Risotto integrale con totani o calamari [riso deamidato]

Risotto integrale con totani o calamari

Oggi vedremo come preparare un delizioso risotto integrale con totani o calamari utilizzando il riso deamidato [indicato per chi soffre di iperglicemia].

Andiamo in ordine!

Riso e indice glicemico, quale scegliere? Inoltre: come deamidare il riso.

• Ho scelto un riso integrale e precisamente “riso parboiled integrale più gusto e fibra cottura 10 minuti” e l’ho deamidato.

La deamidazione varia i tempi di cottura del riso riducendoli notevolmente, in questo caso da 10 minuti a 3-5 circa secondo la consistenza desiderata.

• Ho preparato un brodo vegetale.

• Ho proseguito con la preparazione del risotto integrale con totani.

Da gustare in bianco o colorare con salsa di pomodoro quantità secondo gusto.

In alternativa ai totani puoi acquistare i calamari.

Contrariamente a quanto si pensa, i totani non hanno carni meno tenere dei calamari ma più croccanti; peraltro, questa convinzione errata fa si che siano anche di gran lunga più economici.

Personalmente preferisco i totani ai calamari perché, per esperienza, in cottura si asciugano meno.

Nel nostro schema alimentare, calamari e totani sono tra gli alimenti indicati con due asterischi ovvero ** da consumare saltuariamente.

Infatti, nonostante si tratti di molluschi dalle carni magre, sono una fonte di colesterolo la cui assunzione va limitata.

Il risotto integrale con totani o calamari è un piatto unico che concentra le caratteristiche che contraddistinguono un pasto bilanciato in un’unica portata.

Risotto integrale con totani o calamari
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

160 g riso integrale parboiled (cottura 10′)
400 g totani (o calamari)
200 ml acqua
1 pizzico sale
1 dado vegetale (fatto in casa)
1 pizzico aglio in polvere
q.b. misto soffritto (surgelato)
1 bicchierino vino bianco
q.b. salsa di pomodoro (fatta in casa)
1 pizzico pepe misto in grani (con macinino)
q.b. prezzemolo (tritato)

Strumenti

1 Colino
1 Ciotola

Deamidazione riso

Sciacqua il riso per eliminare parzialmente l’amido, quindi:

• metti il riso in ammollo in una ciotola, in acqua fredda, per 2 ore;

• mescola di tanto in tanto;

• cambia l’acqua un paio di volte;

• sciacqualo accuratamente sotto l’acqua corrente prima dell’utilizzo.

Completato il processo di deamidazione, scola accuratamente il riso versandolo in un colino.

Se assaggi un chicco avrai la sensazione di mangiare un riso che ha subito una prima cottura.

Riso deamidato

Pulizia totani

Ti consiglio di acquistare i totani dal tuo pescivendolo di fiducia chiedendoli già puliti specificando che preferisci:

• corpo chiuso quindi interi + tentacoli;

ed eventualmente già tagliati ad anelli.

In caso contrario, procedi con la pulizia dei totani.

Ti occorreranno:

– tagliere;

– forbici.

COME PULIRE I TOTANI

• tira i tentacoli estraendoli dalla sacca;

• in questo modo verranno via anche le interiora e la sacca dell’inchiostro;

• prosegui la pulizia della sacca tirando la pelle ed estraendo la spina dorsale;

• prosegui la pulizia dei tentacoli estraendo il becco;

• sciacqua bene sotto l’acqua la sacca [esternamente e internamente] e i tentacoli.

Con questo procedimento otterrai delle sacche chiuse da cuocere intereda farcire o da tagliare ad anelli.

COME PULIRE I TOTANI – metodo facile e veloce

• stendi il totano su un tagliere;

• con una forbice taglia la sacca aprendola verticalmente;

• estrai interiora e sacca dell’inchiostro [facendo attenzione a non romperli] insieme ai tentacoli in un unico blocco;

• pulisci accuratamente la sacca tirando la pelle ed estraendo la spina dorsale;

• pulisci i tentacoli eliminando la parte superiore dove sono inseriti gli occhi ed estrai il becco;

• sciacqua bene sotto l’acqua la sacca e i tentacoli.

Con questo procedimento, adatto anche ai meno esperti in pulizia del pesce, otterrai delle sacche aperte da cuocere intere [alla grigliaal fornoin padellao da tagliare a tocchetti [per la preparazione di antipastiprimisecondiinsalate di mare] non i classici totani da farcire o da tagliare ad anelli.

Taglia le sacche ad anelli o a tocchetti, separa i tentacoli e lasciali interi o tagliali a tocchetti secondo gusto ed esigenze.

Lascia sgocciolare in uno scolapasta e tampona l’acqua residua con dei fogli di carta assorbente da cucina.

Estrai i totani dal frigo almeno mezz’ora prima di cuocerli.

Risotto

In un pentolino versa:

• 200 ml di acqua;

• un pizzico di sale;

• un dado vegetale;

e porta ad ebollizione ottenendo un brodo vegetale.

In un tegame rovente fai dorare una spolverata di aglio in polvere.

Aggiungi una manciata di misto soffritto surgelato [carote, cipolle, sedano a tocchetti] e lascia appassire per qualche secondo.

Sfuma con un bicchierino di vino bianco.

Versa i totani in tegame, mescola e fai rosolare un paio di minuti.

Aggiungi 4 cucchiai di salsa di pomodoro.

Versa nel tegame con i totani il riso deamidato e fallo tostare o più che altro scaldare [è un riso simil precotto quindi i chicchi non diventeranno mai caldi come se fossero stati crudi].

Versa nel tegame il brodo vegetale mestolo a mestolo al bisogno e amalgama.

Continua a mescolare con una spatola in silicone.

Prosegui mescolando per 5 minuti, anziché 10 finché il riso avrà assorbito quasi la totalità di brodo.

Se necessario, aggiusta di sale e macina il pepe.

A fiamma spenta, aggiungi il prezzemolo.

Copri con un coperchio e lascia riposare 2-3 minuti.

Impiatta.

Macina ancora un po’ di pepe.

Il tuo risotto integrale con totani o calamari è pronto.

Buon appetito!

Risotto integrale con totani o calamari

Note

Ricorda:

• inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta];

• un pasto bilanciato deve contenere tutti i nutrienti: carboidratiproteinegrassi & fibre;

• preparalo sempre nel rispetto delle proporzioni e delle combinazioni alimentari indicate nel tuo schema alimentare.

***

Ti aspetto sulla Pagina Facebook collegata al Blog → A zucchero zero – Pagina Facebook.

Iscriviti al canale Telegram per ricevere la ricetta del giorno e non solo… → A zucchero zero – Telegram.

***

NON COPIARE E INCOLLARE MATERIALE DAL BLOG in generale e in particolare SUI PROFILI E SUI GRUPPI SOCIAL [foto, ingredienti, procedimento – NEANCHE SOTTO FORMA DI RIASSUNTO]: è corretto condividere le proprie foto delle ricette eseguite indicando la fonte cioè linkando il blog dove è possibile leggere la ricetta per intero.

PER MOTIVI DI COPYRIGHT E ANCHE PER IL TANTO LAVORO CHE C’È DIETRO.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.