CROSTATA TIRAMISU

Share:
Condividi

Ve lo devo proprio dire….provate questa crostata tiramisu!!! Io dopo il primo morso l’ho trovata così buona che quel “peccato” mi è sembrato subito minuscolo. E’ semplicemente deliziosa….la rivisitazione di un classico dolce della pasticceria italiana! Ottima la combinazione tra la croccantezza del guscio di pasta frolla e la morbidezza della crema. Questa l’ho preparata insieme a mia cugina Claudia….continua fonte di ispirazione!  Thanks ;-)

crostata tiramisu - fetta

 CROSTATA TIRAMISU

 

INGREDIENTI

Per la pasta frolla:

  • 300 g di farina 00
  • 80 g di burro freddo a pezzetti
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 cucchiaio da tè di lievito in polvere per dolci
  • 1 cucchiaio di Marsala

Per il ripieno:

  • pavesini
  • nutella
  • 1 caffè leggermente zuccherato
  • 250 g di mascarpone
  • 2 tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 150 g di panna fresca
  • cacao amaro per spolverizzare

Per realizzare la crostata tiramisu potete preparare una normale pasta frolla secondo la ricetta che vi è più familiare oppure potete seguire la mia ricetta che trovate descritta QUI.

Prima di cominciare ricordatevi di mettere in frigorifero per almeno mezz’ora il contenitore in vetro in cui si monterà la panna e le fruste elettriche ….se avete poco tempo potete metterli in freezer per un quarto d’ora.

Dopo aver fatto riposare in frigorifero la pasta frolla, stenderla con il mattarello

DSCF6772

e poi adagiarla in una teglia imburrata ed infarinata (28 cm Ø). Rifilare i bordi con un coltello tenendoli un po’ alti (più di quanto abbia fatto io mi raccomando).

DSCF6773Bucherellare il fondo della pasta frolla con i rebbi di una forchetta, coprirlo con un cerchio di carta da forno tagliato a misura e versarvi sopra dei fagioli secchi per poter procedere alla cottura in bianco, cioè alla cottura della sola base visto che il ripieno non va messo in forno.

DSCF6775Cuocere la base di pasta frolla in forno già caldo a 170° per 20 minuti.

Appena tolta dal forno, spalmare la base ancora calda con della nutella.

DSCF6785A questo punto far raffreddare completamente.

Nel frattempo preparare un caffè e zuccherarlo leggermente, poi lasciarlo intiepidire.

Inzuppare molto velocemente i pavesini nel caffè ormai tiepido.

DSCF6789Ricoprire completamente, con i biscotti inzuppati, la base di nutella.

DSCF6790Preparare la CREMA mescolando i tuorli con lo zucchero.

DSCF6779

Aggiungere il mascarpone ed amalgamarlo bene.

DSCF6780Infine montare la panna

DSCF6777

ed incorporarla, a cucchiaiate, alla crema di mascarpone

DSCF6781con delicati movimenti dal basso verso l’alto.

DSCF6782Versare la crema così ottenuta sui pavesini e livellare bene.

DSCF6791Spolverizzare con del cacao amaro.

DSCF6792

Mettere la crostata tiramisu in frigorifero per almeno 3 ore prima di servirla.

badge.php

 

Vi va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornati sulle nuove ricette che pubblico? Allora cliccate QUI e poi, quando si apre la pagina, cliccate MI PIACE in alto a destra. Grazieee

 

crostata tiramisù

crostata tiramisu -dettaglio

Print Friendly
Vota questa ricetta:
CROSTATA TIRAMISU
  • 4.20 / 55

84 thoughts on “CROSTATA TIRAMISU

  1. mangiare questa crostata è come essere in paradiso…la faro’ sicuramente…ti seguo sempre,anche se non ti commento spesso ma volevo dirti che le tue ricette mi piacciono molto…continua cosi’…brava :)

  2. Ciao, anch’io non commento spesso, ma le tue ricette le guardo quasi tutte e sono sempre sfiziosissime :) questa torta tiramisù dev’essere una vera goduriaaaa…..oggi compro il necessario e domani la faccio…. Complimenti e continua così !!! Ciao alla prossima :)

    • Ornella…il tiramisù è così….dovresti solo prendere l’idea e scegliere una crema totalmente diversa…ma a questo punto è un’altra torta!!

  3. fatta sabato mamma miaaaaaa una ghiottoneria,di diverso ho solo pastorizzato le uova perchè avevo come ospite una ragazza in gravidanza!!!!!è piaciuta tantooooo grazieeee,alla prossima torta!!!ahhh ho fatto pure il cheesecake con riso soffiato non ci sono parole solo dopo mangiate camminare camminare per smaltire!!!!

  4. che spettacolo, da provare sicuramente… una domanda: come faccio a ricevere le ricette via mail??? Non ho trovato il link… grazie, baci

  5. Buona ma tuorli montati a freddo sono stra pericolosi…molto meglio usare una pate a bombe con zucchero cotto per pastorizzare il composto….faccio il pasticcere di mestiere ricorda lavora sempre in sicurezza….ps un altro suggerimento monta la panna a lucido, ovvero semimontata, è un trucco per evitare al palato uno sgradevole persistenza in bocca del sapore grasso.
    Ciao e in bocca al lupo
    Riccardo

      • ciao paola cerco di spiegare la cosa con la max semplicità. In pratica si lavora con una base pastorizzata che in pasticceria si chiama pate a bombe, ti dò la dose che generalmente si usa per 250 gr di mascarpone + 250 di panna montata. Usa circa 87 gr di tuorlo, 170 gr di zucchero semolato e 50 gr di acqua. Porta a bollore fino a 121 °C lo zucchero con l’acqua (se non hai il termometro a sonda con le dite bagnate di acqua fredda una piccola goccia di zucchero deve darti una pallina resistente e malleabile). Con fruste elettriche cominci a schiumare i tuorli e versi a filo lo sciroppo bollente continuando a montare finchè il composto non è freddo (ci vorranno 10 min). La base, che è una delle più classiche basi per semifreddi, sarà spumosa e lucida una volta pronta.
        Per il resto procedi come al solito mescolando formaggio cremoso e panna. Per la panna, semimontata aiuta a non far percepire un eccessivo tenore di grasso al palato, inoltre esposta a freddo intenso o caldo smonterebbe dando imperfezioni, per cui in generale si stabilizza la crema con 5 gr di colla di pesce che la rendono impeccabile. (calcola sempre su composti cremosi non completamente acquosi come questo 1 gr di colla ogni 100 gr di composto di creme – panna o mascarpone – da rassodare).
        Dò anche qualche elemento del perchè anche a casa è bene non usare tuorli crudi: l’uovo è poroso e pertanto potrebbe lasciare passare contaminazioni di cui la più conosciuta è sicuramente la salmonellosi. Anche la manipolazione delle uova, nelle ricette casalinghe si tende a isolare i tuorli facendo il gioco di muovere lo stesso fra mezzo guscio e l’altro può portarsi dietro elementi contaminanti tenendo conto che sulla superficie del guscio potrebbero esserci residui organici portatori di virus fecali. Lo stesso tuorlo crudo è un ottimo terreno di coltura batterica, lasciato esposto in atmosfera lo sviluppo orario di batteri è esponenziale, quasi nessuno in cucina non professionale dispone di abbattitori di temperatura che portano rapidamente i cibi preparati ad abbattimento positivo in pochissimo tempo, evitando l’esposizione alla fascia di temperatura critica per lo sviluppo batterico massimo, e nessuno generalmente separa all’interno dei propri frigoriferi i cibi potenzialmente contaminanti. Cucinare il tuorlo, gelatinizzare l’acqua libera in una preparazione, garantiscono una preparazione di base sicura e uno sviluppo microbico inferiore (temperatura e umidità sono elementi essenziali per lo sviluppo di batteri e muffe), dando a una preparazione del genere una shelf life di 24-36 ore alla preparazione.
        Ciao e per qualsiasi cosa sentiamoci.
        Riccardo

        • Caro Riccardo, tanto di cappello per la risposta ed i consigli professionali…
          Io che che sono una novellina in cucina mi sono persa però a metà spiegazione su come pastorizzare le uova…
          Una cosa mi interessa molto, dato che anche io credo che i gusci siano contaminati e pericolosi (di solito li sciacquo sotto l’acqua e poi li asciugo):
          Come separi il tuorlo dall’albume, se non nel modo che tutti conosciamo?
          Grazie

  6. Sicuramente buonissima fuori ogni dubbio ma forse per renderla un po’ più light invece della panna metti la ricotta di mucca , infatti io il tiramisu lo faccio così e viene molto delicato

  7. L’ho fatta stasera! Domani mattina si fa colazione con la crostata. Appena mi sono imbattuta in questa ricetta, subito ho voluto provarla.
    Solo una cosa: la pasta frolla non ha mantenuto i bordi alti, come i tuoi, dopo la cottura. Come posso ovviare al problema? (ho aggiunto il lievito alla frolla)

  8. …io non capisco chi dice, strepitosa, buonissima, fantastica (non dico di questa ricetta, ma in generale!), ….prima si fa e poi si possono fare questi commenti!!…..spesso si devono leggere 10 commenti di questo tipo prima di trovare quello che l’ha anche fatta !…io tue ricette ne ho fatte spesso e fino ad ora sono sempre stata soddisfatta!…qualche volta anche particolarmente soddisfatta!!…quello che trovo (nelle tue ricette) è la spiegazione molto dettagliata, semplice ma molto ben spiegata!! ti faccio anche per questo i complimenti!!!…ora mi trovo in un periodo in cui posso fare poco in cucina essendo in attesa di intervento alla spalla (il dolore non mi lascia dedicarmi come vorrei alla cucina purtroppo (nemmeno al resto veramente!) ma appena mi sarà possibile ti invierò foto e commenti su quello che preparerò!! …per me andare sul tuo sito è veramente un appuntamento quotidiano !! ciao e ancora complimenti !!ciao luciana

  9. La crostata tiramisu preparero’ certamento per la festa di natale.sono tedesca, mi piaciono le tue ricette
    e amo la cucina italiana. Buona festa di natale e cari
    saluti

  10. Io adoro il tiramisù e questa ricetta mi sembra strepitosa…brava Paola…..certamente per le prossime feste sarà sulla mia tavola. Grazie per le tue sempre strepitose ricette…..

  11. Premetto che è da un po’ che giro intorno a questa ricetta: farla/non farla semplicemente perché è un attentato alla mia perenne dieta…e comunque ho deciso di farla a S. Valentino!
    Due domande a questo punto…
    Se non metto la nutella sulla frolla? Mio marito non ama i dolci nutellosi, vorrei evitare…
    E se invece dei pavesini mettessi delle fettine di pan di spagna bagnate anch’esse nel caffè? Potrebbe andare?
    La crema resta soda o può essere necessario sciogliere un foglio di gelatina?
    Grazie mille…e complimenti davvero!!!!

  12. Ero indecisa su questa torta…mi sembrava un pò una “pacchianata di torta” ma mi sono assoluatmente dovuta ricredere! Questa torta è semplicemente deliziosa!!! I sapori al suo interno si sposano alla perfezione…frolla, nutella, caffè, crema mascarpone! Che grande figura mi ha fatto fare…con poco impegno! Non vedo l’ora di rifarla!

  13. Ciao, commento poco e non sono una cuoca espertissima, ma seguire le tue ricette e vederne le foto è un Paradiso…Questa torta mi lascia una sensazione meravigliosa e sapessi che darei per mangiarne una fetta…La farò fare alla vecchietta del 3 piano…Ciao…

  14. Ho fatto questa crostata, veramente ne ho dovute fare due per un pranzo organizzato con delle colleghe.
    Il risultato? sono rimaste a bocca aperta,( anche perchè avevo detto loro che portavo un dolce al tiramisù) guarda non so mettere le foto ma vorrei tanto farti vedere la loro espressione del prima e del dopo.Prima mi avevano snobbato un pò, ma poi tutte appiccicate a me per la ricetta. Complimentissimi.

  15. Ciao Paola io di solito faccio il tiramisu solo con mascarpone senza panna e monto a neve con la planetaria le chiare. Nn posso farla così? Rischio che si smonta?…sempre bravissima! Baci

  16. Grazie…alla fine ho comprato la panna nel dubbio! Ora…nn so se metterla o no?!?Volevo chiederti inoltre ma se la preparo oggi per domani la pasta frolla cotta, in frigo si ammoscia?grazie baci

  17. spettacolare…fatta…andata a ruba tra amici e parenti …insomma in 4 giorni ne ho preparate 7….
    che dire? sei una GRANDE…

  18. Fatta! Ed è stato un successoneee! :-) ho usato come base una frolla un pochino più biscottata,con più burro…e la friabilità con la cremosita’ hanno fatto il resto. Ottima! Grazie

  19. Ciao!

    Con cosa posso sostituire il marsala?
    Posso usare i savoiardi normali invece dei Pavesini? Vivo in America e non sono facili da trovare…

    Grazie!

    Flora

  20. Le tue ricette sono sempre molto accattivanti, belle ed invitanti, come questa. Ti chiedo una cosa: preferendo non mangiare l’uovo non cotto, con che cosa potrei sostituire l’ultimo strato? Grazie in anticipo|

    • L’ultimo strato è la crema classica del tiramisù e chiaramente non può essere sostituito….prova piuttosto a pastorizzare le uova

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>