Crea sito

Gambi di carciofi cimaroli fritti

Ho preparato dei gambi di carciofi cimaroli fritti perchè avevo per le mani dei carciofi romaneschi di una bellezza strepitosa: grandi, ben chiusi sulle punte e con dei gambi molto grandi. Qualche anno fa la mia amica Angela mi ha suggerito di fare sempre attenzione allo spessore del gambo al momento di scegliere i carciofi. I carciofi con il gambo grande sono i cimaroli cioè il carciofo che si trova nella cima della pianta; il primo, il più alto e il migliore. Nel caso di carciofi romaneschi i cimaroli, o mammole, hanno dei gambi veramente grandi che è impossibile pensare di buttare; una volta sbucciati sono teneri e si possono utilizzare. I gambi di carciofi cimaroli fritti si possono servire anche insieme ai carciofi cucinati diversamente ad esempio al cartoccio (qui la ricetta).

gambi di carciofi cimaroli fritti

Ingredienti per preparare i  gambi di carciofi cimaroli fritti:

  • gambi di carciofi cimaroli romaneschi freschi
  • un uovo
  • farina q.b.
  • sale
  • olio di semi di arachide o girasole per friggere

Preparazione dei  gambi di carciofi cimaroli fritti:

  • preparare una pastella non troppo liquida: sbattere l’uovo aggiungere la farina e il sale; mescolare e aggiungere un dito (in un bicchiere) di acqua; aggiungere ancora farina fino ad avere una pastella di media densità omogenea e senza grumi;

preparazione dei gambi di carciofi cimaroli fritti

  • pulire i gambi dei carciofi, cioè togliere la parte esterna nel senso della lunghezza; lavarli, tagliarli a bastoncini di 5 centimetri di lunghezza circa; metterli subito nella pastella in modo che non abbiano il tempo di ossidarsi e diventare scuri; (oppure immergerli in acqua e limone e poi scolarli bene prima di metterli nella pastella);
  • mettere in padella un dito di olio e farlo scaldare per friggere; appena è caldo (fare la prova con un pezzetto, appena fa le bollicine intorno è pronto) mettere i bastoncini impastellati uno alla volta e tutti quelli che vi possono entrare;
  • quando sono dorati girarli e fare dorare l’altro lato;
  • estrarli con una schiumarola e metterli a perdere olio su carta assorbente per fritti.

gambi di carciofi cimaroli fritti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.