cipolla.

    Cottura della carne macinata dei supplì
  5. Appena inizia a cambiare colore, salate, pepate e sfumate con il vino bianco, a fuoco vivo.

    Quando sarà evaporato, aggiungete anche la passata di pomodoro e fate cuocere il tutto per ca. 15 minuti, mescolando ogni tanto.

  6. Unite anche il riso e mescolate con cura con la carne e il pomodoro, in modo che si insaporisca. Bagnate con qualche mestolo di brodo caldo e proseguite la cottura, a fuoco moderato, per il tempo indicato sulla vostra confezione. Dovrà rimane piuttosto al dente, meglio cuocerlo un minuto in meno. Durante la cottura, mescolate spesso e aggiungendo altro brodo man mano che si asciuga. Alla fine dovrà rimanere asciutto. Una volta pronto, aggiustate di sale e spegnete il fuoco.

    Il sugo dei Suppli di riso
  7. Fuori dal fuoco, unite il parmigiano grattugiato, il burro e le uova. Amalgamate con cura e versate l’impasto dei vostri Suppli di riso su una teglia o su un piatto grande, fino a farlo raffreddare completamente (ca. 1 oretta).

    La cottura del riso dei supplì
  8. Come fare i suppli

    Nel frattempo fate scolare la mozzarella fiordilatte, poi tagliatela a fette di ca. 1 cm e, infine, a bastoncini.

    Preparate le uova sbattute in un piatto e il pangrattato in un altro, per poter impanare i vostri Supplì di riso alla romana.

    L'impasto dei Suppli di riso alla romana
  9. Una volta che il riso è freddo, possiamo iniziare a fare i supplì! Prelevate una bella cucchiaiata di riso e schiacciatelo bene sul palmo della mano. Al centro posizionate un bastoncino di mozzarella e richiudete bene, compattando il riso e avvolgendo bene la mozzarella, creando una specie di polpetta ovale o una grande crocchetta. Se fosse necessario, aggiungete ancora un po’ di riso per chiudere meglio. Se il riso si attacca alle mani, inumiditevele leggermente (poco poco), come faccio per i Canederli.

    Come fare i suppli
  10. Preparate tutti i suppli di riso, fino a terminare gli ingredienti.

    Passate poi ogni supplì prima nelle uova sbattute, poi nel pangrattato, creando una panatura omogenea. Per garantire una frittura perfetta, fate riposare i suppli alla romana in frigorifero per 1-2 orette.

    Suppli di riso al telefono: formazione
  11. Scaldate l’olio di semi di arachide in una pentola alta e stretta, fino ad una temperatura di 170°C . Friggete 2 supplì alla volta, per non far abbassare troppo la temperatura dell’olio, per ca. 8-10 minuti. Dovranno risultare molto dorati, ma non bruciati, né troppo chiari. Meglio dorarli lentamente, in modo che il cuore di mozzarella si sciolga alla perfezione.

    Suppli di riso: la frittura
  12. Una volta pronti, scolateli dall’olio e con della carta assorbente eliminate l’olio in eccesso. Quando vedrete filare il vostro Supplì di riso al telefono, vi sentire in paradiso!

    Suppli di riso al telefono
  13. Supplì di riso: conservazione

    I suppli di riso si conservano in frigorifero per 1-2 giorni e vanno scaldati prima di essere gustati nuovamente. Potete anche congelarli sia da cotti che da crudi. Vi consiglio di congelarli da crudi, dopo averli impanati: in questo modo, quando ne avrete voglia, vi basterà tuffarli nell’olio ancora congelati e dovrete solo prolungare la cottura di qualche minuto.

  14. Suppli al forno

    Ora non mi svenite per favore! Lo so che i Suppli di riso alla romana SONO SOLO FRITTI, non lo metto in dubbio. Ma per chi non può proprio concederselo, posso suggerire una cottura dei suppli al forno. Quando saranno pronti e impanati, potete metterli su una teglia da forno, spruzzateli con dell’olio di oliva (io faccio 1 cucchiaio di olio e 1 di acqua) e poi cuoceteli nel forno statico preriscaldato a 220°C per ca. 15 minuti, girandoli a metà cottura. Vi verranno solo leggermente dorati e saranno comunque molto gustosi. Ovviamente fritti è tutt’altra cosa.

  15. Supplì con riso avanzato

    Lo sapete che potete preparare anche una versione veloce di supplì con del riso avanzato? Potete utilizzare del risotto al pomodoro o al ragù o con gli spinaci o con le verdure, già pronto e avanzato.

    Prendete 1 cucchiaiata di riso, stendetelo sulla mano, unite una strisciolina di mozzarella e avrete creato un buonissimo supplì di recupero. Passatelo nelle uova e nel pangrattato e poi proseguite con la frittura. Potete anche creare una versione mini a forma di palline di riso, mettendo al centro solo un dadino di mozzarella.

  16. Arancini e suppli: differenza

    Mi chiedete spesso qual è la differenza tra arancini e suppli. Nel caso degli arancini, il riso viene cotto in acqua e poi aggiunto il burro e lo zafferano. Il ripieno si trova solo al centro che sia ragù di carne, piselli o formaggio o prosciutto. Nel caso dei supplì, il riso viene cotto direttamente nel ragù di carne e pomodoro. Al centro viene messo solo il cuore di mozzarella (nella versione tradizionale).

    Ovviamente cambia anche la forma, dato che gli arancini sono tondi o a piramide (in genere), mentre i supplì sono più ovali.

    Leggi anche le ricette degli Arancini al ragù e degli Arancini al burro con prosciutto e formaggio.

Leyla consiglia…

Solo per conoscenza, invece che panare con le uova, potete utilizzare una pastella di acqua e farina semi liquida e poi passare i Supplì nel pangrattato.

Credo di avervi detto proprio tutto sui Suppli di riso! A Roma troverete tantissime versioni di supplì con gli ingredienti più vari: Supplì in bianco, cacio e pepe, alla carbonara, ma anche con la zucca, il pesce, i funghi. Credo che tutti meritino di essere assaggiati! Io ne faccio sempre una grande scorpacciata!

I Suppli di riso al telefono si servono come antipasto, ma sono così buoni che potete mangiarveli anche al posto del primo piatto.

Da provare anche:

Torna alla HOME PAGE
Per non perdere nessuna ricetta, metti il “mi piace” QUI sulla mia pagina Facebook QUI sul mio profilo Instagram.

Precedente Torta ai lamponi Successivo Mattonella dolce: torta con biscotti secchi Oro Saiwa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.