Bombe con crema diplomatica

Le Bombe con crema diplomatica sono soffici soffici preparate con un impasto golosissimo, poi vengono fritte e farcite, se volete evitare il fritto potete anche cuocerle in forno e saranno anche più leggere e ugualmente buonissime, qualche sera fa non vi dico cosa abbiamo combinato, amici a cena, non volevo fare il solito dolce freddo, davvero non mi andava, buoni eh , ma almeno a me dopo un po stancano, quindi nel pomeriggio ho iniziato ad impastare, vi svelo un segreto, quando inizio a fare le ricette non le penso mai prima, ma sempre al momento, ma avevo in mente di realizzare questi bomboloni già da un po , ovviamente potete preparare la farcia che volete, anche confettura o nutella, insomma ce le siamo divorate, seguitemi che vi racconto la ricetta per fare le Bombe con crema diplomatica!

Seguimi anche su FACEBOOK e non perderai nessuna delle mie ricette

Ingredienti

per 12  bombe

350 grammi di farina Manitoba
6 grammi di lievito di birra secco oppure 10 grammi fresco
1 uovo intero
100 ml di latte
30 grammi di burro morbido
100 grammi di zucchero
aroma a piacere ; limone, vaniglia ecc

Per la crema diplomatica
200 grammi di crema pasticcera la mia ricetta QUI
100 grammi di panna montata

Olio di arachidi per friggere

Bombe con crema diplomatica ricetta lievitato fritto

Bombe con crema diplomatica

Procedimento

Per la crema; per prima cosa vi consiglio di preparare la crema per la farcitura, in modo da trovarla pronta, quindi preparare la crema pasticcera, una volta fredda mescolarla alla panna montata e tenerla da parte in frigorifero.
Per le bombe;Sciogliere il lievito nel latte tiepido in una terrina mettere la farina, unire l’uovo,il burro morbido, lo zucchero, il latte con il lievito e l’aroma a piacere, amalgamare il tutto fino a formare un panetto, se avete la planetaria, usate il gancio per gli impasti e fatela lavorare per 10/15 minuti.
Far lievitare l’impasto per 2 ore circa poi dovere sempre tener conto della temperatura che avete in casa, comunque il panetto deve triplicare di volume.
Con le mani staccare dei pezzettini di pasta da circa 60/ 70 grammi ognuno, dare la forma rotonda e metterli su dei quadratini di carta forno, coprirli con un panno e farli riposare per un’altra oretta.
Mettere a scaldare abbondante olio di arachidi e quando sarà arrivato a temperatura friggere le bombe facendole gonfiare e dorare, scolarle su un foglio di carta da cucina e passarle nello zucchero semolato.
Riempire le bombe con la crema aiutandovi con una sac a poche.
Le Bombe con crema diplomatica sono pronte e sono golosissime, parola della vostra Vale!

Bombe con crema diplomatica ricetta lievitato fritto

 

 
Precedente Pizza fatta in casa con 2 grammi di lievito Successivo Lasagne di pane e melanzane

15 commenti su “Bombe con crema diplomatica

  1. Per la cottura al forno devo usare il ventilato o statico, per quanto tempo è la temperatura? Grazie mille!

    • valeria il said:

      forno statico a 170° per 20/25 minuti circa, ma regolati sempre con la potenza del tuo forno per i tempi, grazie a te 😉

    • valeria il said:

      forno statico a 170° per 20/25 minuti circa, ma regolati sempre con la potenza del tuo forno per i tempi

  2. Maura S il said:

    Mi piaciono molto le tue ricette. Mi chiedo solo, perche’ si chiama “crema diplomatica”????

  3. Sara il said:

    Ciao Valeria….tutte ricettine fantastiche….volevo chiederti,posso sostituire la farina di manitoba con un’altra? Se sì,quale mi consigli? Un saluto….a presto…..Sara

  4. suela il said:

    Non cuocciono. Scuriscono nell’olio, ma l’impasto dentro e sempre umido. Una delusione…

    • valeria il said:

      quello dipende da te e dalla temperatura dell’olio, da come li hai fatti grandi e che tipo di olio hai usato, non dalla ricetta

  5. Viky il said:

    Volendoli conservare per esempio per il mattino dopo, si possono congelare? Se sì quando, dopo che le palline hanno fatto tutte quante le lievitazioni?

  6. Alessandra il said:

    Volevo chiedere, a che temperatura deve essere l’olio e perchè viene consigliata la farina di manitoba, nel senso , è molto diversa dalla farina 00?

    • valeria il said:

      La Manitoba è una farina adatta per i lievitati sia dolci che salati, è una farina forte e ricca di glutine che durante la cottura fa crescere notevolmente il lievitato rendendolo molto soffice, la temperatura dell’olio sinceramente non saprei, non uso termometri da cucina, regolati quando inizia a fare le bollicine

Lascia un commento