Pesto di basilico

Il Pesto di basilico è un condimento estivo che viene preparato a crudo, senza l’utilizzo dei fornelli, che in estate non è cosa da poco. Il pesto di basilico alla genovese richiede prodotti particolati tipici del territorio, che, putroppo, non si trovano in tutte le regioni d’Italia, per cui bisogna arrangiarsi. Nonostante tutto, però, anche se si utilizza una varietà di aglio o di basilico un po’ diversa, questo condimento si farà ricordare lo stesso. Ideale per condire primi piatti, per i crostini, da aggiungere alle torte salate, il pesto va preparato usando un mortaio di marmo o un pestello di legno. La frenetica vita moderna, però, non sempre ci lascia molto tempo a disposizione, per cui, questo profumatissimo sugo si può anche preparare avvalendosi dell’aiuto di un robot da cucina. L’aglio è un ingrediente fondamentale del pesto di basilico. Purtroppo, però, tanta gente non lo digerisce. In questo caso, si può omettere tranquillamente. Tempo fa vi ho dato la ricetta del Pesto di basilico e mandorle, del Pesto con mandorle e pistacchio e del Pesto alla trapanese, ma oggi non avremo occhi che per il pesto tradizionale con basilico.

vpesto di basilico
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
538,40 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 538,40 (Kcal)
  • Carboidrati 2,60 (g) di cui Zuccheri 0,52 (g)
  • Proteine 10,98 (g)
  • Grassi 56,44 (g) di cui saturi 11,75 (g)di cui insaturi 8,82 (g)
  • Fibre 0,82 (g)
  • Sodio 1.222,26 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 100 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per il Pesto di basilico

  • 50 gbasilico
  • 1 spicchioaglio
  • 30 gpinoli
  • 50 gparmigiano Reggiano DOP
  • 20 gpecorino sardo
  • 100 golio extravergine d’oliva
  • q.b.sale grosso

Cosa serve per il Pesto di basilico

  • 1 Mortaio
  • 1 Cucchiaio
  • 1 Vasetto

Preparazione del Pesto di basilico

  1. Il basilico che si utilizza per fare il pesto è quello con le foglie piccole, molto ricco di profumo. Io lo lavo direttamente prima di raccoglierlo, buttando sulle foglie dell’acqua come per annaffiarlo.

  2. Lo faccio asciugare bene, in estate non ci vorrà molto, e poi ne raccolgo le foglie, in questo modo evito di stropicciare queste ultime, lavandole dopo.

  3. Se, però, si vuole lavarlo dopo aver staccato le foglioline, allora sarà necessario farlo con molta delicatezza. Il basilico andrà lavato sotto l’acqua corrente e asciugato con un panno delicatamente.

  4. Mettere l’aglio sbucciato nel mortaio e pestarlo fino a farlo diventare una crema. Unire i pinoli e il sale grosso e pestare anche questi.

  5. Aggiungere il basilico, poco alla volta, fino a quando diventerà fine e cremoso. Ora, bisogna aggiungere i formaggi, il parmigiano reggiano e il pecorino sardo.

  6. La ricetta originale del pesto alla genovese richiede un olio extraergine di oliva ligure, quindi, se se ha possibilità utilizzare questo, altrimenti bisognerà usare quello di cui si dispone, l’importante che sia di buona qualità.

  7. L’olio andrà aggiunto poco alla volta. Quando il pesto sarà pronto, metterlo in un vasetto e coprirne la superficie con altro olio, per evitarne l’ossidazione.

  8. Se non si possiede un mortaio o si ha poco tempo, il pesto può essere fatto anche con l’aiuto di un robot da cucina. In questo caso, mettere le lame in congelatore prima di utilizzarle, per non farle surriscaldare e ossidare il basilico.

I consigli di Annamaria

Se si è intolleranti all’aglio non metterlo.

Il pesto si conserva in frigo per 2-3 giorni.

Durante il periodo dell’abbondanza del basilico, il pesto può essere preparato in grandi quantità, porzionato e conservato in freezer.

Se il pesto preparato non si consuma subito, tenerlo sempre sotto uno strato di olio per evitarne l’ossidazione.

Potete anche leggere: Pesto di basilico e mandorle Pesto con mandorle e pistacchio Pesto alla trapanese

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.