Crea sito

Pasta Pantelleria. Ricetta di famiglia facile

Pasta Pantelleria

Pasta Pantelleria

La pasta Pantelleria (o alla pantesca) è un piatto tipico italiano (in particolare siciliano) appetitoso e stuzzicante, ed è ricco di tutti gli aromi e profumi tipici di quei luoghi.

La ricetta me l’ha gentilmente regalata un’amica di famiglia nata proprio a Pantelleria e sono anni che, sopratutto d’estate, la preparo per la mia famiglia.

Se sei in cerca di ricette facili e veloci consulta l’apposita categoria del Blog, cliccando QUI : “Ricette FACILI e VELOCI

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione8 Minuti
  • Tempo di cottura8 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti per la pasta Pantelleria (o alla pantesca)

  • 500 gSedanini Rigati (o altro formato di pasta CORTA)
  • 12Olive di Gaeta
  • 2Acciughe sott’olio
  • 60 gCapperi sotto sale
  • 500 gPomodori di Pachino (o pelati)
  • 50 gOlio extravergine d’oliva
  • 1Aglio
  • q.b.Origano
  • q.b.Prezzemolo
  • q.b.Basilico
  • q.b.Peperoncino
  • 30 gBurro
  • q.b.Parmigiano reggiano (grattato)
  • 3 cucchiaiPangrattato (facoltativo)
  • q.b.Sale

Strumenti

  • Zuppiera
  • Padella
  • Pentola

Preparazione

Istruzioni per la pasta Pantelleria (o alla pantesca)

  1. In primo luogo, tagliate a dadini e spellate i pomodori Pachino, io ho utilizato pomodori pelati (colati dell’acqua di vegetazione) e porli crudi in una zuppiera da portata

  2. Mettete a bollire l’acqua per la pasta salata e, quando bolle, buttate la pasta (io ho utilizzato i mezzani rigati MA vanno bene anche:  tortiglioni, sedani rigati, fusilli ecc.) e fate cuocere al dente per 8 minuti (a partire dal bollore).

  3. Mentre cuoce la pasta, tritate insieme i capperi (dissalati in un bicchiere di acqua) e le olive (snocciolate).

     

  4. Scaldate in un padellino, l’olio extravergine d’oliva insieme ai filetti di acciughe a pezzetti, l’aglio, il peperoncino, il trito di olive e capperi, l’origano, il basilico ed il prezzemolo. Fate cuocere l’intingolo per pochi minuti (circa 5 -8).

  5. Una volta lessata la pasta, scolarla bene e versarla nella zuppiera con i pomodori crudi, ed i 30 grammi di burro, aggiungere la salsa alle olive e capperi bollente preparata sopra, mischiare bene e cospargere di pangrattato e peperoncino.

  6. Servire la pasta Pantelleria calda (ma a noi piace anche fredda o ripassata il giorno dopo).

Note e Consigli

Se preferite la versione della pasta Pantelleria con il pangrattato, vi consiglio in questo caso  di utilizzare spaghetti doppi o linguine, procedere in modo identico a come spiegato sopra SENZA aggiungere il burro e aggiungendo i pomodori nel padellino dell’intingolo di olive e capperi e farli cuocere insieme.

In un altro padellino, rosolate il pane grattugiato con un filo di olio e farlo dorare.

Infine, scolate la pasta, versarla nell’intingolo di olive e capperi ed aggiungere un mestolo di acqua di cottura, un filo di olio e il pane grattugiato rosolato, mescolare facendo attenzione che non si asciughi troppo e servire.

Provate entrambe le versioni e fatemi sapere quale preferite, commentando qui sul Blog o sui vari social in cui pubblico la ricetta (Facebook, Instagram; Pinterest, Twitter).

Proprietà nutrizionali delle olive

I benefici delle Olive sono molteplici, eccone alcuni:
Grazie ai loro grassi monoinsaturi, le olive aiutano a ridurre il rischio di arterosclerosi  e sono utili per aumentare il colesterolo buono, oltre a contenre nutrienti antiossidanti (soprattutto le olive nere) che contribuiscono persino a prevenire malattie cardiache.
Secondo diversi esperti favorirebbero la perdita di peso grazie alla seretonina, che comporta un aumento del senso di sazietà.

Per approfondire leggi qui  .

Pubblicato da lericettedimarci13

Sono napoletana e la passione per la cucina oltre che dalla tradizione culinaria della mia città, mi è stata trasmessa dalle nonne e dalle zie della mia famiglia delle quali conservo gelosamente le ricette tramandate di generazione in generazione e fedelmente trascritte, passo dopo passo, in quaderni e ricettari vari. Inoltre nel tempo, questi quaderni sono stati da me aggiornati seguendo i più famosi Siti di cucina, i forum sul tema e le trasmissioni tv più di successo in questi ultimi anni, possiedo quindi una quantità infinita di ricette tutte da me sperimentate . Finalmente questo blog mi dà la gioia di condividere questo piccolo tesoro di ricette antiche e nuove che negli anni mi ha dato tante soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.