Ricotta al forno o ricotta infornata

Ricotta al forno


La ricotta al forno o ricotta infornata è una variante della ricotta fresca.

E’ una ricetta tipica siciliana che è possibile degustare in agriturismo e acquistare al banco formaggi in versione stagionata.

O prepararla in casa vista l’estrema facilità!

E’ preferibile utilizzare la ricotta del giorno prima: per il minor contenuto in acqua e per la maggior compattezza; per questo motivo si classifica anche come ricetta del riciclo.

La porto in tavola a fette o tagliata a tocchetti.

Se riesci a trovarle, puoi utilizzare le ricottine mignon che hanno la stessa composizione e lavorazione della ricotta ma sono di dimensioni e peso e inferiori; da infornare intere, sono molto graziose per un buffet.

Il sapore è molto delicato e il profumo è quasi affumicato.

I formaggi andrebbero consumati non più di due volte a settimana, in piccole dosi e preferendo formaggi freschi come la ricotta magra.

Nel dietometro Accu-Check trovi indicato il conteggio dei CHO per porzione:
• porzione media da 150 g di ricotta → CHO 5,2 g;
– Kcal 219;
– proteine 10,5 g;
– lipidi 13 g.

_Ricotta al forno
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni2 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 fettaricotta vaccina (del giorno prima)
  • 1 pizzicosale
  • 1 pizzicopepe misto in grani (con macinino)

Preparazione

  1. Scola bene la ricotta e taglia un’unica fetta orizzontale spessa [grammatura secondo schema alimentare].

  2. Fodera una leccarda da forno con un foglio di carta forno.

    Sistema la fetta di ricotta sulla leccarda.

    Condisci la fetta di ricotta con un pizzico di sale e macina il pepe.

  3. Inforna a 180° C per un’ora in forno ventilato, fino ad ottenere una colorazione ambrata.

  4. La tua ricotta al forno o ricotta infornata è pronta.

    Buon appetito!

Varianti

  1. Le varianti e le personalizzazioni di questa ricetta salata sono numerose per cui, oltre a condirla con un pizzico di sale e macinare il pepe, puoi aggiungere:

    • aromi [alloro, basilico, erba cipollina, maggiorana, menta, origano, prezzemolo, rosmarino, salvia timo];

    • spezie [cannella, curcuma, noce moscata, zafferano];

    • granella di frutta secca [mandorle, nocciole, noci, pistacchi];

    • polvere di buccia di arancia e/o di limone essiccata;

    a piacere.

Note

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.