Sciroppo di fichi d’india (o topping di fichi d’india)

Lo Sciroppo di fichi d’india è un prodotto molto versatile, ideale sia per ricette salate che per prodotti di pasticceria (gelati, liquori, creme, biscotti, bagne per dolci, ecc.).

Lo Sciroppo di fichi d’india (o topping di fichi d’india) difficilmente si trova in commercio, se avete voglia di utilizzarlo per aromatizzare i vostri dolci, per arricchire un semplice yogurt o da gustare insieme ai vostri pancake, la soluzione ideale è quella di prepararlo in casa. La procedura è più o meno quella di una normalissima marmellata, quindi non lasciatevi intimorire dalla ricetta, vedrete, preparare questo sciroppo sarà piuttosto semplice.

A proposito di fichi d’india, avete già visto la mia cheese cake con gelèe di fichi d’india, è una vera delizia! Presto altre ricettine in arrivo… restate in contatto!

Sciroppo di fichi d’india o topping di fichi d’india

 

Ingredienti:

  • 1 kg di fichi d’india
  • zucchero semolato qb
  • il succo di un limone
  • 4-5 chiodi di garofano
  • 1 stecca di cannella

 

::::::::::::::::::::::::::: Procedimento  :::::::::::::::::::::::::::

Per la preparazione dello sciroppo di fichi d’india procedete in questo modo: innanzitutto bisogna lavare i fichidindia affinchè vengano eliminate la maggior parte delle spine, quindi sbucciarli e metterli in una pentola capiente; aggiungete 4 o 5 chiodi di garofano e una stecca di cannella. Farli cuocere a fiamma moderata fino a quando avranno rilasciato il loro succo.

A questo punto spegnete e setacciate più volte il liquido mediante uno scolapasta o un passaverdure, poi filtratelo ancora una volta utilizzando un colino a maglie fitte.

Adesso pesate il succo già filtrato e ponetelo in una pentola, aggiungete quindi il succo filtrato di un limone e lo zucchero semolato, nella proporzione del 50% (esempio: su 500 grammi di succo calcolate 250 grammi di zucchero). Volendo potete diminuirne le dosi.

Rimettete la pentola sul fuoco mantenendo la fiamma al minimo, lasciate cuocere per circa un’ora o fino a quando il succo avrà una consistenza sciropposa.

Conservazione:

Per conservare lo sciroppo di fichidindia versatelo ancora bollente all’interno di bottiglie o di vasetti già sterilizzati; chiudeteli ermeticamente e lasciateli bollire in una pentola piena d’acqua per almeno mezz’ora. Lasciateli in ammollo fino a quando si saranno raffreddati completamente, infine asciugateli e riponeteli in frigo fino al momento dell’utilizzo.

 

Sciroppo di fichi d'india o topping di fichi d'indiaSciroppo di fichi d’india – topping di fichi d’india

 

::::::::::::::::::  ALTRI SUGGERIMENTI  ::::::::::::::::::

Sciroppo di carrube per la tosse – rimedi naturali

“RAGGIO DI SOLE” – Torta ai fichi d’india

Estratto di Vaniglia fatto in casa

Thè verde allo zenzero

Caramelle di carrube alla cannella – la vera ricetta

 

˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜˜

Grazie per la visita, vi aspetto nella mia pagina FACEBOOK.

Trovate le mie ricette anche su InstagramGoogle+PinterestTwitter

Torna alla HOME PAGE

Precedente Dolci da colazione e merenda, semplici e golosi Successivo Panna cotta con topping di fichi d'india e granella di pistacchi... una delizia!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.