Crea sito

Pasta con il nero di seppia

A casa dei miei genitori le sacche di inchiostro delle seppie venivano buttate.

Lo so, c’è da rimanere sconcertati.

Ci fa impressione.” – dicevano, e così fino a qualche anno fa anche io ignoravo quanto ne fosse delizioso il sugo.

Un giorno, dopo averlo gustato a casa di un’amica, sono tornata a casa puntualizzando che da quel momento io lo avrei mangiato!

E, così… dopo un furtivo assaggio dal mio piatto, adesso è un sugo gradito e bramato dall’intera famiglia.

Quindi non lasciarti scoraggiare dal colore, è un’assoluta prelibatezza.

Puoi prepararla con o senza salsa di pomodoro, io ne aggiungo pochissima [un paio di cucchiai] perché sostengo che non debba coprire il sapore delicato del nero di seppia.

La pasta con il nero di seppia, cucinata e condita con un corretto quantitativo di seppie, diventa un piatto unico in quanto concentra le caratteristiche che contraddistinguono un pasto bilanciato in un’unica portata.

Pasta con il nero di seppia
  • Preparazione: 45 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 2 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Spaghetti N°5 (al dente) 160 g
  • Seppie 400 g
  • Nero di seppia (sacca) 1
  • Pangrattato integrale 2 cucchiai
  • Pepe misto in grani (con macinino) 1 pizzico
  • Olio extravergine d'oliva 1 filo
  • Aglio in polvere 1 pizzico
  • Acqua 50 ml
  • Vino bianco 1 bicchierino
  • Sale 1 pizzico
  • Prezzemolo (tritato) q.b.
  • Salsa di pomodoro (fatta in casa) q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa, occorre pulire e svuotare le seppie:

    • lava le seppie sotto l’acqua corrente e asciugale con un foglio di carta assorbente da cucina;
    • con le mani, ruota e stacca tentacoli e interiora avendo cura di non rompere la sacca dell’inchiostro [mettila da parte];
    • separa i tentacoli dalle interiora ed elimina occhi e becco;
    • con un piccolo coltello affilato, pratica un’incisione sulla membrana interna del corpo della seppia in modo da estrarne agevolmente l’osso;
    • spella la seppia.
  2. Taglia corpo e tentacoli delle seppie in pezzi piccoli.

  3. Versa in una piccola padella antiaderente il pangrattato e mescola con una spatola in silicone a fiamma bassa finché non diventa dorato [fai attenzione: il pangrattato integrale è già di colore abbastanza scuro].

  4. Versa il pangrattato tostato in una ciotola.

  5. Aggiungi:

    • il pepe;
    • l’olio;

    e amalgama ottenendo delle briciole.

  6. In una padella rovente tosta una spolverata di aglio in polvere.

  7. Aggiungi 50 ml di acqua e attendi che soffrigga.

  8. Versa le seppie in padella, mescola e fai rosolare.

  9. Sfuma con un bicchierino di vino bianco.

  10. Aggiungi il sale.

  11. Lascia cuocere con un coperchio e a fiamma bassa per 10 minuti circa.

  12. Aggiungi il prezzemolo tritato.

  13. Aggiungi un po’ di salsa di pomodoro [non deve coprire il sapore delicato del nero di seppia].

  14. Versa la sacca di nero in padella e rompila.

  15. Amalgama.

  16. Lascia cuocere 2-3 minuti e spegni la fiamma.

  17. Cuoci la pasta e scolala.

  18. Nel frattempo, scalda il condimento.

  19. Versa la pasta nella padella con il sugo e amalgama.

  20. Impiatta.

  21. Aggiungi la mollica tostata.

  22. Aggiungi un filo di olio a crudo [facoltativo].

  23. La tua pasta con il nero di seppie è pronta.

    Buon appetito!

Note

Solitamente utilizzo pasta integrale, quando decido di utilizzare pasta normale scelgo una pasta che abbia un’ottima tenuta in cottura: la pasta al dente ha indice glicemico più basso della pasta ben cotta.

Ricorda:

  • inizia il pasto con un’abbondante porzione di verdura [cruda o cotta] e con la frutta se è presente nel tuo schema alimentare.

La pasta con il nero di seppia, cucinata e condita con un corretto quantitativo di seppie, diventa un piatto unico in quanto concentra le caratteristiche che contraddistinguono un pasto bilanciato in un’unica portata.

Pubblicato da azuccherozero

Mi chiamo Francesca e la mia mission è: prevenire o tardare l’insorgenza del diabete attraverso un’alimentazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.