Spaghetti ai frutti di mare con scampi

Spaghetti ai frutti di mare con scampi, un primo di grande gusto che racchiude tutto il profumo e la bontà del mare. Con un misto di molluschi e crostacei gli spaghetti ai frutti di mare sono un piatto per ogni occasione, in bianco o anche con un paio di pomodorini, sono sempre graditi da tutti. Per prepararlo ricco e gustoso ideale è il pesce fresco, ma anche con quello surgelato riusciamo ad ottenere un ottimo piatto se preparato nel modo giusto, e se ci procuriamo ingredienti comunque di qualità. Se andiamo in pescheria acquistiamo un misto di vongole, cozze, gamberetti o gamberi, scampi, e un po’ di calamari, uscirà un piatto perfetto. Se invece usiamo il pesce surgelato vi consiglio di usare un misto per spaghetti o risotto non precotto, almeno 2 confezioni per 4 persone, e a questo aggiungere anche delle vongole e degli scampi a parte, che possiamo sempre acquistare surgelati o anche freschi, ma se ci troviamo in pescheria conviene usare il pesce fresco. Vediamo come preparali i nostri spaghetti ai frutti di mare con scampi.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • Spaghetti N°5 350 g
  • Vongole (con guscio) 500 g
  • Calamari 300 g
  • Gamberi 300 g
  • Scampi 8
  • Cozze (Surgelati o frechi) 1 kg
  • Aglio 1-2 spicchio
  • Olio di oliva q.b.
  • Pomodorini (Facoltativo) qualche
  • Prezzemolo q.b.
  • Peperoncino q.b.
  • Vino bianco (facoltativo) 1/2 bicchiere

Preparazione

  1. spaghetti ai frutti di mare con scampi

    A seconda se usiamo pesce fresco o surgelato, lo puliamo in anticipo o lo scongeliamo. Se usate il misto surgelato, sceglietelo di frutti di mare misti, come indicato negli ingredienti, e aggiungete pure un po’ di vongole e scampi a parte, per arricchire il vostro piatto di spaghetti ai frutti di mare.

    Le vongole se non sono già spurgate vanno lasciate in un bagno di acqua e sale grosso, per almeno 4 ore, poi prelevate lasciando i residui di sabbia sul fondo.

    Le cozze vanno strofinate bene, e lavate accuratamente. I calamari li svuotiamo, e spelliamo. Gamberi e scampi, anche se lasciati interi vanno comunque puliti il minimo, importante è togliere il filamento nero che si nasconde nei gamberi sul dorso, sotto il carapace, invece allo scampo si elimina aprendo dalla coda il crostaceo, e tirandolo con una pinza.

  2. Mettiamo sul fuoco la pentola con l’acqua per la pasta, la saliamo subito così non ce ne dimentichiamo. Appena bolle l’acqua caliamo la pasta, spaghetti nel mio caso, senza spezzarli, ma se li preferite spezzati va bene lo stesso.

  3. spaghetti ai frutti di mare e scampi

    Intanto prepariamo il sugo di pesce, ai frutti di mare.

    Metodo con misto surgelato:

    In una padella spessa di alluminio mettiamo dell’olio d’oliva, con uno spicchio d’aglio tritato, aggiungiamo il misto di frutti mare, scongelato e sgocciolato, con le vongole, che se sono surgelate sono già precotte e quindi prive di sabbia. Aggiungiamo un po’ di peperoncino se piace, sfumiamo con un po’ di vino bianco, appena il vino sarà completamente asciugato mettiamo da parte e nella stessa padella, senza pulirla, aggiungiamo ancora un filo d’olio e ripetiamo l’operazione con gli scampi, li mettiamo nell’olio sfumiamo col vino bianco, e appena saranno asciutti li mettiamo da parte. Nella stessa padella, infine saltiamo con un po’ di olio d’oliva, dei pomodorini tagliati a metà.

  4. Metodo con pesce fresco:

    Tagliati i calamari a rondelle, o a pezzi più piccoli, li rosoliamo in padella con un po’ di olio di oliva e uno spicchio di aglio in camicia. Sfumiamo con un po’ di vino bianco, la cottura deve essere veloce per lasciarli teneri. Li mettiamo da parte e nella stessa padella con lo stesso aglio, e un goccio di olio cuciamo gamberi e scampi, aggiungiamo un po’ di sale e pepe, sfumiamo sempre con un goccino di vino, non esageriamo mai col vino per non prolungare la cottura, perchè se il vino non si asciuga completamente poi si sentirà nella pasta. Li lasciamo cuocere giusto un paio di minuti così rimangono succosi.

    A parte apriamo le cozze con le vongole, con un po’ di olio, aglio, sale  e pepe. Non aggiungiamo acqua o vino, ma copriamo così si apriranno col vapore. Basteranno pochi minuti, non proseguiamo oltre la cottura. Appena si aprono, le preleviamo e le sgusciamo, ne lasciamo solo alcune intere per decorare il piatto finale. Filtriamo il succo che rimane in pentola e lo teniamo da parte. Con il pesce fresco io evito il pomodoro, lo preferisco in bianco.

  5. Scoliamo la pasta al dente, terminiamo la cottura degli spaghetti ai frutti di mare  in padella e se serve mettiamo un po’ di acqua di cottura della pasta se abbiamo seguito il primo metodo, o con un po’ di acqua di vongole e cozze se abbiamo seguito il secondo metodo. Il pesce lo aggiungiamo in cottura alla pasta, in modo da non lasciarlo cuocere troppo, giusto il tempo di insaporire la pasta. Aggiungiamo infine prezzemolo e serviamo, decorando con gli scampi e i molluschi lasciati da parte.

    Rifateli, sono deliziosi, ottimi quanto gli spaghetti alle vongole.

  6. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest e Instagram, ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione.

Note

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.