Crea sito

Torta fondente alla crema di castagne

Torta fondente alla crema di castagne

Torta fondente alla crema di castagne

Questa è una torta veramente fantastica ! sia per la rapidità di esecuzione, che per la bontà, è talmente morbida e umida che, come giustamente dal titolo stesso, si “fonde” in bocca, si mescolano uova, crema di castagne e burro fuso .. et voilà, la torta magicamente in un lampo, è pronta per essere infornata, comodissima se avete ospiti improvvisi oppure siete assaliti da un’irresistibile voglia di comfort food.

L’unica accortezza, affinchè questa meravigliosa torta mantenga tutte le promesse sopra elencate, è che dovete utilizzare un crema di castagne di ottima qualità (da non confondere con la marmellata di castagne) più la crema sarà di qualità e più la torta avrà il sapore della vera castagna, con il vantaggio non da poco, che non avrete impiegato due secoli per sbucciare, pelare  e cuocere, quelle fresche.

Questa torta – essendo priva di farina di frumento, è adatta a chi soffre di allergie e intolleranze a quest’ingrediente.

Torta fondente alla crema di castagne
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Crema di castagne (o di marroni di buona qualità ) 500 g
  • Burro (fuso) 100 g
  • Uova (intere) 3
  • Estratto di vaniglia (facoltativo) g
  • Cognac (facoltativo) 1 cucchiaio
  • Sale 1 pizzico
  • Sciroppo di acero (o salsa al caramello, facoltativi) q.b.

Preparazione

  1. Preriscaldare il forno a 180° e fondere il burro in un pentolino adatto per il bagnomaria (NON fate bollire l’acqua).

  2. Prendere una ciotola e versarviila crema di castagne, il burro fuso, un pizzico di sale, le tre uova intere (uno alla volta) l’estratto di vaniglia ed un goccio di Cognac (facoltativo) oppure – se avete tempo – unite prima solo i tuorli e poi i bianchi montati a neve (v.tra le Note e Consigli” in basso).

  3. Versate il composto in una tortiera da 20 cm circa (a me piace alta) ben imburrata e infarinata se lo stampo è scanalato come quello utilizzato da me, oppure rivestita con un carta forno se lo stampo è liscio.

    Cuocere la torta in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti circa, fate la prova cottura con uno stuzzicadenti.

  4. Volendo, potete servire la torta fondente alla crema di castagne accompagnata con salsa al caramello o sciroppo d’acero.

  5. Questa torta, essendo morbidissima, si conserva anche per più di tre giorni, coperta da carta di alluminio, quindi potete prepararla anche il giorno prima di servirla.

  6. Torta fondente alla crema di castagne

Note e Consigli

Se non andate di fretta e volete una torta ancora più morbida e leggera, vi consiglio di aggiungere i tre tuorli (uno alla volta) alla crema di castagne e burro fuso e poi, a parte, montare i bianchi a neve a velocità moderata (NON alta) fino a quando diventeranno soffici come la schiuma da barba, da aggiungere delicatamente al composto di castagne mescolando dall’alto in basso.

La ricetta originaria in verità, tra gli ingredienti di questa torta fondente di castagne, elencava anche 100 g di cioccolato fondente, da sciogliere a bagnomaria insieme alla dose di burro sopra indicata, ma io ho preferito non utilizzarlo per non coprire il sapore delle castagne, ad ogni modo, se lo preferite potete aggiungerlo.

Inoltre, sempre la ricetta originaria, consigliava di accompagnare il dolce con crema o panna MA ritengo che questa torta sia già talmente cremosa e “fondente” di suo che, piuttosto, volendo renderla ancora più golosa, ci vedrei bene, come accompagnamento, o una salsa al caramello oppure semplice sciroppo d’acero.

Se amate i dolci alle castagne vi consiglio di provare anche questa “Pavlova invernale, con crema di castagne e gocce di cioccolato

Se invece, avete voglia di sperimentare un menù tutto all’insegna della castagna dal dolce al salato, provate ad abbinare la torta fondente alla crema di castagne, ad un primo goloso come questi “Gnocchi di castagne con fontina, broccoli e salsiccia

Pubblicato da lericettedimarci13

Sono napoletana e la passione per la cucina oltre che dalla tradizione culinaria della mia città, mi è stata trasmessa dalle nonne e dalle zie della mia famiglia delle quali conservo gelosamente le ricette tramandate di generazione in generazione e fedelmente trascritte, passo dopo passo, in quaderni e ricettari vari. Inoltre nel tempo, questi quaderni sono stati da me aggiornati seguendo i più famosi Siti di cucina, i forum sul tema e le trasmissioni tv più di successo in questi ultimi anni, possiedo quindi una quantità infinita di ricette tutte da me sperimentate . Finalmente questo blog mi dà la gioia di condividere questo piccolo tesoro di ricette antiche e nuove che negli anni mi ha dato tante soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.