Crea sito

Sfinci di San Martino

Le Sfinci di San Martino sono delle dolci e deliziose frittelle che vengono preparate dalle mie parti l’11 di Novembre, in occasione della festa di questo generoso santo. Le Sfinci di San Martino si possono preparare anche in occasione del Carnevale o, perché no? quando abbiamo voglia di viziarci e di coccolarci un po’. Gli ingredienti necessari per la preparazione di queste golosità sono davvero molto semplici e di sicuro si trovano nella dispensa di ogni cucina. La loro realizzazione è semplice, un impasto a base di farina, uova, latte, burro e aromi per dar vita a queste deliziose, morbidissime e profumate palline di impasto lievitato fritto. Se volete vedere la video ricetta delle Sfinci di San Martino, cliccate Qui.

vsfinci di san martino
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni 6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per le Sfinci di San Martino

  • 300 gPatate
  • 250 gFarina di grano duro
  • 250 gFarina 00
  • 60 gZucchero
  • 50 gburro (morbido)
  • 2Uova
  • 350 mllatte (tiepido)
  • 1scorza d’arancia
  • q.b.cannella in stecca (o in polvere)
  • 1 bustinaVanillina
  • 12 glievito di birra fresco
  • 1 lolio di arachide
  • q.b.zucchero a velo

Cosa serve per le Sfinci di San Martino

  • 1 Ciotola
  • Pellicola per alimenti
  • 1 Tegame
  • 1 Schiumarola
  • 1 Piatto
  • Carta assorbente

Preparazione delle Sfinci di San Martino

  1. Passiamo ora alla preparazione delle Sfinci di San Martino. Cuocere le patate, sbucciarle passarle con lo schiacciapatate e raccoglierle in una terrina o contenitore abbastanza capiente.

  2. Aggiungere le due farine, lo zucchero, il burro morbido e tagliato a pezzetti e cominciare ad impastare. Una volta che il burro si è unito bene agli altri ingredienti, aggiungere le uova, la vanillina, la buccia grattugiata dell’arancia.

  3. Unire anche un po’ di scorza di cannella ridotta a pezzetti piccolissimi (si può usare anche la cannella in polvere e metterne un pizzichino) e il lievito sbriciolato. Aggiungere il latte tiepido, quanto ne basta per avere un impasto molto morbido (io ne ho usato 350 ml ma, a seconda se le patate sono più o meno acquose e le uova più o meno grandi, l’impasto ne può richiedere un po’ più o un po’ meno, quindi il consiglio è di metterne un po’ di meno di quello indicato ed, eventualmente, aggiungerne dell’altro in seguito).

  4. Coprire il contenitore dove c’è l’impasto con un coperchio oppure con della pellicola alimentare e lasciare riposare in luogo tiepido (ideale il forno spento con la luce accesa), fino al raddoppio, all’incirca 1 ora e mezza o anche di più.

  5. A lievitazione raggiunta, l’impasto dovrà presentarsi come una spugna. A questo punto, mettere abbondante olio in un tegame e scaldarlo bene. Prelevare delle mezze cucchiaiate di impasto e, con l’aiuto del dito, fare scivolare nell’olio caldo. Le Sfinci dovranno galleggiare nell’olio, altrimenti verranno piatte.

  6. Lasciarle per qualche secondo, quindi rigirarle, fino a farle dorare da tutti i lati. A questo punto estrarle con una schiumarola e metterle su dei fogli di carta assorbente a far perdere l’unto. Al momento di servire, spolverizzare sopra dello zucchero a velo vanigliato.

  7. Buona degustazione delle Sfinci di San Martino

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.