Pasta frolla con pistacchi

La pasta frolla con pistacchi è la ricetta base;  si presta per realizzare tartine, tartellette o crostate salate con ripieni e farcie a piacere. Ma se aggiungete agli ingredienti sottoelencati lo zucchero, almeno 150 grammi e diminuite la dose del sale a un pizzico, potrete in questo caso preparare biscotti o crostate dolci. I pistacchi conferiscono alla pasta frolla un sapore e una granulosità particolare; facilissima e veloce da preparare è possibile anche congelarla, come una qualsiasi pasta frolla, per averla a disposizione quando serve. Vediamo insieme il procedimento per realizzare la pasta frolla con pistacchi.

Pasta frolla con pistacchi  Blog Profumi Sapori & Fantasia

Ingredienti per : Pasta frolla con pistacchi

 200 g. di farina 00

100 g. di burro a pezzetti morbido

1 uovo intero medio

50 g. di pistacchi sgusciati (al super in bustine già pronti)

1/2 cucchiaino di sale fine

Procedimento

In una ciotola setacciate la farina, aggiungete il burro e amalgamate insieme i due ingredienti stofinandoli, fino ad avere un composto bricioloso. Fate un buco al centro e aggiungete l’uovo leggermente sbattuto, il sale ed i pistacchi (tritati grossolanamente o con un coltello oppure nel tritatutto).

Impastate tutti gli ingredienti velocemente, formate il classico panetto, avvolgetelo in pellicola da alimenti poi mettetelo a riposare in frigo per almeno 1 ora.

La pasta frolla con pistacchi è pronta all’utilizzo preferito.

Iscriviti alla mia Newsletter, riceverai gratuitamente le mie ricette nella tua posta. Seguimi anche su Facebook, clicca mi piace alla pagina e resteremo in contatto!

Iscriviti alla mia NewsletterSeguimi anche su Facebook

Print Friendly
Altre ricette che ti possono interessare..

18 thoughts on “Pasta frolla con pistacchi

  1. Ciao Silvana
    la “tua” pasta frolla salata ai pistacchi e i passatelli in brodo sono stati un successone.
    Grazie mille per le fantastiche ricette e un superaugurio di un gustosissimo 2014!
    Ciao
    maura

  2. cara Silvana ho fatto un pasticcio!
    Stavo preparando la frolla, la volevo fare dolce, ma avendo poco zucchero bianco ho deciso di miscelare quello di canna con il bianco, Ho pesato poco più di 80 gr, di bruno e poi ho preso in mano il barattolo del bianco e ho aggiunto la differenza. mettendo via i barattoli mi sono accorta che ho usato il sale. C’è modo di porre rimedio a un pastroccio simile? Prima di buttare tutto, metto in frigo la schifezza e aspetto una tua risposta.
    Magari esiste un miracolo.

    • Patrizia, ehmmm direi di no, chissà com’è salata ti conviene rifarla..se consideri che anche nella versione salata ce ne va pochino di sale 1/2 cucchiaino. Mi dispiace se sono in ritardo a risponderti, ma ho finito ora di sistemare la cucina :-(

      • Silvana, non mi aspettavo una risposta così celere! Oggi come ieri è giorno di festa!
        Immaginavo che non ci fosse nulla da fare ma, sai com’è, la speranza è dura da abbattere (^_^).
        Butto tutto e rifarò domani. Solo dopo un passaggio a super però :-P…..sai ho finito il sale! hahhaha
        Un abbraccio

  3. Adoro i pistacchi e questa la devo assolutamente provare!
    Non ti ho ringraziato per i tuoi consigli con la crostata
    ” nonna papera”. Dopo averci pensato su alla fine ho optato per un tiramisù, lo sciroppo era troppo e pochi i mirtilli, quindi ho imbevuto i savoiardi e ho composto poi nel modo classico spargendo i frutti tra una farcia e l’altra e pensa, ho ancora mezzo vasetto di sciroppo!!
    Ti auguro di cuore un felice Natale ringraziandoti ancora.

    • Grazie Patrizia, hai avuto un’idea davvero speciiale a fare il tiramisu. Auguroni anche a te e famiglia e grazie a te di tutto!

  4. Cara Silvana,
    ormai l’avrai capito: io non amo particolarmente il burro … e avrai intuito anche cosa sto per chiederti: è possibile sostituire il burro con l’olio senza compromettere il risultato??? (non dirmi di no, ti prego!).
    Mi rendo conto che, probabilmente posso apparire un po’ “strano”, ma il fatto è che, da figlio del Salento, amo molto l’olio e lo preferisco al burro.
    Grazie per la ricetta (spero anche con olio).
    Buona serata!

  5. Questa frolla non l’avevo mai sentita! Eppure, da appassionata, ho libri, riviste e seguo blog e trasmissioni di cucina. Brava!!
    Ma intendi che, una volta cotta la tartina(come la tua stellina) si possa, in un secondo momento, spalmarla con formaggi etc?
    Da provare cara.

    • Aless, amico mio grazie! Ti lascio tutti i migliori auguri a te e allo staff fantastico di Magnabook..siete unici! ;-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>