Crea sito

Pesce spada panato al forno al limone

Pesce spada panato al forno al limone

Un’alternativa al pesce spada alla griglia è il pesce spada alla palermitana ovvero panato.

Normalmente viene panato e grigliato, io per comodità lo cucino al forno.

Ho utilizzato una panatura semplice, leggera e soprattutto sana a base di pangrattato integrale che ho fatto aderire utilizzando del succo di limone.

Non ho aggiunto grassi in cottura.

Il pesce spada panato al forno al limone è una vera bontà, spesso per motivi di tempo lo preparo in anticipo e lo scaldo prima di consumarlo, anziché seccarsi acquista addirittura morbidezza.

Pesce spada panato al forno al limone
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 240 g Pesce spada
  • q.b. Pangrattato integrale
  • 1 cucchiaio Parmigiano reggiano (grattugiato)
  • 1 pizzico Sale
  • 1 pizzico Pepe misto in grani (con macinino)
  • q.b. Prezzemolo (tritato)
  • q.b. Succo di limone
  • 1 filo Olio extravergine d'oliva (a crudo)

Preparazione

  1. Tira fuori il pesce dal frigo almeno mezz’ora prima di cuocerlo.

  2. Lavalo sotto l’acqua corrente, fallo sgocciolare e asciugalo bene con dei fogli di carta assorbente da cucina.

  3. In un piatto, versa:

    • pangrattato integrale;
    • formaggio grattugiato;
    • prezzemolo;
    • sale;
    • pepe;

    e mescola.

  4. Bagna le fette di pesce spada nel succo di limone.

  5. Passale nella panatura facendole aderire per bene.

  6. Fodera una teglia da forno con un foglio di carta forno e sistemaci sopra il pesce.

  7. Riscalda brevemente il forno.

  8. Inforna a 180° C in forno ventilato per 20 minuti.

  9. Impiatta.

  10. Aggiungi un filo di olio a crudo.

  11. Il tuo pesce spada panato al forno al limone è pronto.

    Buon appetito!

Note

Ricorda:

  • inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta] e con la frutta se è presente nel tuo schema alimentare;
  • inverti l’ordine dei piatti quindi consuma il contorno e il secondo poi il primo;
  • completa il pasto con carboidrati preferibilmente integrali.
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.