Torta alle mandorle

Sono particolarmente affezionata a questa torta alle mandorle perché è un ricordo di mia suocera. Non sapevo se pubblicare o meno questa ricetta, poi ho pensato che, forse, era il modo migliore per ricordarla. Era una vera maga in cucina; una di quelle persone capaci di mettere a tavola un esercito all’ultimo minuto combinando gli ingredienti che si ritrovava in casa. Sarebbe stata un aiuto formidabile per il mio blog anche se sono convinta che una certa supervisione da parte sua ci sia sempre. “Grazie Teresa! Non perdermi di vista, eh!” Tornando alla ricetta non posso che esortarvi a provarla. Si tratta di una torta rustica, senza lievito; è friabile ed oltre ad essere davvero favolosa è anche molto invitante per il suo particolare aspetto. Ha solo un piccolo neo: ci vuole pazienza a preparare le palline e capita spesso di arrivare alla fine e scoprire di non avere sufficiente impasto per riempire tutta la tortiera. Che fare allora? Si riprendono le palline e si fanno più piccole. Ma credetemi…lo sforzo sarà pienamente ricompensato. Fatela assolutamenteeeeeee! Mi ringrazierete! Scommettiamo?

  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 300 g Farina 00
  • 200 g Mandorle (con la pelle)
  • 200 g Burro
  • 100 g Zucchero
  • 3 Tuorli

Preparazione

  1. Mettere le mandorle in un robot da cucina (io ho usato il Bimby, ma va bene qualsiasi altro mixer) e tritarle finemente (col Bimby 8/10 sec, vel 7).

    torta alle mandorle - procedimento 1
  2. A questo punto chi la prepara col Bimby non deve fare altro che aggiungere tutti gli altri ingredienti nel boccale e azionare prima a vel 4, per 10 sec; poi a vel spiga per 2 minuti.

    torta alle mandorle - procedimento 2
  3. Chi, invece, la prepara a mano dovrà mescolare le uova con lo zucchero, poi unire il burro morbido ed infine aggiungere le farine. Ricordo ancora la spiegazione di mia suocera: impasta tutti gli ingredienti insieme!  Quindi andate tranquilli!

  4. Si otterrà un composto duro e piuttosto sbriciolato. Trasferirlo in una ciotola, coprirlo e farlo riposare in frigorifero per almeno un’oretta. Volendo questo impasto può essere preparato anche il giorno prima.

  5. Trascorso il tempo del riposo, riprendere l’impasto e cominciare a formare le palline. Come dicevo nella mia introduzione, questo è il passaggio che richiede più pazienza. Indicativamente posso dirvi di fare delle palline di 17/18 g ciascuna.

  6. Man mano, disporre le palline, una accanto all’altra, in una teglia del diametro di 24 cm precedentemente imburrata ed infarinata, oppure rivestita con carta da forno o spennellata con dello staccante per teglie (ricetta QUI). Vi consiglio di utilizzarne una a cerniera che vi consentirà di sformare la torta alle mandorle più agevolmente a fine cottura.

  7. Proseguire fino all’esaurimento degli ingredienti. Si dovrà, ovviamente, coprire l’intera teglia. Ricordate che se alla fine vi manca qualche pallina, vi tocca riprendere le altre e rimpicciolirle. Ma può anche capitarvi che vi avanzi un po’ di impasto; in questo caso si riprendono in mano alcune palline e si fanno un po’ più grandi (a me capita sempre!). Abbiate pazienza e abbiate fede! Il risultato è vicino.

  8. Cuocere la torta alle mandorle in forno preriscaldato (io ho usato lo statico) a 180° per 45 minuti. Sfornarla e lasciarla raffreddare prima di toglierla dallo stampo. Happy cooking! Paola

    Ah dimenticavo: impossibile tagliare questa torta a fette, eh! Si staccano le varie palline! 

    torta alle mandorle - dettaglio

  9. Seguitemi su Facebook per essere sempre aggiornati sulle nuove ricette. Cliccate QUI e poi mettete MI PIACE in alto a destra. E sono anche su Twitter (QUI) e Instagram (QUI). Grazie di ♥!

    badge social

NOTA

Volete sapere come poter utilizzare i tre albumi che vi avanzano da questa preparazione? Bene!

  1.  Prima di tutto vi dico che se non volete usarli subito, li potete anche congelare. Metteteli in un contenitore con un’etichetta che riporta il numero di albumi e stop; all’occorrenza vi basterà scongelarli passandoli dal freezer al frigorifero.
  2. Nel blog potete trovare una raccolta di ricette con gli albumi tra cui scegliere: cliccate QUI.
  3. Ci sono dei dolcetti con mandorle, cioccolato e cocco che richiedono proprio 3 albumi. La ricetta è QUI. Sono fantastici e sono senza burro.
Precedente Risotto anice e gorgonzola Successivo Piccata di pollo

42 commenti su “Torta alle mandorle

  1. Fiore il said:

    Ciao complimenti per le ottime ricette che pubblichi. Un chiarimento in merito a questa torta: x il procedimento senza Bimby gli albumi vanno montati a neve e poi aggiunti alla fine o vengono usati solo i tuorli?
    Grazie

  2. daniela il said:

    Questa torta deve essere veramente buona,l’aspetto è sufficiente per deliziare lo sguardo.Averla pubblicata ha dimostrato una grande generosità da parte sua ,che non tutti o quasi nessuno avrebbe avuto.Una torta di questa forma non l’avevo mai vista,complimenti.Grazie

  3. veronica il said:

    Ciao Paola,
    Ho provato questa ricetta e viene davvero buona, complimenti. Vorrei provare a sostituire la farina 00 con quella di riso x mia cognata, che è intollerante al glutine: cosa ne pensi? Le dosi resterebbero le stesse? Grazie infinite

  4. Serena il said:

    Ciao Paola, complimenti per le tue ricette che spesso mi salvano quando non ho idee 🙂 Domattina proverò a fare questa torta. Volevo chiederti se posso utilizzare le mandorle senza pelle che ho già in dispensa. Grazie, Serena.

  5. Angela il said:

    Veramente simpatica e originale ! ! Volevo sapere che consistenza ha alla fine puoi fare un esempio? E si possono sostituire le mandorle con le nocciole tostate? Ciao grazie!

  6. Marisa Ghiso il said:

    Mi spiace di averla provata a fare senza leggere i commenti perchè anch’io ho usato solo i tuorli ed il risultato non è stato come speravo.In realtà poi mi è venuto in mente che è esattamente uguale a quella che io faccio con le nocciole e dove io metto gli albumi montati a neve per cui penso che potrebbe diventare meno friabile e più soffice che ne dici ?

          • vedi il commento di Fiore di 20.05…hai scritto le uova intere.Come la volevo fare,perchè come tutte le tue ricette ,mi piace molto,volevo sapere bene .Grazie

          • paola67 il said:

            VISTO….l’ho corretto. Non riesco a capire come mai ho scritto così. Qui ci vanno solo i tuorli. Nel commento poi si parla di procedimento con o senza Bimby…che mi fa pensare si riferisse ad un’altra torta. Comunque Dana SOLO TUORLI.

  7. alessia il said:

    Ciao Paola,questa torta mi ha sempre incuriosito e mi sono decisa a provarla.le tue ricette sono sempre il mio banco di prova perché sono sempre perfette.volevo chiederti però se posso sostituire il burro con l’olio di semi.pensi si possa fare o cambia totalmente il sapore?
    grazie

      • alessia il said:

        Magari il primo tentativo lo facciamo fedele all’originale poi chissà, ci diamo agli esperimenti ;-).
        Ma il mio dubbio è come la tiri fuori dalla teglia?le palline si staccano ad una ad una?

        • paola67 il said:

          No no…restano attaccate tra loro. A volte mi è capitato che si staccasse qualche blocco di palline ma se le metti ben unite non succede

  8. Alessandra il said:

    Ciao Paola. Fatta ieri . Bella e Buonissima!E immagino per te, considerando che é anche una tua ricetta del ❤️.
    Una curiosità: perché pensi che non sia realizzabile con le nocciole?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.