Crea sito

Zuppa rustica con fagioli e patate

La zuppa rustica con fagioli e patate è una minestra antica molto sostanziosa nata dalle scarse provviste invernali nelle case dei contadini in Romagna. In pratica nella zuppa ci si metteva un po’ di tutto quello che si trovava: da un pezzetto di lardo, raramente pancetta, verdure raccolte nell’orto per la base del soffritto aggiungendo cipolle, fagioli e le patate e il tutto si metteva a sobbollire nella grande pentola annerita appesa sul fuoco del camino. Mia suocera la chiamava la zuppa matta forse per il miscuglio di ingredienti che variava di volta in volta e doveva essere sostanziosa perchè oltre che sfamare la numerosa famiglia fungeva da primo e secondo insieme aggiungendovi pane secco avanzato a tocchetti o residui di formaggio. La mia zuppa rustica di oggi è composta da ingredienti differenti, anche se ho cercato di avvicinarmi il più possibile alla versione originale utilizzando anche le croste del parmigiano conservate proprio per questa cottura. Semplice, attuale e tanto saporita eccovi la mia versione della zuppa rustica con fagioli e patate.

Zuppa rustica con fagioli e patate Blog Profumi Sapori & Fantasia

Zuppa rustica con fagioli e patate

Ingredienti per 4-6 prs

  • verdure miste da soffritto abbondanti e a dadini (sedano carota e cipolla)
  • 150 g di pancetta dolce a dadini
  • 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 litro e mezzo di brodo vegetale o di carne
  • 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 400 g di fagioli tipo borlotti o simili
  • 300 g di minestra tipo gramigna piccola
  • 3 patate medie a tocchetti
  • vecchie croste di parmigiano raschiate
  • sale e pepe

Procedimento

1) In una casseruola fate scaldare l’olio e fate rosolare le verdure da soffritto poi aggiungete la pancetta.

2) Mentre le verdure e pancetta sfrigolano nella pentola pelate lavate e riducete a cubetti le patate poi aggiungetele al soffritto, dopo qualche minuto unite anche i fagioli.

3) Salate e pepate aggiungete il brodo bollente e le croste di parmigiano, se ne avete da parte in frigo, e fate cuocere dal bollore per alemno due ore a fiamma bassa.

4) Prelevate dalla casseruola metà dose di zuppa e trasferitela in una ciotola, poi con il minipimer riducetela a crema poi trasferite il tutto nella casseruola e cucinatevi la gramigna o la pasta scelta.

5) Servite in tavola la zuppa calda con un giro di olio extravergine d’oliva e una macinata di pepe nero.

 

Iscriviti alla mia Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.